Lunedì 25 Marzo 2019 | 08:24

NEWS DALLA SEZIONE

La storia
Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

 
Il caso
Canosa, «Datemi i soldi per la droga» e minaccia gli anziani genitori: arrestato

Canosa, «Datemi i soldi per la droga» e minaccia gli anziani genitori: arrestato

 
Parla un imprenditore
Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

 
Il caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 
Analisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
È intervenuta la polizia
Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

 
Nel nordbarese
Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

 
Casa Leopold
Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

 
Il Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
L'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
Le dichiarazioni
Barletta, sciopero clima, le parole di Don Serio: «Giovani sognatori e profetici»

Barletta, sciopero clima, le parole di Don Serio: «Giovani sognatori e profetici»

 

Il Biancorosso

DOPO I 5 ANNI DI DASPO
La difesa dello steward della Turris"False accuse e tanta cattiveria"

La difesa dello steward della Turris
"False accuse e tanta cattiveria"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa storia
Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

 
Lecce
Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

 
TarantoAmbiente
Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

 
FoggiaAnche lei premiata da Mattarella
È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

 
MateraDroga
Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

 
BrindisiIl caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
Altre notizie HomeTra sacro e profano
Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

 

La vicenda

Barletta, ascensore fantasma in stazione: tanti i disagi per i disabili

Alla stazione centrale continua la vergogna. Ma Rfi non risponde

Entra in stazione  con un grosso coltello arrestato un romeno

BARLETTA - La vergogna continua. Negati i diritti dei diversamente abili e di chi ha mobilità ridotta. Tutto questo alla stazione ferroviaria di Barletta dove l’ascensore è sempre fermo. La Gazzetta lo scorso 3 Novembre aveva documentato i disagi che ogni giorno si vivono ma da Rfi Rete Ferroviaria Italiana nessun cenno di risposta. Silenzio assoluto. Evidentemente non è un loro problema. I diversamente abili e tutti coloro che hanno, loro malgrado, una mobilità ridotta sappiano che vivranno la beffa di continuare ad «ammirare» un ascensore che non è in funzione. Una circostanza comunicata con un laconico cartello «ascensore non in servizio» senza un cenno di scuse e, sopratutto, senza una indicazione di quando potrà andare in funzione.
Chi siede su una sedia a rotelle e deve prendere un treno che parte da secondo binario deve far ricorso alla assistenza di premurosi addetti. Inconcepibile per quale strana ragione non debba poterlo fare autonomamente.

Allora riproponiamo alcuni quesiti al direttore di produzione territoriale di Bari Giuseppe Marta che solo qualche giorno fa era a Bisceglie per presentare il «nuovo look per la stazione di Bisceglie» precisando nel comunicato che «entro il 2018 Rfi completerà gli interventi di riqualificazione anche nelle stazioni di Molfetta e Trani». Barletta? Non pervenuta.
Ecco le domande: i lavori sono in corso? Sono infiniti? Ma perchè tutto questo? Quando termineranno questi lavori e si potrà evitare che si ripetano queste situazioni?

Sulla questione tuona Romeo Tuosto responsabile «Ufficio politiche sulla disabilità» della Cgil: «È assurdo che vi sia questa discriminazione. Al più presto e senza perdere altro tempo, si renda la stazione di Barletta accessibile in tutto e per tutto a chi ha difficoltà di movimento».

Riccardo Memeo, presidente della commissione «Affari socio-sanitari - sport e tempo libero» del Consiglio comunale chiede spiegazioni «in merito a questa situazione che arreca tutta una serie di gravissimi disagi». «Convocheremo il responsabile tecnico in Commissione per sapere cosa sta accadendo e conoscere quando la stazione di Barletta diventi un luogo totalmente accessibile ai diversamente abili», ha concluso. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400