Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 03:18

NEWS DALLA SEZIONE

Il fermo
Neonazista francese bloccato da polizia a Ostuni: su di lui mandato di cattura internazionale

Neonazista francese bloccato da polizia a Ostuni:
su di lui mandato di cattura internazionale

 
L'intervista
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
L'aggressione
Brindisi, aggredisce i cc con una zappa: fermato con spray al peperoncino

Brindisi, aggredisce i cc con una zappa: fermato con spray al peperoncino

 
Il dossier del Sole 24 Ore
Qualità della vita: Brindisi risale 8 posizioni ma resta nei bassifondi

Qualità della vita: Brindisi risale 8 posizioni ma resta nei bassifondi

 
Refezione
Brindisi, caos mensa scolastica sulla carne polacca. Comune: non sappiamo nulla

Brindisi, caos mensa scolastica sulla carne polacca. Comune: non sappiamo nulla

 
Dopo la polemica
S.Pancrazio, la scuola decide per la settimana corta

S.Pancrazio, la scuola decide per la settimana corta

 
Nel Brindisino
Aggredisce genitori in un bar e minaccia il proprietario: arrestato 22enne a Carovigno

Aggredisce genitori in un bar e minaccia il proprietario: arrestato 22enne a Carovigno

 
Operazione del Nas
Brindisi, carne polacca al posto di quella italiana alla mensa scolastica: 3 denunce

Brindisi, carne polacca al posto di quella italiana alla mensa scolastica: 3 denunce

 
A Mesagne
Prosciugano il conto di una 86enne dopo averle preso il bancomat

Prosciugano il conto di una 86enne dopo averle preso il bancomat

 
L'operazione
Brindisi, GdF sequestra al porto 3mila paia di scarpe contraffatte

Brindisi, GdF sequestra al porto 3mila paia di scarpe contraffatte

 
A Mesagne (Br)
Viaggi e smartphone per 17mila euro con il bancomat di un'anziana, indagata una coppia

Viaggi e smartphone per 17mila euro con il bancomat di un'anziana, indagata una coppia

 

La polemica

Brindisi, Emiliano attacca Toninelli: «Lo vedo imbambolato»

Le parole del governatore a margine di un convegno organizzato da Farmindustria: «Bene Di Maio, ma il ministro dei trasporti si fa portare a mano dai locali»

Caso Ilva, Emiliano: «L'accordo non mi soddisfa, manca la decarbonizzazione»

Michele Emiliano

BRINDISI - «Abbiamo riempito di soldi i grandi major internazionali che con questi finanziamenti avrebbero potuto darci un pò più di posti di lavoro». Lo ha detto il governatore della Puglia, Michele Emiliano, rispondendo alle domande dei giornalisti sull'industria farmaceutica, a Brindisi a margine di un convegno di Farmindustria.
«Sono accordi - ha rilevato - che hanno mantenuto in piedi queste fabbriche importanti, ma che dovrebbero avere maggiore ricaduta sul territorio, perché ovviamente la ricerca scientifica, il numero di addetti in un settore altamente tecnologico, alle volte cresce un po' meno proporzionalmente rispetto agli investimenti che lo Stato italiano e la Regione Puglia fanno su questi stabilimenti».

Il governatore parla poi del governo giallo verde e in particolare di Luigi Di Maio e del ministro Danilo Toninelli: «Non ci sono motivi di frizione con il governo, ma la cosa che mi dispiace di più, anche perché mi sono molto esposto per il M5S, è che nella sostanza stanno dimostrando in questi brevissimi mesi, nonostante possibilità alternative, di essere sostanzialmente molto simili a tutti gli altri. Questa è la cosa che mi addolora». «Con il ministro Luigi Di Maio abbiamo fatto un buon lavoro, adesso vedremo sul piano ambientale dell’Ilva se questo mio ottimismo verrà confermato, perché è chiaro che se la fabbrica verrà decarbonizzata, noi allora abbiamo fatto qualcosa di straordinario. Sono molto soddisfatto nel rapporto con Di Maio, gli altri ministri li vedo imbambolati in molte parti. Soprattutto Toninelli», ha sottolineato Emiliano, rispondendo ai giornalisti.

«Si fa portare a mano dai locali, senza considerare ovviamente che spesso i locali - commenta il governatore - hanno esigenze diverse, trasformare in un consigliere d’amministrazione di una delle più grandi società di trasporto pugliesi, il portaborse credo di Andrea Caroppo (consigliere della Lega, ndr) in Regione, e poi doverlo far dimettere, è una di quelle cose che si evitano se con il più grande investitore sulle Fal si arriva a una discussione leale e corretta». Il riferimento di Emiliano è alla nomina, da parte del Mit, nel Cda delle Ferrovie Appulo Lucane dell’avvocato Francesco Cavallo che ieri ha comunicato di voler rinunciare all’incarico «per una questione di opportunità»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400