Martedì 17 Settembre 2019 | 14:45

NEWS DALLA SEZIONE

Incastrata dai filmati
Francavilla, maltrattava 84enne: arrestata badante georgiana

Francavilla, maltrattava 84enne: arrestata badante georgiana

 
L'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: oggi i funerali

 
Nel brindisino
S.Michele Salentino come Milano: la scuola regala borracce e diari ecologici

S.Michele Salentino come Milano: la scuola regala borracce e diari ecologici

 
Musica
Rocco Hunt sceglie Torre Guaceto per la copertina dell'ultimo album

Rocco Hunt sceglie Torre Guaceto per la copertina dell'ultimo album

 
Economia
Brindisi, imprese in provincia in crescita: +0,71%

Brindisi, imprese in provincia in crescita: +0,71%

 
Nel brindisino
Torre S.Susanna, recide ulivo alla base e ruba 40 quintali di legna: denunciato operaio

Torre S.Susanna, recide ulivo alla base e ruba 40 quintali di legna: denunciato operaio

 
Nel brindisino
San Donaci, non sposta il bidone della spazzatura: vicino lo minaccia con coltello, denunciato

San Donaci, non sposta il bidone della spazzatura: vicino lo minaccia con coltello, denunciato

 
Nel brindisino
S.Vito dei Normanni: 2 cc domano incendio in un residence, premiati dal comandante provinciale

S.Vito dei Normanni: 2 cc domano incendio in un residence, premiati dal comandante provinciale

 
Nel Brindisino
Oria, rubano telecamere in 16 posti diversi, anche di proprietà del Comune: due arresti

Oria, rubano telecamere in 16 posti diversi, anche di proprietà del Comune: due arresti

 
Caporalato
Tuturano, pastore 20enne sfruttato: convalidati i due arresti

Tuturano, pastore 20enne sfruttato: convalidati i due arresti

 
L'omicidio
Brindisi, pregiudicato 19enne freddato con 3 colpi alla testa

Brindisi, pregiudicato 19enne freddato con 3 colpi alla testa

 

Il Biancorosso

Dopo Bari Reggina
Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaSerie D
Scontri Nocerina-Foggia: arrestati tre tifosi dalla Polizia

Scontri Nocerina-Foggia: arrestati tre tifosi dalla Polizia

 
BatArrestato
Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

 
BariLa ricerca
Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

 
MateraUna settimana di eventi
Pax Mater, la Città dei Sassi capitale della pace

Pax Mater, la Città dei Sassi capitale della pace

 
LecceIl duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
PotenzaA Londra
Birra lucana bissa titolo campione del mondo

Birra lucana bissa titolo campione del mondo

 
BrindisiIncastrata dai filmati
Francavilla, maltrattava 84enne: arrestata badante georgiana

Francavilla, maltrattava 84enne: arrestata badante georgiana

 
Tarantonel tarantino
Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

 

i più letti

Il caso

Carbone Arcelor Mittal nel porto di Brindisi: il sindaco Rossi insorge

Dopo il sequestro delle banchine a Taranto, arriva la richiesta all'Autorità portuale

Carbone Arcelor Mittal nel porto di Brindisi: il sindaco Rossi insorge

BRINDISI - Dopo il sequestro di alcune banchine del porto di Taranto, Arcelor Mittal ha chiesto la possibilità di sbarcare nel porto di Brindisi fino a 30mila tonnellate al giorno di carbone e materiale ferroso, che verrebbero poi trasportate in camion a Taranto. Lo rende noto il Comune di Brindisi, che fa sapere di averlo appreso dall’Autorità portuale, che ha indetto una riunione per venerdì. «Anticipiamo pubblicamente che siamo assolutamente contrari - protesta il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi - all’uso del nostro porto per lo scarico di altro carbone necessario ad alimentare l’ex Ilva. Brindisi ha già pagato un prezzo altissimo e ha avviato una fase di decarbonizzazione che non vogliamo si fermi». «Non ci sembra neppure che sia accettabile, per una città che vuole puntare su passeggeri, crocieristi e merci “pulite”, far scaricare il carbone proprio dove dovranno sbarcare i turisti. Senza contare l’inquinamento» di «centinaia di camion che da Brindisi dovranno raggiungere Taranto ogni giorno».

E subito dopo, ecco l’intervento di «Brindisi Bene Comune», il movimento del sindaco che «per coerenza, storia e impegno sostiene con convinzione la contrarietà espressa da Rossi». «La nostra città sta finalmente e faticosamente uscendo dalla schiavitù del carbone che per decenni ha condizionato questo territorio costretto a pagare un conto salatissimo sul piano ambientale e della salute e che adesso sta rivelando tutti gli effetti dopanti sull'economia, che nel tempo avevamo denunciato, con una triste stagione di vertenze e disoccupazione di ritorno - spiegano -. Manifestiamo forte la volontà che non vi sia ulteriore carbone che arrivi nel nostro porto e transiti, attraverso il nostro territorio, su decine e decine di camion. La nostra visione di città è differente, e stiamo cercando di costruirla faticosamente». E ancora: «Non abbiamo alcun interesse che Arcelor Mittal utilizzi i nostri spazi a servizio del carbone per le attività dell’Ilva. Abbiamo condiviso con i nostri amici tarantini numerose battaglie sul campo, contro le industrie impattanti che attanagliano le nostre realtà e non abbiamo intenzione, quindi, di divenire lo strumento per perpetrare ulteriori danni ai nostri territori. Pensare di condannare ancora una volta il nostro porto e quindi la nostra città ad un pericoloso ritorno al carbone - concludono - vuol dire minare irrimediabilmente ogni possibilità di sviluppo e crescita. Vuol dire colpire il presente ed il futuro. Non lo consentiremo, ci opporremo sostenendo il Sindaco e la nostra Amministrazione in ogni sede».

LA REPLICA DEL PD -  «A Brindisi serve «un futuro diverso e sostenibile», «non si torni indietro di venti anni, ai tempi in cui la salute e l’ambiente in questa città venivano sacrificati all’altare del profitto». Così il Pd di Brindisi commenta in una nota la richiesta di ArcelorMittal di scaricare a Brindisi, dopo la chiusura di alcune banchine del porto di Taranto, fino a 30mila tonnellate al giorno di carbone, da portare poi in camion a Taranto.
Appoggiando la protesta di ieri del sindaco Riccardo Rossi, che guida una Giunta di centrosinistra, il Pd sottolinea che "per troppo tempo la nostra città ha condizionato il proprio destino a scelte fatte fuori». Ora però, «con la strategia energetica nazionale dei governi del Pd, in cui si punta a una piena decarbonizzazione, un nuovo modello di sviluppo per il nostro territorio è possibile». In quest’ottica, «è inaccettabile che la movimentazione di diverse tonnellate di 'carbon cokè destinate allo stabilimento ArcelorMittal (ex Ilva) di Taranto avvenga a pochi metri dal punto di sbarco di tanti crocieristi che settimanalmente arrivano in città. Infatti dal 2005, grazie ad una ordinanza della Capitaneria di Porto e il conseguente provvedimento della ex Autorità Portuale, veniva individuata la banchina dedicata alla movimentazione del carbone e indicata la modalità di trasporto, escludendo quindi tali operazioni a Costa Morena, così come richiesto in questa occasione». Il Pd di Brindisi auspica così che chi prenderà la decisione tenga conto «della forte contrarietà del territorio». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie