Venerdì 19 Aprile 2019 | 04:28

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Travolto mentre spinge l'auto muore un 43enne a Corato

Travolto mentre spinge l'auto muore un 43enne a Corato
di GIUSEPPE CANTATORE

CORATO - Il destino ha voluto che la sua auto si fermasse proprio sulla ex statale 98, per di più in un tratto particolarmente veloce e senza vie di fuga. Pochi istanti dopo, mentre il conducente la stava spingendo lungo la corsia di emergenza, un altro veicolo è sopraggiunto e l’ha investito senza lasciargli scampo.

È morto così, a soli 43 anni, Aldo Sciscioli, barbiere molto conosciuto in città che in tanti - proprio in virtù del suo mestiere - chiamavano affettuosamente con il soprannome di «doppio taglio». La tragedia ieri, poco dopo le 13. Aldo stava rientrando a Corato percorrendo la provinciale 231 a bordo della sua Fiat Panda nera. A circa tre chilometri dall’abitato, dove in lontananza già si scorgono le prime case della città, l’auto si è improvvisamente fermata. Forse perché rimasta senza carburante oppure a causa di un guasto.

Aldo ha fatto in tempo a «parcheggiarla» sul ciglio della strada, poi è sceso e ha iniziato a spingerla, magari per raggiungere il tratto in discesa distante solo pochi metri che l’avrebbe portato in prossimità di una stazione di servizio. Non è ancora chiaro se la presenza del veicolo fermo fosse stata opportunamente segnalata oppure no. Mentre il 43enne era intento a spostare l’auto, alle sue spalle è sopraggiunta una Lancia Delta grigia. Ed è stato un attimo. Per cause tuttora da accertare, il conducente della «Delta», anch’egli di Corato, non avrebbe visto la macchina in panne e l’ha travolta insieme con lo sfortunato proprietario.

L’impatto è stato molto violento. La Panda, colpita all’altezza della ruota posteriore sinistra, è finita contro il muro di cemento che delimita la sede stradale, mentre Aldo Sciscioli è stato scagliato sull'asfalto. Ai soccorritori del 118 - avvertiti da alcuni automobilisti che si sono fermati per prestare aiuto - l’uomo è apparso subito in gravissime condizioni.

I sanitari hanno effettuato tutte le manovre di rianimazione necessarie ma, dopo circa 20 minuti di massaggio cardiaco, hanno dovuto constatarne il decesso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400