Venerdì 22 Gennaio 2021 | 13:42

NEWS DALLA SEZIONE

Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 
LecceL'iniziativa
«Back to school»: a Lecce l'evento in streaming con i ministri Azzolina e Spadafora

«Back to school»: a Lecce l'evento in streaming con i ministri Azzolina e Spadafora

 
Barinel Barese
Modugno, 51enne si sente male in casa: cane abbaia a lungo e allerta i vicini: è salva

Modugno, 51enne si sente male in casa, cane abbaia a lungo e allerta i vicini: è salva

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
FoggiaIl caso
Foggia: «Ho fatto il tampone, ma forse non è il mio»

Foggia: «Ho fatto il tampone, ma forse non è il mio»

 
Brindisimaltrattamenti in famiglia
Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

La storia

Trani, «Noi bloccati in Marocco chiediamo di tornare a casa»

Gli imprenditori Giuseppe e Cosimo porro da febbraio stanno vivendo un’odissea

Giuseppe Porro

Giuseppe Porro

Trani - Bloccati da oltre un mese in Marocco, con lo spettro di non poter rientrare a casa in tempi brevi. E’ la storia del 28enne tranese Giuseppe Porro, imprenditore nel settore marmifero, e di suo zio Cosimo, spesso in trasferta nel paese maghrebino, dove posseggono alcune cave.

«In occasione della nostra ultima tornata lavorativa abbiamo raggiunto il Marocco il 6 febbraio, quando in Italia il virus appariva ancora una minaccia lontana ed addirittura alcuni sindaci negavano la pericolosità di un nemico che, invece, si stava inesorabilmente avvicinando – spiega il giovane imprenditore di Trani - . Con alcuni giorni di ritardo rispetto all’Italia, anche qui in Marocco si sono verificati i primi contagi e dopo una settimana il re Muhammad VI ha dichiarato lo stato di emergenza imponendo misure restrittive per la salvaguardia del proprio Paese. Poi, dal 16 marzo, ha chiuso tutti i collegamenti marittimi ed aerei sia in entrata sia in uscita. Abbiamo tentato di metterci in contatto con la Farnesina, con l’ambasciata e con il consolato, inizialmente senza ricevere alcuna risposta, a seguire abbiamo avuto un riscontro per niente esaustivo».

Da qui, l’avvio di un’autentica odissea non ancora giunta al capolinea.

«Il 18 marzo la Farnesina ha annunciato di aver organizzato dei rimpatri da Marrakech, Agadir e Casablanca – aggiunge Porro - . Tali voli sono stati però predisposti per il giorno successivo, senza che nessun italiano potesse organizzare il materiale necessario per partire, compresa la certificazione per potersi spostare. In Marocco, infatti, non esiste l’autocertificazione attestante il perfetto stato di salute, ma è necessario che un funzionario preposto la rilasci per autorizzare la partenza. Solo dopo quasi venti giorni, il consolato ha messo a disposizione una nave pronta a salpare da Tangeri e diretta in Francia. Tuttavia anche questa comunicazione è arrivata il 1 aprile per la partenza del 2, senza un preavviso di 24 ore quasi nessuno è riuscito a prenotare il biglietto e ad organizzarsi con i documenti.

Al momento il blocco è stato annunciato fino a domani, 20 aprile, con il serio dubbio che una proroga allunghi ulteriormente la nostra attesa. Se così dovesse essere, rimarremo ancora bloccati in Marocco fino a data da destinarsi, lontani dalle nostre famiglie e senza assistenza sanitaria. Attraverso la Gazzetta rivolgiamo un appello alle autorità e chiediamo attenzione a nome di tutti gli italiani che hanno necessità di rientrare affinché possa individuarsi una soluzione efficace in tempi rapidi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie