Sabato 20 Luglio 2019 | 17:45

NEWS DALLA SEZIONE

L'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 
L'incidente
Minervino Murge, auto fuori strada: muore donna di 58 anni

Minervino Murge, auto fuori strada: muore donna di 58 anni

 
Il rogo
Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

 
Sicurezza e piano traffico
Jova Beach Party, sindaco di Barletta: «Grande occasione per la città»

Jova Beach Party, sindaco di Barletta: «Grande occasione per la città»

 
Rifiuti
Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

 
Il caso
Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

 
Il caso
Barletta, sindaco insultato su Facebook sporge denuncia

Barletta, sindaco insultato su Facebook sporge denuncia

 
Arte in cucina
Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

 
La paura
Barletta, 50enne grave dopo puntura di vedova nera: salvato da antidoto

Barletta, 50enne grave dopo puntura di vedova nera: salvato da antidoto

 
Il festival
Trani è tutta un tango con Zotto e Guspero, tra i ballerini più bravi al mondo

Trani è tutta un tango con Zotto e Guspero, tra i ballerini più bravi al mondo

 
Rifiuti sospetti
Barletta, degrado in via Bellini: scatta denuncia al Noe

Barletta, degrado in via Bellini: scatta denuncia al Noe

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatL'evento
Barletta, fibrillazione per il Jova Beach Party: sul palco Jovanotti con i Sud Sound System

Barletta, fibrillazione per il Jova Beach Party: sul palco Jovanotti con i Sud Sound System

 
PotenzaL'operazione
Basilicata, lotta allo spaccio, controlli dei cc: 5 denunciati

Basilicata, lotta allo spaccio, controlli dei cc: 5 denunciati

 
HomeLa tragedia
Foggia, scontro tra auto della Finanza e scooter: muore 15enne

Foggia, scontro tra auto della Finanza e scooter: muore 15enne

 
BariSanità
Asl Bari, liste d'attesa troppo lunghe: da ora si cambia

Asl Bari, liste d'attesa troppo lunghe: da ora si cambia

 
HomeL'allarme
La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

 
Calcio LecceGiallorossi
Muore a 82 anni ex patron del Lecce Giovanni Semeraro

Muore a 82 anni ex patron del Lecce Giovanni Semeraro

 
BrindisiDal 1 settembre
Ostuni dice stop alla plastica nei locali

Ostuni dice stop alla plastica nei locali

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 

i più letti

Il fenomeno

Trani, parcheggiatori abusivi in azione vicino al Tribunale

Dietro corrispettivo fanno sistemare le auto fuori delle strisce blu

parcheggiatore abusivo

Un parcheggiatore abusivo all'opera

TRANI - È sempre più critica la situazione dei parcheggi abusivi nei capoluoghi della Bat. A Trani, però, il paradosso è che questo avvenga persino all’ombra del Tribunale.
Infatti, dopo il soggetto che «gestisce», senza titolo, lo sterrato dell’ex cantiere di palazzo Carcano, da alcune settimane è rispuntato un parcheggiatore abusivo, già vecchia conoscenza del luogo, che si adopera in maniera più che plateale per fare sistemare decine e decine di vetture al di fuori delle strisce blu, e quindi in divieto di sosta. Oltre questo, ovviamente, chiede e ottiene una somma «a piacere».

In questo modo gli spazi di manovra e circolazione si sono ridotti davvero al lumicino, mentre nessun provvedimento, allo stato, risulta essere stato adottato dagli organi preposti a fare rispettare le regole.
Le foto documentano un fenomeno consolidato da anni, senza che si ponga un concreto rimedio da parte di chicchessia.
I parcheggiatori abusivi organizzao un servizio extra rispetto al parcheggio a pagamento istituzionale, delimitato da strisce blu.
Infatti, dopo che le vetture hanno riempito tutti gli stalli disponibili, loro fanno affiancare altri veicoli a quelli già parcheggiati e, molto spesso, creano una doppia fila con ulteriori macchine, dai cui proprietari ottengono somme in denaro.
Così, gli spazi di transito si riducono sempre più, il caos aumenta ed i disagi si moltiplicano in misura esponenziale.
Tanto per citarne uno, gli automobilisti che hanno regolarmente pagato il grattino, oppure hanno scalato una somma dal credito del parcheggio tramite applicazioni sugli smartphone, spesso si vedono bloccati da vetture parcheggiate alle loro spalle grazie all’attività degli abusivi. E sono costretti ad attendere e perdere tempo prezioso, trattandosi spesso di professionisti che devono fare la corsa con l’orologio.

Ci sono telecamere della Polizia locale, che inquadrano la zona 24 ore su 24, e ci sarebbero anche gli ausiliari del traffico di Amet, gestore del parcheggio a pagamento. Ma loro non hanno poteri di sanzionamento diretto, né di polizia giudiziaria: possono solo segnalare le anomalie, come quasi sempre fanno, a Polizia locale e/o forze dell’ordine.
E neanche possono essere sempre presenti sul luogo, soprattutto dopo che lo stesso si è riempito di auto al limite della capienza: quando ciò accade, i controlli si spostano, inevitabilmente, nelle altre zone del servizio a pagamento.
A maggior ragione, piazza Re Manfredi diventa zona di esclusiva competenza degli abusivi, e più volte il fenomeno è stato denunciato a vario titolo da automobilisti che non accettano l’imposizione di un pizzo, da soggetti portatori di interessi collettivi, organi di informazione e chi più ne ha, più ne metta. In realtà, la presenza di soggetti che richiedono somme di denaro, senza averne titolo, è una costante sempre più affermata e ricorrente da quelle parti.
Alla luce di questa tendenza consolidata si renderebbe quanto mai inderogabile un nuovo e ben strutturato piano del traffico e dei parcheggi che consentirebbe anche, secondo quanto più volte affermato dalle amministrazioni comunali uscente ed in carica, di prendere in considerazione l’ipotesi di ristrutturare il parcheggio interrato di piazza XX Settembre.
Nel frattempo, però, nulla sembra muoversi all’orizzonte e, per gli abusivi, sono sempre affari e sogni d’oro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie