Mercoledì 29 Gennaio 2020 | 00:14

NEWS DALLA SEZIONE

Operazione dei Cc
Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino a scuola a Ostuni

Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino scuola a Ostuni

 
Il salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, non ce l'ha fatta il cucciolo di foca spiaggiato: morto tra le braccia dei veterinari

 
Shoah
Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

 
L'aggressione
Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

Mesagne, armato di coltelli assalta l'ambulanza del 118

 
In piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 
Le dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
L'annuncio
Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

 
Nel Brindisino
Ceglie Messapica, due cadaveri trovati in una casa: indagano i carabinieri

Ceglie Messapica, trovati morti in casa: si sono uccisi a coltellate dopo una lite

 
Nel Brindisino
Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

 
L'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'incidente a Japigia
Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

 
FoggiaIl caso
Attentati a Foggia, sequestrate 6 bombe carta e munizioni: arrestata intera famiglia

Attentati a Foggia, sequestrate 6 bombe carta e munizioni: arrestata intera famiglia

 
BatIl processo
Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

 
PotenzaIl caso
Potenza, adescano un 70enne e gli rubano i soldi: denunciate 2 donne

Potenza, adescano un 70enne e gli rubano i soldi: denunciate 2 donne

 
HomeIl fenomeno
Morbillo, allarme in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due figli di «no vax»

Morbillo, in Salento due casi al giorno, coinvolti adulti e bimbi: anche figli di «no vax»

 
BrindisiOperazione dei Cc
Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino a scuola a Ostuni

Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino scuola a Ostuni

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 

i più letti

Il caso

Carbone Arcelor Mittal nel porto di Brindisi: il sindaco Rossi insorge

Dopo il sequestro delle banchine a Taranto, arriva la richiesta all'Autorità portuale

Carbone Arcelor Mittal nel porto di Brindisi: il sindaco Rossi insorge

BRINDISI - Dopo il sequestro di alcune banchine del porto di Taranto, Arcelor Mittal ha chiesto la possibilità di sbarcare nel porto di Brindisi fino a 30mila tonnellate al giorno di carbone e materiale ferroso, che verrebbero poi trasportate in camion a Taranto. Lo rende noto il Comune di Brindisi, che fa sapere di averlo appreso dall’Autorità portuale, che ha indetto una riunione per venerdì. «Anticipiamo pubblicamente che siamo assolutamente contrari - protesta il sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi - all’uso del nostro porto per lo scarico di altro carbone necessario ad alimentare l’ex Ilva. Brindisi ha già pagato un prezzo altissimo e ha avviato una fase di decarbonizzazione che non vogliamo si fermi». «Non ci sembra neppure che sia accettabile, per una città che vuole puntare su passeggeri, crocieristi e merci “pulite”, far scaricare il carbone proprio dove dovranno sbarcare i turisti. Senza contare l’inquinamento» di «centinaia di camion che da Brindisi dovranno raggiungere Taranto ogni giorno».

E subito dopo, ecco l’intervento di «Brindisi Bene Comune», il movimento del sindaco che «per coerenza, storia e impegno sostiene con convinzione la contrarietà espressa da Rossi». «La nostra città sta finalmente e faticosamente uscendo dalla schiavitù del carbone che per decenni ha condizionato questo territorio costretto a pagare un conto salatissimo sul piano ambientale e della salute e che adesso sta rivelando tutti gli effetti dopanti sull'economia, che nel tempo avevamo denunciato, con una triste stagione di vertenze e disoccupazione di ritorno - spiegano -. Manifestiamo forte la volontà che non vi sia ulteriore carbone che arrivi nel nostro porto e transiti, attraverso il nostro territorio, su decine e decine di camion. La nostra visione di città è differente, e stiamo cercando di costruirla faticosamente». E ancora: «Non abbiamo alcun interesse che Arcelor Mittal utilizzi i nostri spazi a servizio del carbone per le attività dell’Ilva. Abbiamo condiviso con i nostri amici tarantini numerose battaglie sul campo, contro le industrie impattanti che attanagliano le nostre realtà e non abbiamo intenzione, quindi, di divenire lo strumento per perpetrare ulteriori danni ai nostri territori. Pensare di condannare ancora una volta il nostro porto e quindi la nostra città ad un pericoloso ritorno al carbone - concludono - vuol dire minare irrimediabilmente ogni possibilità di sviluppo e crescita. Vuol dire colpire il presente ed il futuro. Non lo consentiremo, ci opporremo sostenendo il Sindaco e la nostra Amministrazione in ogni sede».

LA REPLICA DEL PD -  «A Brindisi serve «un futuro diverso e sostenibile», «non si torni indietro di venti anni, ai tempi in cui la salute e l’ambiente in questa città venivano sacrificati all’altare del profitto». Così il Pd di Brindisi commenta in una nota la richiesta di ArcelorMittal di scaricare a Brindisi, dopo la chiusura di alcune banchine del porto di Taranto, fino a 30mila tonnellate al giorno di carbone, da portare poi in camion a Taranto.
Appoggiando la protesta di ieri del sindaco Riccardo Rossi, che guida una Giunta di centrosinistra, il Pd sottolinea che "per troppo tempo la nostra città ha condizionato il proprio destino a scelte fatte fuori». Ora però, «con la strategia energetica nazionale dei governi del Pd, in cui si punta a una piena decarbonizzazione, un nuovo modello di sviluppo per il nostro territorio è possibile». In quest’ottica, «è inaccettabile che la movimentazione di diverse tonnellate di 'carbon cokè destinate allo stabilimento ArcelorMittal (ex Ilva) di Taranto avvenga a pochi metri dal punto di sbarco di tanti crocieristi che settimanalmente arrivano in città. Infatti dal 2005, grazie ad una ordinanza della Capitaneria di Porto e il conseguente provvedimento della ex Autorità Portuale, veniva individuata la banchina dedicata alla movimentazione del carbone e indicata la modalità di trasporto, escludendo quindi tali operazioni a Costa Morena, così come richiesto in questa occasione». Il Pd di Brindisi auspica così che chi prenderà la decisione tenga conto «della forte contrarietà del territorio». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie