Sabato 27 Febbraio 2021 | 23:20

NEWS DALLA SEZIONE

L'appello
Bari, vaccini anti-Covid: «Priorità anche per la Polizia Locale»

Bari, vaccini anti-Covid: «Priorità anche per la Polizia Locale»

 
Nel barese
In trasferta dalla Sicilia a Monopoli per molestare showgirl: divieto di dimora in Puglia per un fan ossessionato

In trasferta dalla Sicilia a Monopoli per molestare showgirl: divieto di dimora in Puglia per un fan ossessionato

 
Sanità
Morti legionella, il Policlinico di Bari chiede il dissequestro dei padiglioni. Dal 3 marzo torna dg Migliore

Morti legionella, il Policlinico di Bari chiede il dissequestro dei padiglioni. Dal 3 marzo torna dg Migliore

 
Il video
«Luoghi del cuore», la Puglia è nella top ten

«Luoghi del cuore», la Puglia è nella top ten

 
Campagna vaccinale
Covid a Bari, altri 2 palazzetti per le vaccinazioni: il PalaCarrassi e il PalaLaforgia

Covid a Bari, altri 2 palazzetti per le vaccinazioni: il PalaCarrassi e il PalaLaforgia

 
La decisione
Parà barese morì dopo lancio, gip rigetta l'archiviazione del caso

Parà barese morì dopo lancio, gip rigetta l'archiviazione del caso

 
Salute
SMA NEONATALE

Puglia, arriva il sì allo screening neonatale obbligatorio per la Sma

 
Il caso
Bari, prete positivo al Covid: sanificata chiesa a Fesca e benedice la comunità su Fb

Bari, prete positivo al Covid: sanificata chiesa a Fesca e benedice la comunità su Fb

 
Mons. Satriano
Bari, l'arcivescovo è positivo al Covid ma non è ricoverato

Bari, l'arcivescovo è positivo al Covid ma non è ricoverato

 
Alla Zona indistriale
Bari, allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

Bari, falso allarme bomba: evacuata la Motorizzazione dopo telefonata anonima

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaTragedia sfiorata
Auto esce di strada tra Foggia e Manfredonia e si ribalta: due persone ferite

Auto esce di strada tra Foggia e Manfredonia e si ribalta: 2 persone ferite

 
Leccel'aggressione
Cannole, bambina azzannata alla gola da un cane: ricoverata in codice rosso

Cannole, bambina azzannata alla gola da un cane: ricoverata in codice rosso

 
PotenzaCoronavirus
«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

 
TarantoIl caso
Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

 
BatL'episodio
Trani, a fuoco portone del sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

Trani, a fuoco portone sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

 
Covid news h 24Lotta al virus
Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

 
BrindisiIl ricordo
Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

 

L'inchiesta

Crac del deposito franco al porto di Bari, indagato anche Cassano

Coinvolte 5 persone. La Procura di Bari: bancarotta da 8 milioni, c'è anche il dg dell'Arpal

Crac del deposito franco al porto di Bari, indagato anche Cassano

Per dieci anni ha gestito nel porto di Bari un deposito franco doganale da cui venivano effettuate anche forniture alle missioni Nato nel Mediterraneo. La Work System è fallita nel novembre 2016 lasciando dietro di sé un buco da 8 milioni di euro di imposte non pagate, e per la Procura di Bari si tratterebbe di una bancarotta fraudolenta: è questa l’accusa contenuta nell’avviso di conclusione delle indagini che il pm Giuseppe Dentamaro ha fatto notificare nei giorni scorsi a cinque persone. Tra loro c’è anche Massimo Cassano, che della Work System è stato amministratore unico dal 2002 al 2008, dunque molto prima della nomina a sottosegretario al Lavoro e dell’attuale incarico di direttore generale dell’Arpal (l’agenzia per il lavoro della Regione Puglia).

L’inchiesta condotta dalla Finanza è stata aperta ad aprile 2020 e si muove in un terreno molto complesso dal punto di vista normativo come quello del commercio con l’estero in esenzione di imposta. Negli scorsi anni la Work System era stata sottoposta a una verifica fiscale da cui era emerso il mancato pagamento dell’Iva, ma la relativa cartella è stata poi annullata dalla Commissione tributaria con sentenza confermata anche in appello: i depositi franchi - che a seguito dell’entrata in vigore del nuovo Codice doganale europeo non esistono più - godevano di un particolare regime fiscale, cioè la sospensione di Iva e dazi sulle merci destinate all’esportazione. Un esempio sono appunto le forniture per le missioni militari in Libano per cui la Work System aveva contratti con il ministero della Difesa. L’azienda barese (che gestiva spazi anche nelle aree doganali di altri porti pugliesi) nel frattempo è fallita, e una relazione del curatore, Ornella Latartara, ha segnalato una serie di possibili irregolarità tra cui la sparizione di una parte dei documenti contabili.

E’ per questo che la Procura contesta al liquidatore della Work System, Francesco Noviello, 62 anni, di Bitonto, l’accusa di bancarotta per distrazione. Oltre ad aver fatto sparire circa 130mila euro di denaro dai conti correnti, il ragioniere – si legge nel capo di imputazione – «per nascondere la gestione opaca e dolosa della società fallita sottraeva e distruggeva (anche mediante omessa istituzione) i libri e le altre scritture contabili obbligatorie (…) e tutto il resto della contabilità da luglio 2016 sino al fallimento». Per Cassano e per le altre quattro persone che nel corso degli anni si sono avvicendate come amministratori della società l’accusa è invece di concorso in bancarotta fraudolenta perché «omettevano sistematicamente il pagamento dell’Ires, dell’Iva e dell’Irap sino a raggiungere debiti per otto milioni anche per effetto di sanzioni e interessi che erodevano completamente il patrimonio societario».

L’avviso di conclusione delle indagini prelude normalmente alla richiesta di rinvio a giudizio. Negli interrogatori di settembre davanti alla Finanza gli indagati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, ritenendo necessario prima esaminare gli atti alla base delle contestazioni. Le accuse - dicono - non appaiono fondate. «L’insussistenza dei fatti addebitati al dottor Cassano - dice l’avvocato Gaetano Castellaneta, che difende il manager insieme a Luca Castellaneta - si evince chiaramente dagli atti di indagine. Mentre il mio assistito ricopriva il ruolo di amministratore della Work System, non ha mai ricevuto la notifica di contestazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate. Pertanto, anche attraverso memorie difensive, dimostrerò la estraneità del dottor Cassano e solleciterò la richiesta di archiviazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie