Domenica 05 Luglio 2020 | 18:38

NEWS DALLA SEZIONE

maltempo
Barletta, pomeriggio di allagamenti tra disagi e pericoli

Barletta, pomeriggio di allagamenti tra disagi e pericoli

 
La sentenza
Trani, Palazzo Telesio, arriva l'ordinanza per rimuovere il roofgarden

Trani, Palazzo Telesio, arriva l'ordinanza per rimuovere il roof-garden

 
Occupazione e salute
Fase 3, Asl Bat proroga tutti i contratti degli Oss fino a gennaio

Fase 3, Asl Bat proroga tutti i contratti degli Oss fino a gennaio

 
L’avviso «bis»
Trani, inchiesta sul Fortino: un altro indagato

Trani, inchiesta sul Fortino: un altro indagato

 
Criminalità
Andria, operazione antidroga 9 arresti: preparavano colpo al caveau di un'azienda

Andria, operazione antidroga 9 arresti: preparavano colpo al caveau di azienda

 
Nela bat
Margherita di Savoia, scoperta piantagione di cannabis vicino fiume Ofanto: arrestati 2 fratelli

Margherita di Savoia, scoperta piantagione di cannabis vicino fiume Ofanto: arrestati 2 fratelli

 
fase 3
Asl BAT, dopo 4 mesi accesso controllato negli ospedali

Asl BAT, dopo 4 mesi accesso controllato negli ospedali

 
Ambiente
Barletta, verde e rifiuti senza regola al villaggio turistico Fiumara

Barletta, verde e rifiuti senza regola al villaggio turistico Fiumara

 
il sindacato
BAT, cambio al vertice della Fp Cgil: Ileana Remini è la nuova segretaria generale

BAT, cambio al vertice della Fp Cgil: Ileana Remini è la nuova segretaria generale

 
Verso il voto
Andria, Nino Marmo ha deciso: si candida a sindaco Pastore

Andria, Nino Marmo ha deciso: si candida a sindaco. Forza Italia: «Si ritiri, deve rispettare i patti»

 
In aula
Strage treni Andria-Corato, tecnici a pm: «Ben 146 errori come nel giorno del disastro»

Strage treni Andria-Corato, tecnici a pm: «Disastro sfiorato altre 146 volte»

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariMichele Abbaticchio
Bitonto, il riscatto della mia città quando con la cultura cancellammo la mafia

Bitonto, il ricordo più bello del sindaco: il riscatto della mia città quando con la cultura cancellammo la mafia

 
TarantoIl siderurgico
ArcelorMittal, sindaco di Taranto: «Valutiamo esposto su emissioni»

ArcelorMittal, sindaco di Taranto: «Valutiamo esposto su emissioni»

 
LecceSocial news
Gianni Morandi da Matera a Lecce: continua la vacanza del cantante al Sud

Gianni Morandi da Matera a Lecce: continua la vacanza del cantante al Sud

 
HomeLa tragedia
Femminicidio a Cerignola, una donna uccisa a colpi di pistola

Femminicidio a Cerignola, donna uccisa a colpi di pistola: fermato il marito

 
Batmaltempo
Barletta, pomeriggio di allagamenti tra disagi e pericoli

Barletta, pomeriggio di allagamenti tra disagi e pericoli

 
PotenzaSanità
Potenza, il gioco dell'oca delle prescrizioni: le strutture possono rifiutarle

Potenza, il «gioco dell'oca» delle prescrizioni: le strutture possono rifiutarle

 
MateraIl fenomeno
Marina di Pisticci, chiazze sullo Jonio, già scomparse. Al via gli accertamenti

Marina di Pisticci, chiazze sullo Jonio, già scomparse: al via gli accertamenti

 
BrindisiNel brindisino
Bruciati automezzi di una casa vinicola a Cellino San Marco

Cellino San Marco, bruciati automezzi di una casa vinicola

 

i più letti

La città che cambia

Nuova tangenziale di Andria tra ritardi, silenzi e dubbi

Oggi le associazione ambientaliste tengono una conferenza. Il Movimento 5 Stelle delinea la sua strategia

Nuova tangenziale di Andria tra ritardi, silenzi e dubbi

Foto Calvaresi

ANDRIA - «Nuova tangenziale di Andria-bretella sud»: per questo pomeriggio le associazioni ambientaliste e il comitato Difesa del Territorio ha promosso una conferenza stampa per capire a che punto la vicenda della cosiddetta tangenziale, dopo mesi di assordante silenzio, se qualcosa si è mosso o no e come, dopo l’atto di indirizzo votato all’unanimità dal consiglio comunale di Andria con cui si sanciva la netta contrarietà all’opera viaria.

In attesa di dettagli, sul caso il Movimento Cinque Stelle, per voce dell’onorevole Giuseppe D’Ambrosio, della consigliera regionale Grazia Di Bari e dell’esponente cittadino Michele Coratella rende nota la risposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri - dipartimento per la programmazione della politica economica, al quesito di D’Ambrosio circa l’iter da intraprendere per rimodulare l’utilizzo dei 27,5 milioni di euro fondi Cipe, stanziati per la realizzazione della “nuova tangenziale”.
La risposta del capo dipartimento l’avvocato Mario Antonio Scino non lo esclude: dell’eventuale istruttoria per la rimodulazione del progetto deve farsi carico la regione in quanto beneficiaria delle risorse. Qualora si renda necessaria la sottoposizione della progettualità al CIPE il dipartimento provvederà ad istruire la proposta che venisse formulata dal Ministro per il Sud e la coesione territoriale. Tutto questo per evitare che il finanziamento CIPE vada perso.

«Da diversi anni si attende che gli amministratori comunali deliberino in Consiglio una risposta chiara sul progetto. Un si o un no – riportano sottolineano i tre esponenti del M5S -. Ad oggi questo colpevolmente non è ancora avvenuto, mentre la Provincia ha comunque aggiudicato la gara per la realizzazione anche a seguito di pareri tecnici favorevoli, urbanistici ed ambientali sempre del comune di Andria. A seguito delle note prese di posizione di associazioni sull’opportunità di fare la variante o, in alternativa, di intervenire sul tracciato esistente ci fu un incontro, in verità tardivo, a marzo 2019 tra l’assessore regionale Giannini e l’ex sindaco di Andria Nicola Giorgino. Gli organi di informazione all’epoca riportarono, cito testualmente, che “ci sarà una fase interlocutoria tra Comune e Regione che segna fondamentalmente l’apertura di un dialogo tra i due enti per una valutazione più approfondita”, per cui in attesa di tali evoluzioni, con il consigliere regionale Grazia Di Bari e l’ex capogruppo Michele Coratella, ci eravamo messi inutilmente in paziente attesa, “sulle tracce” di tali annunciati sviluppi.

Intanto noi del MoVimento 5 Stelle abbiamo continuato a dialogare con le strutture dei ministeri e abbiamo chiesto al Capo del Dipartimento per la Programmazione ed il Coordinamento della Politica Economica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, di indicarci formalmente la strada che dovrebbe essere intrapresa per poter eventualmente rimodulare l’utilizzo di questi 27,5 milioni di euro. Il ministero ci dice che la regione Puglia deve immediatamente avviare una richiesta di modifica del progetto affinché il ministero possa avviare tutte le procedure per la modifica del finanziamento.
Che dire, siamo riusciti ad ottenere in qualche mese quello che in tanti anni i politici locali non sono riusciti a fare».
Dalle informazioni raccolte con l’ausilio di esperti, tuttavia, risulterebbe che la Regione non potrebbe sottoporre un progetto di rimodulazione alcuno fino a che non si chiude preliminarmente il procedimento in corso: dunque, serve in ogni caso la pronuncia negativa ufficiale del comune di Andria sull’opera e solo dopo la Regione potrebbe avviare l’iter di spostamento del fondo CIPE. Dunque, la questione è di fatto nelle mani del Commissario Straordinario del comune di Andria a cui spetta di decidere con i poteri del consiglio comunale e della giunta. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie