Sabato 23 Gennaio 2021 | 09:15

NEWS DALLA SEZIONE

L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLa fondazione
Famiglie a rischio usura: a Foggia salvate in 186

Famiglie a rischio usura: a Foggia salvate in 186

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
BariIl virus
Casa di riposo di Bitonto assediata dal virus: maxi focolaio con 106 positivi

Casa di riposo di Bitonto assediata dal virus: maxi focolaio con 106 positivi

 
PotenzaIl caso
Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

Sacerdote lucano «spretato» da Papa Francesco: molestie sessuali ai militari

 
BrindisiL'inchiesta
Fasano, maxi-truffe on line scoperta su scala nazionale: rinviato a giudizio

Fasano, maxi-truffe on line scoperte su scala nazionale: rinviato a giudizio imprenditore

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 

i più letti

Travolto mentre spinge l'auto muore un 43enne a Corato

Travolto mentre spinge l'auto muore un 43enne a Corato
di GIUSEPPE CANTATORE

CORATO - Il destino ha voluto che la sua auto si fermasse proprio sulla ex statale 98, per di più in un tratto particolarmente veloce e senza vie di fuga. Pochi istanti dopo, mentre il conducente la stava spingendo lungo la corsia di emergenza, un altro veicolo è sopraggiunto e l’ha investito senza lasciargli scampo.

È morto così, a soli 43 anni, Aldo Sciscioli, barbiere molto conosciuto in città che in tanti - proprio in virtù del suo mestiere - chiamavano affettuosamente con il soprannome di «doppio taglio». La tragedia ieri, poco dopo le 13. Aldo stava rientrando a Corato percorrendo la provinciale 231 a bordo della sua Fiat Panda nera. A circa tre chilometri dall’abitato, dove in lontananza già si scorgono le prime case della città, l’auto si è improvvisamente fermata. Forse perché rimasta senza carburante oppure a causa di un guasto.

Aldo ha fatto in tempo a «parcheggiarla» sul ciglio della strada, poi è sceso e ha iniziato a spingerla, magari per raggiungere il tratto in discesa distante solo pochi metri che l’avrebbe portato in prossimità di una stazione di servizio. Non è ancora chiaro se la presenza del veicolo fermo fosse stata opportunamente segnalata oppure no. Mentre il 43enne era intento a spostare l’auto, alle sue spalle è sopraggiunta una Lancia Delta grigia. Ed è stato un attimo. Per cause tuttora da accertare, il conducente della «Delta», anch’egli di Corato, non avrebbe visto la macchina in panne e l’ha travolta insieme con lo sfortunato proprietario.

L’impatto è stato molto violento. La Panda, colpita all’altezza della ruota posteriore sinistra, è finita contro il muro di cemento che delimita la sede stradale, mentre Aldo Sciscioli è stato scagliato sull'asfalto. Ai soccorritori del 118 - avvertiti da alcuni automobilisti che si sono fermati per prestare aiuto - l’uomo è apparso subito in gravissime condizioni.

I sanitari hanno effettuato tutte le manovre di rianimazione necessarie ma, dopo circa 20 minuti di massaggio cardiaco, hanno dovuto constatarne il decesso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie