Mercoledì 25 Novembre 2020 | 09:26

NEWS DALLA SEZIONE

25 Novembre
Bari, violenza contro le donne: calano gli omicidi, aumentano le denunce per stupri e maltrattamenti

Violenza contro le donne nel Barese: calano gli omicidi, aumentano le denunce per stupri e maltrattamenti

 
La polemica
Bari, prof sospeso dopo frasi sessiste replica al Rettore: «Nessun passo indietro, parole fraintese»

Bari, prof sospeso dopo frasi sessiste replica al Rettore: «Nessun passo indietro, parole fraintese»

 
Il nuovo impianto
Bari, si accendono le luci nel parco della Caserma Rossani: il videotour di Decaro

Bari, si accendono le luci nel parco della Caserma Rossani: il videotour di Decaro

 
Covid 19
Bari, sindacati denunciano: operatrice Amiu positiva «ha continuato a lavorare». Il caso finisce in aula

Bari, sindacati denunciano: operatrice Amiu positiva «ha continuato a lavorare». Il caso finisce in aula

 
Il caso
Covid 19, focolaio in una Rssa di Bari: 28 contagi e 6 decessi

Covid 19, focolaio in una Rssa di Bari: 28 contagi e 6 decessi

 
Dopo le elezioni
Puglia, la nuova Giunta di Emiliano

Puglia, ecco la prima riunione della nuova Giunta di Emiliano

 
Il virus
Covid, lo sfogo di un anestesista: il terrore, il silenzio e quegli sguardi che ti chiedono aiuto

Covid, lo sfogo di un anestesista: il terrore, il silenzio e quegli sguardi che ti chiedono aiuto

 
La nomina
Bari, il nuovo arcivescovo mons. Satriano arriva il 25 gennaio

Bari, il nuovo arcivescovo mons. Satriano arriva il 25 gennaio

 
La decisione
Covid 19, all'Università di Bari didattica a distanza fino al 31 gennaio 2021

Covid 19, all'Università di Bari didattica a distanza fino al 31 gennaio 2021

 
Iniziativa Soroptimist
Violenza alle donna, in caserma Cc Bari una «stanza tutta per sé» dedicata alle vittime

Violenza alle donne, in caserma Cc Bari una «stanza tutta per sé» dedicata alle vittime

 
A Poggiofranco
Covid, 19 multati: giocavano in un circolo. A Taranto, sanzioni a 34 datori di lavoro in 3 mesi

Covid, 19 multati: giocavano in un circolo. A Taranto, sanzioni a 34 datori di lavoro in 3 mesi

 

Il Biancorosso

SERIE C
Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bari25 Novembre
Bari, violenza contro le donne: calano gli omicidi, aumentano le denunce per stupri e maltrattamenti

Violenza contro le donne nel Barese: calano gli omicidi, aumentano le denunce per stupri e maltrattamenti

 
BatIl caso
Covid 19 a Barletta, troppe salme in attesa al cimitero: il Comune lo chiude

Covid 19 a Barletta, troppe salme in attesa al cimitero: il Comune lo chiude

 
TarantoIl siderurgico
Conte: «A ore definiamo l'accordo con Mittal per l'ex Ilva»

Conte: «A ore definiamo l'accordo con Mittal per l'ex Ilva». Il sindaco di Taranto: «Preoccupati dal negoziato»

 
FoggiaIl virus
Decessi per Covid 19, in Puglia è Foggia in testa dopo i dati del weekend

Decessi per Covid 19, in Puglia è Foggia in testa dopo i dati del weekend

 
LecceMusica
Ecco «Cut the Tongue»: brividi intensi di progressive rock

Ecco «Cut the Tongue»: brividi intensi di progressive rock

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus Basilicata, 268 positivi su 1826 tamponi. Nel weekend 16 i morti

Coronavirus Basilicata, 268 positivi su 1826 tamponi. Nel weekend 16 i morti. Calo nelle terapie intensive

 
MateraL'indagine
Matera, uccise 84enne dopo lite per spostare rifiuti: arrestato 55enne (aveva reddito cittadinanza)

Matera, uccise 84enne dopo lite per spostare rifiuti: arrestato 55enne (aveva reddito cittadinanza)

 
BrindisiOperazione dei Cc
Cellino San Marco, arrestato stalker 52enne: per gelosia perseguitava la sua ex

Cellino San Marco, arrestato stalker 52enne: per gelosia perseguitava la sua ex

 

Il caso

Bari, bando Oss revocato, si attinge da graduatoria Foggia: «Illusi e presi in giro»

La soluzione: «Si assumano i colleghi per liberare posti nel settore privato»

Anziani malati cronici: una rete per loro

«Come volevasi dimostrare. Ci hanno dato il benservito». L’amarezza è evidente sul volto di Lucia Vallarelli, uno degli operatori socio sanitari ad aver partecipato all’avviso pubblico del Policlinico (del 12 novembre) finalizzato al reclutamento urgente di 70 lavoratori e quindi al potenziamento dell’organico in un momento di emergenza causato anche da un rilevante numero di positivi negli ospedali. La direzione generale la scorsa settimana ha infatti deliberato un bando per la formazione di un elenco di candidati disponibili a prestare la propria attività nelle unità che trattano i pazienti affetti da Covid-19. A distanza di pochi giorni, però, è sopraggiunta la doccia fredda per coloro i quali avevano partecipato: prima il blocco e poi, su proposta della responsabile dell’ufficio del personale, la revoca dell’atto che avrebbe dovuto consentire l’impiego immediato a chi era ormai convinto di aver ottenuto una posizione lavorativa. «Sono stata la quinta a inoltrare la domanda - spiega Vallarelli - e sono stata convocata lunedì scorso. Avrei dovuto fare il tampone e sottopormi alle visite mediche. Poi, tutto è cambiato perché è arrivata una comunicazione con cui si annullava l'appuntamento previsto».

Le motivazioni (già spiegate dalla Gazzetta) stanno tutte nella delibera (numero 1488) di avanti ieri (avente appunto in oggetto le revoca della delibera del 12 novembre) con la quale si prende atto di due aspetti: la possibilità (peraltro già nota) di attingere dagli idonei del concorso unico regionale indetto a Foggia, visto che nell’ambito del piano di fabbisogno 2019-2021, approvato nel giugno scorso, era prevista l’assunzione di operatori socio-sanitari mediante l’utilizzo di quella graduatoria, rimasta l’unica in Puglia con circa 12mila persone in attesa di sistemazione; e la richiesta (del 17) del Policlinico agli Ospedali Riuniti di Foggia di potervi far ricorso, cui hanno fatto seguito l’assenso (con risposta del 18 novembre) e la preparazione di una lista di operatori pronti a prendere subito servizio al Policlinico e al Pediatrico Giovanni XXIII.

Dal nosocomio barese giunge voce che l'iniziale (e irrituale) procedura sia stata decisa per superare proprio le difficoltà a reperire personale disposto ad accettare un contratto senza garanzie, cioè di una durata di pochi mesi, sostanzialmente sino alle presunta fine dell’emergenza, e per di più regolato secondo i criteri del lavoro autonomo. L’iniziativa di ripiego ha però scatenato la protesta (e l’invio di messaggi al numero di Michele Emiliano) degli aventi diritto («chiediamo da tempo risposte dopo la promessa che si sarebbe attinto solo dalla nostra graduatoria invece si continuano a mettere in atto bandi pubblici come quello di Bari») e l’intervento della Cgil Funzione pubblica Bari che, con una lettera a firma del segretario generale Luigi Lonigro, ha intimato di revocare l’avviso minacciando una mobilitazione e una istanza alla Corte dei Conti. La retromarcia è giunta presto: in queste ore gli oss sono in arrivo da Foggia per firmare il contratto (a tempo determinato di 6 mesi) e martedì prossimo ci sarà un incontro con i sindacati per discutere non solo questo (l’obiettivo è ovviamente un futuro vincolo a tempo indeterminato), ma anche altri punti all’ordine del giorno (regolamento buoni mensa, premialità Covid-19, varie ed eventuali) riguardanti l’intero comparto.

Il rispetto della legge non si discute, ma è pur vero che il ritiro del bando delle beffe ha di fatto penalizzato chi, involontariamente, prima ha sperato in una occupazione e poi si è ritrovato con un pugno di mosche (in molti, per rispondere all’avviso pubblico poi ritirato, si stavano spostando dalle rispettive residenze, anche dal Nord). «Ero sicura - spiega Vallarelli - di ottenere un contratto perché era scritto a chiare lettere che gli incarichi sarebbero stati offerti secondo l’ordine di arrivo delle domande e su disponibilità immediata. Non voglio togliere il posto a nessuno, ma questa mi sembra un’ingiustizia. Prima di fare avvisi di quel tipo è il caso di riflettere bene, di pensare che non siamo dei pacchi postali. Mi aspetto come minimo delle scuse. La conclusione è che ci sono persone che resteranno disoccupate e che non riusciranno mai a inserirsi fin quando non si esaurirà quella graduatoria. Se finalmente si assumesse chi ha diritto potremmo trovare impiego almeno nel privato, visto che ora molti rifiutano di entrare nel pubblico perché hanno contratti a tempo indeterminato altrove. Sto attendendo anche quel che accadrà quando saranno realizzati gli ospedali da campo previsti. Vorrei ricordare che gli operatori socio-sanitari sono essenziali per l’assistenza e la cura dei pazienti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie