Venerdì 16 Aprile 2021 | 04:43

NEWS DALLA SEZIONE

la sentenza
Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Striscgiuglio condannata a 16 mesi

Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Strisciuglio condannata a 16 mesi

 
La novità
Bari, nasce Apulia business hub per la formazione dei manager

Bari, nasce Apulia business hub per la formazione dei manager

 
Lavoro
Bari, 10 giovani ingegneri assunti al Nuovo Pignone

Bari, 10 giovani ingegneri assunti al Nuovo Pignone

 
L'annuncio
L'ospedale Monopoli-Fasano prendete forma. «Oggi una data storica»

L'ospedale Monopoli-Fasano prende forma: «Oggi una data storica»

 
La ristrutturazione
Cus Bari, lavori in corso

Cus Bari, lavori in corso

 
nel Barese
Molfetta, cani avvelenati con topicidi: è allarme

Molfetta, cani avvelenati con topicidi: è allarme

 
Povertà
Bari, la baraccopoli di Corso Italia

Bari, la baraccopoli di Corso Italia

 
Tecnologia
Bari, riabilitazione respiratoria post-Covid a distanza per una 13enne

Bari, riabilitazione respiratoria post-Covid a distanza per una 13enne

 
nel Barese
Palo del Colle, in casa con oltre 1 chilo di marijuana: arrestato 33enne insospettabile

Palo del Colle, in casa con oltre 1 chilo di marijuana: arrestato 33enne insospettabile

 

Il Biancorosso

Serie C
Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantocontrolli guardia costiera
Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due persone denunciate

Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due denunciati

 
Potenzala preoccupazione
Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

 
Barila sentenza
Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Striscgiuglio condannata a 16 mesi

Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Strisciuglio condannata a 16 mesi

 
Foggiala nomina
Foggia, comandante provinciale Gdf di Potenza entra nella Giunta Landella

Foggia, comandante provinciale Gdf di Potenza entra nella Giunta Landella

 
Batla video-denuncia
Andria, ragazzini appiccano incendio all'esterno del Palazzetto dello sport: «Mi cadono le braccia»

Andria, ragazzini appiccano incendio all'esterno del Palazzetto dello sport: «Mi cadono le braccia»

 
LecceMotori
Casarano, da domani il 27esimo rally

Casarano, da domani il 27esimo rally

 
BrindisiNel Brindisino
Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

 
MateraIl caso
Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

 

i più letti

protocollo d'intesa

Bari, porto turistico a San Cataldo: 261 posti barca

Autorità Portuale e Cassa depositi e prestiti a braccetto per individuare il soggetto privato che gestirà l’approdo

Porto turistico, boom di presenze eccellenti

BARI -  Maquillage e riqualificazione del molo San Cataldo, creazione dell’approdo turistico e sviluppo del rapporto città-porto, l’Autorità portuale del mare Adriatico meridionale si avvale della partnership di Cassa depositi e prestiti (Cdp).
In particolare Cassa depositi e prestiti supporterà l’Authority fornendo attività di consulenza tecnico-amministrativa per la progettazione, l’esecuzione e lo sviluppo del partenariato pubblico-privato relativamente alle infrastrutture di diverse aree strategiche nei porti di Bari e Brindisi. Inoltre, Cdp valuterà eventuali richieste di finanziamento da parte dell’Authority, fornendo il supporto necessario a favorire il perfezionamento dell’iter.

ACCORDO -  I due enti hanno appena firmato un protocollo d’intesa, frutto dell’impegno di Francesco Paolicelli (responsabile dei rapporti con le istituzioni per il Sud Italia, ex dello staff del sindaco Decaro) volto a rafforzare il rapporto di cooperazione mirata a favorire e accelerare la realizzazione di infrastrutture di sviluppo delle aree portuali.

Nello specifico, tra i progetti inseriti nell’accordo relativamente allo scalo portuale del capoluogo ci sono gli interventi volti a trasformare il molo San Cataldo attraverso la realizzazione del porto turistico e di una darsena destinata all’attracco di tre pattugliatori della Capitaneria di Porto e dei relativi equipaggi, come da accordi con la stessa Autorità portuale.
valorizzazione Il progetto di fattibilità del porto turistico rientra nell’ambito del più ampio intervento di sistemazione e valorizzazione del molo San Cataldo. La banchina, una volta realizzata, consentirà l'approdo di barche da diporto (si stimano in 261 i posti da creare) con lunghezza superiore a 12 metri, ma soprattutto permetterà l’attracco dei grandi yacht, spesso alle prese con problemi di pescaggio e di spazi adeguati, poiché troppo grandi per ancorarsi nei piccoli porti ma in difficoltà per avere accesso nei porti commerciali.

Investimento -  L’intervento è finanziato con fondi ministeriali per un importo di 36 milioni. L’Autorità portuale, che si è impegnata ad assumere la funzione di stazione appaltante per progettazione, direzione lavori, misura, contabilità delle opere e collaudo finale, mentre il compito del Comune sarà facilitare il percorso amministrativo per la realizzazione degli interventi.
Invece Cdp oltre ad affiancare l’Autorità portuale in tutte le fasi che porteranno alla realizzazione di queste opere strategiche, fornirà Il proprio prezioso know how nell’ottica della futura partnership con un soggetto privato deputato alla gestione e all’allestimento della stessa darsena. Al momento lo step più importante è la variante al piano regolatore del porto, che una volta approvata permetterà la realizzazione dell’infrastruttura.

OPPORTUNITA' -  «Avere come partner Cdp, uno dei pilastri dell’economia italiana, rappresenta un traguardo importante per Bari e per il porto alle prese con la “strana” stagione caratterizzata dal Covid 19», commenta il presidente dell’Autorità portuale Ugo Patroni Griffi, nel sottolineare come siano «pochissimi i porti prescelti dalle compagnie, in particolare in Adriatico solo Bari e Trieste». Quindi, Bari è sempre più un porto hub. «Da cui ci si imbarcherà, ma solo per le crociere. Ci saranno anche turisti che spenderanno del tempo e qualche notte a Bari o nella nostra bella regione», aggiunge il presidente.

«Il supporto di Cdp conferisce alla nostra azione strategica di infrastrutturazione dei porti di Bari e di Brindisi una solidità economico-finanziaria significativa. CDP ci fornirà supporto tecnico-amministrativo in una serie di interventi che abbiamo programmato per rendere i nostri porti maggiormente funzionali, operativi e competitivi», conclude Patroni Griffi.
sogno Si va così concretizzando ciò che il sindaco Antonio Decaro ha definito un sogno ovvero avere un vero approdo turistico a Bari. «Quest’opera ha davvero un valore strategico per Bari, che ogni anno migliora la sua performance di meta turistica - ha detto tempo addietro il primo cittadino -. In questo modo la nostra città si inserirà appieno anche in quella fascia di offerta turistica che punta ad un target differente, con servizi dedicati all’approdo degli yatch e all'accoglienza degli ospiti a bordo».

La valorizzazione e la riqualificazione dell’area portuale sotto l’aspetto logistico e organizzativo, oltre a favorire ulteriormente lo sviluppo turistico e commerciale, comporterà anche effetti ulteriori come la costruzione di oltre un centinaio di alloggi da destinare al personale e degli annessi servizi definiti dalla Capitaneria di Porto e dall’Autorità portuale, con cui il Comune ha stipulato un accordo di collaborazione.

Poco prima del nefasto avvento dell’emergenza Coronavirus, gli enti interessati avevano definito il programma operativo per l’attuazione dell’intervento destinato a mutare, assieme al restyling del lungomare, in maniera sostanziale il volto del quartiere assiso attorno al faro San Cataldo, a partire dalla possibilità di avere in quell’area nuovi servizi e attività dedicati ad un settore turistico che negli anni ha incontrato non poche difficoltà a svilupparsi.

Un obiettivo non secondario è poi integrare nel contesto urbano le attività previste dal progetto della Capitaneria, creando la necessaria osmosi tra il porto e il resto della città.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie