Lunedì 01 Marzo 2021 | 15:00

NEWS DALLA SEZIONE

Nella Bat
Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

 
degrado
Trani, l’area del vecchio mattatoio trasformata in discarica a cielo aperto

Trani, l’area del vecchio mattatoio trasformata in discarica a cielo aperto

 
L'emergenza
Andria, vigile scrive alla sindaca: «Non ce la faccio più contro gli assembramenti»

Andria, vigile scrive alla sindaca: «Non ce la faccio più contro gli assembramenti»

 
L'episodio
Trani, a fuoco portone del sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

Trani, a fuoco portone sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

 
Nella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
Il caso
Barletta, marito cancella l'identità della moglie per 20 anni: condannato

Barletta, marito cancella l'identità della moglie per 20 anni: condannato

 
la polemica
Bisceglie, lavori in corso sulla costa: «Sembra la muraglia biscegliese»

Bisceglie, lavori in corso sulla costa: «Sembra la muraglia biscegliese»

 
Nella Bat
Canosa, rapina a portavalori vicino alla posta: ferita guardia giurata

Canosa, rapina a portavalori vicino alla posta: ferite una guardia giurata

 
La sentenza d'appello
Barletta, Di Leo ucciso dopo lite per leadership sui frutti di mare: confermato ergastolo per sicario

Barletta, Di Leo ucciso dopo lite per leadership sui frutti di mare: confermato ergastolo per sicario

 
La fiction
Lolita Lobosco, parla Bianca Nappi: «Accanto alla Ranieri ho ritrovato Trani»

Lolita Lobosco, parla Bianca Nappi: «Accanto alla Ranieri ho ritrovato Trani»

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatNella Bat
Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

 
Brindisila storia
Brindisi, Pjerin Gjoni 30 anni fa sbarcò dall'Albania: oggi è medico contro il Covid

Brindisi, Pjerin Gjoni 30 anni fa sbarcò dall'Albania: oggi è medico contro il Covid

 
PotenzaIl gesto
Potenza, mamma Laura morta a 100 anni, i figli donano tablet a ospedale San Carlo

Potenza, mamma Laura morta a 100 anni, i figli donano tablet a ospedale San Carlo

 
Foggianel Foggiano
Bovino, rissa in un bar per mascherina non indossata: 2 feriti

Bovino, rissa in un bar per mascherina non indossata: 2 feriti

 
Tarantoil fatto
Taranto, a Paolo VI lavori fermi e ponteggi «eterni»: 20 famiglie da tempo vivono «ingabbiate»

Taranto, a Paolo VI lavori fermi e ponteggi eterni: 20 famiglie vivono «ingabbiate»

 

i più letti

La denuncia

Bisceglie, sindacalista accompagna due lavoratori al rientro da malattia: aggredita

Lo fanno sapere i segretari Filcams e Cgil provinciali, Tina Prasti e Biagio D’Aberto, chiedendo che «intervenga il prefetto», mentre il segretario della Cgil Puglia, Pino Gesmundo, esprime «ad Anna la vicinanza, la solidarietà e l’affetto di tutta la nostra organizzazione»

aggressione

BISCEGLIE - Una sindacalista della Filcams-Cgil Bat, Anna Caputi, ha subito una «aggressione fisica e verbale» mentre accompagnava oggi al lavoro «due addetti alla macelleria all’interno del Penny Market di Bisceglie». Lo fanno sapere i segretari Filcams e Cgil provinciali, Tina Prasti e Biagio D’Aberto, chiedendo che «intervenga il prefetto», mentre il segretario della Cgil Puglia, Pino Gesmundo, esprime «ad Anna la vicinanza, la solidarietà e l’affetto di tutta la nostra organizzazione».
I due lavoratori, «dipendenti della Makli sas, società che gestisce il reparto esternalizzato della macelleria nel Penny - spiegano Filcams e Cgil provinciali in una nota - rientravano da un periodo di malattia e sono stati accompagnati dalla sindacalista a lavoro, al loro arrivo hanno trovato una persona che gli riferiva che, per disposizione del titolare della Makli, non potevano rientrare a lavoro. Nel frattempo sono arrivati sul posto l’amministratore delegato della Makli e suo padre, titolare dell’azienda, quest’ultimo ha offeso e aggredito fisicamente la segretaria della Filcams, Anna Caputi. Sono interventi i Carabinieri e la sindacalista si è recata al pronto soccorso. Un brutto episodio che condanniamo fermamente».
«Sopratutto il commercio e il terziario in questa terra - ricorda Gesmundo - vivono una realtà di lavoro nero, grigio e diritti violati insostenibile, per rapporti di lavoro spesso precari e part time. E questo episodio dimostra qual è il livello di predisposizione al confronto di alcuni datori di lavoro». «Non permetteremo a nessuno di bloccare il lavoro che il sindacato fa sul territorio a tutela dei lavoratori e delle lavoratrici», aggiunge Barbara Neglia, segretaria della Filcams Puglia: «Non possiamo permettere che vengano utilizzati metodi violenti e ci tuteleremo in ogni sede». 

LA REPLICA DI MAKLI SAS - «In ordine alla notizia apparsa sui media, circa una paventata aggressione ai danni di una sindacalista presso il punto vendita carni del Penny Market di Bisceglie, interviene la Makli sas, la quale in persona del legale rappresentante precisa quanto segue. Nessuna aggressione e nessuna prevaricazione è stata consumata ne’ ai danni della Sindacalista ne’ ai danni dei lavoratori che ella accompagnava a lavoro. Giova evidenziare infatti, per amore della verità – argomenti che non avremmo voluto diventassero di dominio pubblico – che i lavoratori accompagnati, erano stati raggiunti, nei giorni precedenti, da una missiva inviata da parte della scrivente società, con la quale gli si contestava il furto di merce dal reparto, furto peraltro colto in fragranza dalla direttrice del reparto, oltre che da altri testimoni. Successivamente gli operai si erano messi in malattia e quella mattina intendevano riprendere a lavorare con la complicità della sindacalista, la quale invece avrebbe dovuto spiegare ai lavoratori di munirsi di un avvocato per difendersi innanzi ad un giudice penale oltre che innanzi al giudice civile per i danni arrecati alla società. Infatti, per i fatti appena narrati, i lavoratori saranno denunciati regolarmente alle autorità giudiziarie competenti. Nessuno pensi, pertanto, di offendere l’immagine della società speculando su questi fatti, mistificandoli e alterandone la verità. È stato già dato formale incarico al nostro legale per la legittima tutela della Makli sas, in quanto questa sì aggredita e oggetto di una ingiusta e ingiustificata diffamazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie