Lunedì 18 Gennaio 2021 | 21:59

NEWS DALLA SEZIONE

Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 
Teatro
Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

 
Agroalimentare
Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

 
L'inchiesta
Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

 

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barile indagini
Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

 
Lecceoperazione dei CC
Racale, in due circostanze tenta rapina con arma giocattolo: fugge a mani vuote e viene arrestato

Racale, in due circostanze tenta rapina con arma giocattolo: fugge a mani vuote e viene arrestato

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
Tarantocontrolli del CC
Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

 
Covid news h 24prevenzione
Foggia, oltre 2.500 operatori sanitari sottoposti a vaccino anti Covid

Foggia, oltre 2.500 operatori sanitari sottoposti a vaccino anti Covid

 
Potenzala protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
MateraControlli della polizia
Pisticci, in auto con con la droga: arrestati due giovani pusher

Pisticci, in auto con la droga: arrestati due giovani pusher

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Inchiesta Off Shore

Barletta, yacht preso beffando
il Fisco: nessun colpevole

Prescritto il reato per l'imprenditore accusato di aver intascato soldi a nero dalla vendita di appartamenti. L'indagine della Gdf

Barletta,  yacht preso beffandoil fisco: nessun colpevole

TRANI - Nessuna condanna a conclusione del processo di primo grado “Offshore” celebratosi davanti al Tribunale di Trani. Il collegio presieduto da Giulia Pavese ha dichiarato estinto per prescrizione il reato di “trasferimento fraudolento di valori” contestato all’imprenditore edile barlettano Antonio Chiarazzo (70enne) ed assolto dall’accusa di concorso in riciclaggio “perché il fatto non sussiste”, il suo commercialista Raffaele Palmieri, 58enne barlettano, ed il 60enne faccendiere milanese, ma residente a Londra, Marco Acquistapace. Dunque, nessuna pena ed il conseguente svincolo delle somme sequestrate in via cautelare.

Tra 90 giorni le motivazioni della sentenza che chiude, di fatto, l’echeggiante inchiesta che nel 2013 accese i riflettori su una serie di rapporti contabili e sul lussuoso panfilo di 23 metri “Nadara”: di qui il nome dell’operazione, battezzata “Offshore”
Secondo l’accusa che nel 2014 portò al rinvio a giudizio, gli imputati avrebbero, a vario titolo, occultato le ingenti somme a nero non dichiarate nei rogiti notarili per la vendita di immobili.

L’indagine “Offshore” rappresentò, infatti, una costola dell’inchiesta “Paradisi Perduti” sui molti quattrini sfuggiti ad imposizione fiscale in occasione di compravendite immobiliari. In quell’indagine fu coinvolto pure Chiarazzo, che anche in quel caso, in grado appello, sentì dichiarata prescritta della sua contestazione.

Per quanto ricostruì l’inchiesta condotta dall’allora comandante della Guardia di Finanza di Barletta, Giulio Leo, cui subentrò il col. Giuseppe Cardellicchio, la presunta «lavatrice» Acquistapace sarebbe stato la cosiddetta “lavatrice”, attraverso la società ad hoc Silver Trend Ltd, di cospicui guadagni a nero di Chiarazzo per l’acquisto, almeno nelle intenzioni, di una nuova barca: “Nadara 78”, un panfilo di 23 metri di lunghezza commissionato ad un cantiere di Massa.

Il 20 giugno 2013 l’inchiesta sfociò nel decreto di sequestro preventivo per 1 milione e 120mila euro del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trani, Luca Buonvino. All’effettivo atto del sequestro la Guardia di Finanza riuscì a bloccare una somma inferiore sui conti correnti bancari riconducibili all’imprenditore edile: circa 300mila euro. Secondo l’originaria accusa Palmieri (difeso dall’avvocato Rinaldo Alvisi) ed Acquistapace (difeso dall’avv. Salvatore Achenza) avrebbero compiuto operazioni “volte a sostituire denaro provento di evasione fiscale di Chiarazzo (difeso dall’avvocato Vincenzo Papeo) con un nuovo bene (la lussuosa barca, per l’appunto) intestato fittiziamente alla società inglese; ostacolando così l’identificazione della provenienza delittuosa delle somme di denaro impiegate nell’acquisto del bene di lusso”.

Come fu evidenziato dalla Procura in occasione della conferenza stampa successiva al sequestro, il “nero” costituito dalle maggiori somme non indicate nei rogiti sarebbe dovuto pur finire da qualche parte ma occorreva fare le cose per bene ed avvalersi di gente “qualificata”. Perché il lusso andava goduto ma non intestato. Per non destare facili sospetti e far immediatamente emergere cioè che nei rogiti delle vendite immobiliari era stato abilmente sommerso, facendosi versare in contanti, ed a nero, il maggior prezzo imposto agli acquirenti.

Al cuore di Londra a società del “faccendiere italiano” il cui core-business sarebbe stato “ripulire il nero” occultando e proteggendo l’effettivo proprietario del bene di lusso, provento dei guadagni non dichiarati e dunque non tassati.
Ora, però, giunge la sentenza di primo grado che assolve il commercialista ed il faccendiere e salva con la prescrizione l’imprenditore Chiarazzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie