Sabato 26 Settembre 2020 | 01:44

NEWS DALLA SEZIONE

ambiente
Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

 
la novità
Andria, inaugurato impianto biogas tra i primi in Europa

Andria, inaugurato impianto biogas tra i primi in Europa

 
verso il ballottaggio
Di Maio ad Andria: «Grazie alla Puglia. Referendum, qi il 75% ha votato Sì»

Di Maio ad Andria: «Grazie alla Puglia. Referendum, qi il 75% ha votato Sì»

 
Al Cafiero
Barletta, studente positivo: chiuso per due giorni liceo scientifico

Barletta, studente positivo al Covid: chiuso per due giorni liceo scientifico

 
post voto
Trani, con il Bottaro bis ecco il nuovo consiglio comunale

Trani, con il Bottaro bis ecco il nuovo consiglio comunale

 
Il contagio
Barletta docenti positivi al Covid: restano chiuse due elementari e una media

Barletta docenti positivi al Covid: restano chiuse due elementari e una media

 
Ambiente
Barletta, giovani volontari con impegno ripuliscono tutta la città

Barletta, giovani volontari con impegno ripuliscono tutta la città

 
Lavori pubblici
Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

 
il rogo
Andria, deposito di merce divorato dalle fiamme: un fulmine forse all'origine

Andria, deposito di merce divorato dalle fiamme: un fulmine forse all'origine VD

 
Il rogo
Vasto incendio ad Andria: il sindaco invita i cittadini a chiudere le finestre

Vasto incendio ad Andria: il sindaco invita i cittadini a chiudere le finestre

 
L'addio di un amico
Barletta, addio a Pasquale meccanico alla Ferrari morto per infarto

Barletta, addio a Pasquale meccanico alla Ferrari morto per infarto

 

Il Biancorosso

serie c
Bari calcio, ds Romairone: «Dalla Coppa Italia buone indicazioni per prossimi acquisti»

Bari calcio, ds Romairone: «Dalla Coppa Italia buone indicazioni per prossimi acquisti»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoAl Frascolla
Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

 
LecceLe indagini
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer aveva una mappa per evitare le telecamere

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer aveva una mappa per evitare le telecamere

 
PotenzaL'iniziativa
Covid, da Shell 70mila mascherine per 14 comuni Val d'Agri e Sauro

Covid, da Shell 70mila mascherine per 14 comuni Val d'Agri e Sauro

 
Bariil raggiro continuato
Bari, ex barbiere truffa anziana: si fa consegnare 450mila euro in sei anni

Bari, ex barbiere truffa anziana: si fa consegnare 450mila euro in sei anni

 
Batambiente
Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

 
Foggia«In vino veritas»
Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

 

i più letti

Il caso

Barletta, concorso per vigili urbani, il comune ci ripensa: candidati tutti ammessi

In palio 12 posti, ma la selezione sta facendo discutere: nel mirino i criteri del bando

Barletta, contrordine: candidati tutti ammessi al concorso

BARLETTA - Sarà pur vero, come attestava Arbore nell’ormai lontano 1988, che «noi siamo un popolo di concorrenti» e che «alla conquista del quiz partiremo» e che ancora (alludendo a un periodo non proprio felice della nostra storia), «bisogna vincere e vinceremo».

Sarà pure così, ma a tutto c’è un limite. Se, come sottolineava Mike Bongiorno, «le regole del quiz devono essere semplici e chiare» (e parlava naturalmente di quelli televisivi), a maggior ragione regole altrettanto «semplici e chiare» sono (sarebbero) richieste per i test preselettivi di un concorso pubblico per titoli ed esami. Come quello, ad esempio, in corso a Barletta e finalizzato ad assumere 12 vigili urbani. E, invece, anziché ad una procedura lineare e codificata, sembra di assistere ad una sorta di «doccia scozzese», con tanto di ordini e contrordini capaci di sorprendere anche il più scafato e incallito del «concorrenti», che in tempi di «vacche magre» per il lavoro certo non mancano.

Non si era ancora spento, infatti, l’eco del sorprendente esito della prova preselettiva svolta nei primi giorni di agosto al PalaDisfida «Mario Borgia» per tale concorso (8 soli candidati «superstiti» su 961 domande presentate e 353 presenti nelle tornate d’esame spalmate su alcuni giorni), che ecco il «ripensamento». La commissione esaminatrice, in un primo momento, aveva preso atto della falcidia degli aspiranti vigili urbani, ma poi, quando la vicenda è diventata di dominio pubblico, ha «riveduto e corretto» il suo orientamento: se non proprio «todos caballeros», che siano (almeno per ora) «tutti concorrenti».

In sostanza, presidente e componenti della commissione si sono riuniti in tutta fretta mercoledì pomeriggio a mezzo di piattaforma virtuale e hanno preso atto di ciò che era sotto gli occhi di tutti (anche i loro) già all’indomani della chiusura delle prove preselettive: il bando prevedeva che si procedesse a una preselezione dei futuri vigili urbani, nel caso in cui al Comune fossero pervenute più di 200 domande. E, in ogni caso, sarebbero stati ammessi alle ulteriori verifiche di attitudini e preparazione «i candidati con il punteggio più alto nella prova preselettiva, per un numero di candidati pari a 50 volte il numero dei posti messi a concorso, più gli efentuali ex aequo dell’ultimo candidato ammesso».

Il calcolo è presto fatto: se i posti in palio sono 12, quel numero moltiplicato per 50 dà il risultato di 600. Facile, anche troppo... Già, perché il 2 agosto scorso la commissione aveva stabilito di considerare promossi al test di ingresso chi avesse riportato «un punteggio pari o superiore a 21/30 non oltre 50 volte il numero dei posti a concorso». Tenendo comunque presente che «la valutazione ottenuta alla prova preselettiva non concorrerà al punteggio finale». Qualche giorno dopo la sorpresa: solo 8 idonei e conseguente invito a sostenere le altre prove solo per loro. Qui, però, si apre un altro capitolo dell’intricata vicenda: le domande a risposta multipla erano 30, perché mai solo in 8 hanno superato la barriera d’ingresso? Troppo difficili i quesiti preselettivi o troppo poco preparati i concorrenti? Sia come sia, perché Comune e commissione non si sono accorti prima che i 353, ancorché non molto reattivi alle domande somministrate, andavano comunque «preselezionati» in blocco?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie