Domenica 07 Agosto 2022 | 17:38

In Puglia e Basilicata

studi e ricerche

Bari, un laboratorio nazionale in rete per la transizione energetica

Bari, un laboratorio nazionale in rete per la transizione energetica

Il progetto coinvolge altre università italiane e il Politecnico barese ha partecipato al test con il laboratorio "LabZERO"

16 Aprile 2022

Redazione online

BARI - L'unione fa la forza. Il detto vale soprattutto per la ricerca scientifica impegnata sulla transizione energetica che prevede al 2050 una quasi completa elettrificazione dei consumi energetici che passerebbero dall’attuale 22 % in ambito UE al 70-80 %. Su questo principio si basa il grande laboratorio nazionale, in rete, “ENET-RTLab”, specializzato in studi e ricerche finalizzati allo studio delle infrastrutture elettriche e alle tecnologie per la transizione energetica.

“ENET-RTLab”, trova la sua forza nella sommatoria delle singole capacità dei laboratori di settore presenti presso le sedi universitarie di: Politecnico di Bari, Università di Genova, Università di Napoli “Federico II”, Politecnico di Torino e del centro ricerche, Joint Research Center della Commissione Europea (sede a Ispra) aderenti al Consorzio ENSiEL (controllato dai ministeri MIUR e Sviluppo economico), punto di riferimento nazionale negli studi di energetica elettrica. “ENET-RTLab” è stato presentato e testato l'11 aprile scorso. Il Poliba, ha partecipato con il suo laboratorio, “LabZERO”, attrezzato per poter svolgere apposite simulazioni di tipo Power Hardware-in-the-Loop.

Nel corso della diretta on line è stata eseguita la prima co-simulazione real-time in ambito nazionale su un modello di rete elettrica. Essa ha consentito la possibilità di condividere oltre a risorse di calcolo, anche strumentazione, sistemi di monitoraggio e controllo in tempo reale, di intere test-facility come ad esempio smart-grids o parti di un sistema elettrico. La creazione di questo grande laboratorio diffuso permetterà di estendere la capacità di sperimentazione del sistema universitario ed industriale nazionale nel settore elettrico e dell’energia. ENET-RTLab si propone infatti, di favorire una collaborazione tra università e centri di ricerca per facilitare, nel processo di transizione energetica, il decision making istituzionale e industriale, la ricerca e sviluppo di nuove tecnologie e la loro verifica e certificazione per il trasferimento tecnologico.

Nel corso dell'evento, Francesco Cupertino, Rettore del Poliba ha sostenuto l’importanza di questa iniziativa nel percorso di elettrificazione dei servizi nella transizione energetica, sottolineando le sinergie con i prossimi investimenti del PNRR mentre per il prof. Massimo La Scala, Scientific Board di ENET-RTLab e referente di LabZERO Poliba, «questa tipologia di laboratorio permetterà di superare l’approccio multi-disciplinare e favorirà lo sviluppo di vere competenze inter-settoriali sempre più necessarie nel mondo dell’energia. Questo tipo di esperienza potrà sicuramente risultare utile sia ai nostri ricercatori ma anche ai nostri studenti».

All'evento sono inoltre intervenuti: il prof. Filippo De Rossi dell’Università di Napoli “Federico II” e Segreteria Tecnica MUR, il dr. Szymanski, Direttore del JRC-C Energy, Climate & Transport, il prof. Domenico Villacci, Direttore di EnSiEL, e i proff. Ettore Bompard (Politecnico di Torino); dr. Marcelo Masera, JRC-C3 Energy Security, Distribution & Markets, prof. Antonello Monti, RWTH Aachen, e il prof. Francesco Profumo Politecnico di Torino e Ex-Ministro MIUR.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725