Domenica 21 Aprile 2019 | 18:02

NEWS DALLA SEZIONE

Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
BariL'intervento
Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

 
HomeIl messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Un imputato

Processo rating a Trani
«In Standard & Poor's
regole sempre rispettate»

Il Tribunale di Trani

TRANI - «Il team del rating sovrano ha sempre operato all’interno delle regole e non sono a conoscenza di indagini dell’autorità di vigilanza che possano aver messo in evidenza delle irregolarità. Noi abbiamo sempre rispettato il regolamento». Lo ha assicurato il manager del rating sovrano di Standard & Poor's, l’imputato Moritz Kraemer, durante il suo esame dinanzi al Tribunale di Trani al processo per manipolazione del mercato a S&P e a cinque tra manager ed analisti della società di rating, tra cui lo stesso Kraemer. Il processo riguarda i giudizi negativi espressi dalla società di rating sull'Italia tra il 2011 e il 2012 che portarono al declassamento di due gradini del rating italiano (da A a BBB+) deciso da S&P il 13 gennaio 2012.

«In S&P - ha rilevato Kraemer parlando in inglese - ci sono due gruppi (il dipartimento di conformità e quello di qualità) che garantiscono il rispetto delle normative». «Era un mio compito fondamentale la supervisione sulla qualità del lavoro degli analisti», ha riferito Kraemer che all’epoca dei fatti, tra il 2011-2012, era manager analitico del rating sovrano di Europa, Africa e Medio Oriente, mentre oggi è responsabile globale del rating sovrano.

Qualche risata e tanta incredulità nello staff legale di Standard & Poor's (composto da 18 persone, tra legali italiani, statunitensi e londinesi con interprete simultanea al seguito) per la decisione del Tribunale di Trani di sospendere per un quarto d’ora il processo per trattare un breve processo (con tanto di escussione di testimone) per bancarotta fraudolenta.

Il momento più divertente è stato quando i penalisti milanesi hanno dovuto spiegare ai loro colleghi arrivati dall’estero che il processo in cui si parla (peraltro in inglese) della complessa procedura del rating doveva essere sospeso per trattare un altro procedimento. 'Sliding door', è stato il termine usato per spiegare simpaticamente quello che stava accadendo. Il presidente della sezione del del Tribunale, Giulia Pavese, ha fama di grande lavoratrice e termina sempre nel tardo pomeriggio le udienze iscritte a ruolo. Dopo l’interruzione, l'udienza a S&P è ripresa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400