Sabato 20 Aprile 2019 | 05:09

NEWS DALLA SEZIONE

È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
LecceLa decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

all'anagrafe

Trani, in tanti scelgono
di donare gli organi

carta d'identità

TRANI - Nel giro di sei mesi Trani può annoverare ufficialmente settantatrè donatori d’organi. Il dato è meramente indicativo, perché è ipotizzabile che in città ve ne siano molti di più. Ma è un numero altrettanto sostanziale, ed inconfutabile, tenuto conto del fatto che queste persone hanno espressamente indicato la loro volontà di donare organi, al decesso, sulla carta d’identità che, nel frattempo, si sono fatti rilasciare presso il Comune di Trani. In altre parole, quella che si sta determinando è un’autentica «anagrafe della solidarietà» che sta prendendo progressivamente piede dallo scorso 14 febbraio, data di partenza del progetto, dal titolo «Una scelta in Comune».

Non è un caso che si scelse la data di San Valentino, giorno dell’amore per eccellenza, per avviare questo processo virtuoso di sensibilizzazione alla donazione degli organi.

Virtuoso, ma anche estremamente semplice e funzionale perché, con il consenso espresso sul documento di riconoscimento più importante, qualsiasi cittadino mette subito nero su bianco sulle sue volontà ed apre un ventaglio di sempre maggiori risorse e speranze in favore di chi, di quegli organi, potrebbe avere bisogno.

Ogni cittadino di Trani maggiorenne, interessato a prestare il proprio consenso alla donazione, potrà formalizzare questa volontà recandosi presso l’ufficio di rilascio delle carte d’identità del Comune, in occasione del rinnovo del documento, e sottoscrivendo la relativa dichiarazione su un modulo predisposto dagli stessi uffici comunali. L’ufficiale d’anagrafe dovrà riportare nel sistema l’informazione resa dall’utente e, successivamente, trasmetterla per via telematica al Sistema informativo dei trapianti, unitamente ai dati anagrafici del dichiarante ed agli estremi del documento d’identità, al fine di consentire l’immediata consultazione dei dati da parte dei centri di coordinamento regionali dei trapianti. Nel caso in cui il cittadino intenda modificare la propria volontà registrata nel Sit, potrà farlo in qualsiasi momento recandosi presso lo stesso ufficio comunale.

Il primo utente ad esprimere il proprio consenso in favore della donazione, proprio lo scorso 14 febbraio, fu il sindaco, Amedeo Bottaro. Al termine del primo mese di attività del progetto, anche grazie all’apporto dei media ed alla stimolante novità, i donatori furono diciassette. Da lì in avanti, peraltro, la percentuale è solo apparentemente diminuita. Infatti, tenuto conto del fatto che la media è oltre dodici nuovi donatori d’organi al mese, senza alcuna campagna di sensibilizzazione ma solo grazie all’attività del pubblico ufficiale dell’anagrafe, si può affermare che, a Trani, cuore e generosità davvero non manchino. [Nico Aurora]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400