Martedì 22 Gennaio 2019 | 22:10

NEWS DALLA SEZIONE

Operazione dei Cc
Brindisi, spacciava davanti a scuola media: arrestato 27enne

Brindisi, spacciava davanti a scuola media: arrestato 27enne

 
Il caso
Brindisi, macchia scura nelle acque del Porto: al via i controlli

Brindisi, macchia scura nelle acque del Porto: al via i controlli

 
Nel pomeriggio
A fuoco bus pieno di studenti, panico a San Pacrazio Salentino

A fuoco bus di studenti, panico a San Pancrazio Salentino: nessun ferito

 
A causa di un guasto
Brindisi, volo Ryanair in ritardo di 5 ore per un guasto: l’ira dei passeggeri

Brindisi, volo Ryanair in ritardo di 5 ore: l’ira dei passeggeri

 
Arte
Ostuni e Mesagne: Andy Warhol arriva in mostra

Ostuni e Mesagne: Andy Warhol arriva in mostra

 
Nel Brindisino
Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

 
Comune costituito parte civile
Abuso d'ufficio e falso ideologico: due ex sindaci di Brindisi a processo

Abuso d'ufficio e falso ideologico: due ex sindaci di Brindisi a processo

 
Hanno agito in quattro
Brindisi: sparano e svaligiano gioielleria di centro commerciale, nessun ferito

Brindisi, sparano e svaligiano gioielleria, poi fanno incidente: fermati in 3

 
Da Maria De Filippi
Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

 
Nel pieno della movida
Brindisi, spari dopo una lite in un locale: ferito un 27enne

Brindisi, sparò a 27enne dopo lite in un locale, 20enne si costituisce

 
Ss 172 dir.
Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

 

La denuncia

Brindisi, raid con mazze: feriti 2 migranti. Una 15enne: io aggredita da tre stranieri

Le vittime sono un ghanese (integrato e con un lavoro) e un senegalese. Perfetto moderare i toni

Accerchiato e picchiato tre bulli nei guai a Lequile

Due aggressioni razziste si sono consumate (ed una terza è stata sventata) l’altra notte a Brindisi, ad opera di una banda xenofoba armata di mazze da baseball contro due immigrati finiti entrambi in ospedale, uno in gravi condizioni. La denuncia è del «Forum provinciale per cambiare l’ordine delle cose», che in una nota esprime solidarietà ai due aggrediti: Elija K., da tempo integrato e residente a Brindisi con un lavoro, oltre che segretario della comunità ghanese di Brindisi; ed un giovane senegalese. Quest’ultimo è in gravi condizioni, mentre Elia K. ha avuto una prognosi di 30 giorni.

Nella stessa nottata un terzo extracomunitario è stato salvato dal vigliacco pestaggio (5 contro 1) solo grazie all’intervento di un passante che avrebbe urlato agli aggressori di aver chiamato la Polizia.

«Il Forum censura ogni forma di violenza e il clima razzista che si è creato in città - si legge in una nota del sodalizio - riponendo piena fiducia nelle forze dell’ordine e nella magistratura affinché siano individuati i colpevoli di questa violenza».

Sugli episodi indaga la Digos di Brindisi che in queste ore sta acquisendo le testimonianze delle vittime e sta cercando di chiarire se il movente sia realmente razzista o se si sia trattato di episodi di altra natura. I fatti si sono verificati nella tarda serata di venerdì, stesso giorno in cui una ragazzina di 15 anni aveva denunciato in questura una presunta aggressione subita da tre stranieri, non identificati. Se i due episodi siano da mettere in relazione, questo lo accerteranno le indagini.

IL PREFETTO: MODERARE I TONI, INDAGINI IN CORSO - «Un forte invito a moderare i toni» parte dal prefetto di Brindisi, Valerio Valenti, riguardo ai presunti episodi di aggressione in danno di due extracomunitari, seguiti a una presunta violenza denunciata da una quindicenne a opera di persone non ancora identificate, fatti tutti avvenuti venerdì scorso su cui la Digos sta compiendo accertamenti. Il prefetto in una nota ha anche consigliato di attendere gli sviluppi investigativi sulla vicenda.

«I due episodi - è scritto - sono in fase di approfondimento da parte della questura di Brindisi, che mi auguro possa portare al più presto all’individuazione dei responsabili e, pertanto, l'auspicio è quello che a tale obiettivo possa contribuire chiunque sia in grado di fornire testimonianze o contributi utili, aiutando in tal modo gli investigatori a definire gli esatti contorni della vicenda. È comunque da stigmatizzare e disapprovare ogni forma di reazione da parte di cittadini, peggio ancora se in forma associata, necessitando in questo momento di fornire ogni ausilio alle Forze di Polizia per fare luce sulle vicende».

Il prefetto ha inteso rivolgersi alle forze politiche e alle associazioni perché «si facciano portavoci di tale messaggio, in una città come Brindisi che ha sempre dimostrato di saper coniugare i valori di tolleranza ed accoglienza con rispetto della persona e della dignità umana.»

D'ATTIS: ACCERTARE IL MOVENTE - «Voglio esprimere ferma e totale condanna delle aggressioni avvenute nelle ultime ore a Brindisi, città storicamente simbolo di integrazione e accoglienza. Sono in costante contatto con la Prefettura per comprendere le responsabilità di quanto accaduto e il reale evolversi dei fatti, e se il movente sia davvero razzista o di altra natura». Lo afferma in una nota l’on. Mauro D’Attis, commissario di Forza Italia in Puglia in merito alla notizia di due migranti rimasti feriti nella aggressione avvenuta a Brindisi da parte di ronde razziste. «Auspico, infine, - afferma D’Attis - che il prefetto avvii una seria e profonda analisi rispetto alla escalation di episodi di violenza che stanno colpendo la nostra città negli ultimi tempi»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400