Venerdì 19 Aprile 2019 | 12:25

NEWS DALLA SEZIONE

È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariNel Barese
Locorotondo, abbandonati 5 cuccioli sulla strada per il canile: salvati

Locorotondo, abbandonati 5 cuccioli sulla strada per il canile: salvati

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BrindisiA Ostuni
Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

 
TarantoIn località Sabbione
Derturpata zona protetta dove vivono i fenicotteri: sequestri

Derturpata zona protetta dove vivono i fenicotteri: sequestri

 
LecceVerso il voto
«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

 
FoggiaAccoglienza
Borgo Mezzanone, migranti cercano un altro ghetto

Borgo Mezzanone, migranti cercano un altro ghetto

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Il fenomeno

Trani, parcheggiatori abusivi in azione vicino al Tribunale

Dietro corrispettivo fanno sistemare le auto fuori delle strisce blu

parcheggiatore abusivo

Un parcheggiatore abusivo all'opera

TRANI - È sempre più critica la situazione dei parcheggi abusivi nei capoluoghi della Bat. A Trani, però, il paradosso è che questo avvenga persino all’ombra del Tribunale.
Infatti, dopo il soggetto che «gestisce», senza titolo, lo sterrato dell’ex cantiere di palazzo Carcano, da alcune settimane è rispuntato un parcheggiatore abusivo, già vecchia conoscenza del luogo, che si adopera in maniera più che plateale per fare sistemare decine e decine di vetture al di fuori delle strisce blu, e quindi in divieto di sosta. Oltre questo, ovviamente, chiede e ottiene una somma «a piacere».

In questo modo gli spazi di manovra e circolazione si sono ridotti davvero al lumicino, mentre nessun provvedimento, allo stato, risulta essere stato adottato dagli organi preposti a fare rispettare le regole.
Le foto documentano un fenomeno consolidato da anni, senza che si ponga un concreto rimedio da parte di chicchessia.
I parcheggiatori abusivi organizzao un servizio extra rispetto al parcheggio a pagamento istituzionale, delimitato da strisce blu.
Infatti, dopo che le vetture hanno riempito tutti gli stalli disponibili, loro fanno affiancare altri veicoli a quelli già parcheggiati e, molto spesso, creano una doppia fila con ulteriori macchine, dai cui proprietari ottengono somme in denaro.
Così, gli spazi di transito si riducono sempre più, il caos aumenta ed i disagi si moltiplicano in misura esponenziale.
Tanto per citarne uno, gli automobilisti che hanno regolarmente pagato il grattino, oppure hanno scalato una somma dal credito del parcheggio tramite applicazioni sugli smartphone, spesso si vedono bloccati da vetture parcheggiate alle loro spalle grazie all’attività degli abusivi. E sono costretti ad attendere e perdere tempo prezioso, trattandosi spesso di professionisti che devono fare la corsa con l’orologio.

Ci sono telecamere della Polizia locale, che inquadrano la zona 24 ore su 24, e ci sarebbero anche gli ausiliari del traffico di Amet, gestore del parcheggio a pagamento. Ma loro non hanno poteri di sanzionamento diretto, né di polizia giudiziaria: possono solo segnalare le anomalie, come quasi sempre fanno, a Polizia locale e/o forze dell’ordine.
E neanche possono essere sempre presenti sul luogo, soprattutto dopo che lo stesso si è riempito di auto al limite della capienza: quando ciò accade, i controlli si spostano, inevitabilmente, nelle altre zone del servizio a pagamento.
A maggior ragione, piazza Re Manfredi diventa zona di esclusiva competenza degli abusivi, e più volte il fenomeno è stato denunciato a vario titolo da automobilisti che non accettano l’imposizione di un pizzo, da soggetti portatori di interessi collettivi, organi di informazione e chi più ne ha, più ne metta. In realtà, la presenza di soggetti che richiedono somme di denaro, senza averne titolo, è una costante sempre più affermata e ricorrente da quelle parti.
Alla luce di questa tendenza consolidata si renderebbe quanto mai inderogabile un nuovo e ben strutturato piano del traffico e dei parcheggi che consentirebbe anche, secondo quanto più volte affermato dalle amministrazioni comunali uscente ed in carica, di prendere in considerazione l’ipotesi di ristrutturare il parcheggio interrato di piazza XX Settembre.
Nel frattempo, però, nulla sembra muoversi all’orizzonte e, per gli abusivi, sono sempre affari e sogni d’oro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400