Martedì 11 Agosto 2020 | 12:20

NEWS DALLA SEZIONE

LA TRAGEDIA
Ruvo, malore fatale in spiaggia per un 82enne

Specchiarica, malore fatale in spiaggia per un 82enne di Ruvo di Puglia

 
LA FASE 3

Bari, ai dipendenti comunali il telelavoro fa bene: crollati i giorni di malattia

 
polizia locale
Bari, passa col rosso e si schianta contro distributore benzina: nei guai un 22enne

Bari, passa col rosso e si schianta contro distributore benzina: nei guai un 22enne

 
La decisione
Asl Bari recluta 50 psicologi: plauso dell'Ordine pugliese

Asl Bari recluta 50 psicologi: plauso dell'Ordine pugliese

 
Il lungomare di Bari Vecchia
I moli Sant'Antonio e San Nicola a Bari si rifanno il look: ok al progetto per la riqualificazione

I moli Sant'Antonio e San Nicola a Bari si rifanno il look: ok al progetto per la riqualificazione

 
SANITÀ
Da Gravina a Castellana: ecco 40mila euro per la ricerca

Da Gravina a Castellana: ecco 40mila euro per la ricerca

 
L'appello
Sei casi positivi di Covid 19 da rientro a Giovinazzo, il sindaco: «Restiamo in Puglia»

Covid 19, sei casi positivi da rientro a Giovinazzo, il sindaco: «Restiamo in Puglia»

 
Il caso
Porti Bari e Brindisi, accordo con Cdp per infrastrutture

Porti Bari e Brindisi, accordo con Cdp per infrastrutture

 
Il video
L'ultima cena del Continental a Bari: i clienti cantano «Senza te» e lo chef si commuove

L'ultima cena del Continental a Bari: i clienti cantano «Senza te» e lo chef si commuove

 
L'INTERVISTA
Michielin: il mio show «distanziato», ma come se fossimo allo stadio

Parola di Francesca Michielin: «il mio show «distanziato», ma come se fossimo allo stadio»

 
Criminalità
Bitonto, armati di pitsola rapinano auto a 3 donne che fanno benzina

Bitonto, armati di pistola rapinano auto a 3 donne che fanno rifornimento di benzina

 

Il Biancorosso

LEGA PRO
Fatti il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

Fatto il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccel'iniziativa
Benessere e fisioterapia, un «mare» di solidarietà

Benessere e fisioterapia, l'Ordine dei Medici supporta il progetto «Il mare di tutti»

 
BatIL RACCONTO
Nella Murgia di notte fino all'alba con Federico

Nella Murgia di notte fino all'alba con Federico

 
PotenzaPOLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
Tarantonel Tarantino
«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

 
FoggiaRIQUALIFICAZIONE
San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

 
BariLA TRAGEDIA
Ruvo, malore fatale in spiaggia per un 82enne

Specchiarica, malore fatale in spiaggia per un 82enne di Ruvo di Puglia

 
MateraCovid 19
Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

 

i più letti

ambiente

Costa Ripagnola, la perizia: «Non ci sono irregolarità, area non modificata»

La Serim risponde al Comune che vorrebbe annullare le autorizzazioni urbanistiche per il resort

Comitato Via: «Validi i permessi di Costa Ripagnola, ma potrebbe servire una variante»

La perizia di una docente di Geologia Applicata del Politecnico di Bari dimostrerebbe che nell’area di Costa Ripagnola «le quote del terreno sono praticamente le stesse e lo stato dei luoghi non ha subito variazioni ascrivibili a movimentazioni di terreno». La Serim dell’imprenditore Modesto Scagliusi va al contrattacco e si oppone alla revoca del parere di compatibilità urbanistica che farebbe decadere i permessi per il resort tra i trulli nell’area tra Cozze e Polignano. E dunque sabato la società ha depositato al Comune di Polignano le sue controdeduzioni: i motivi alla base della revoca avviata dieci giorni fa, secondo la Serim, sarebbero «pretestuosi» perché non ci sono mai state alterazioni non autorizzate dello stato dei luoghi.

Parliamo del progetto del resort di lusso che mira a trasformare i 10 trulli fronte mare in camere d’albergo con bar e ristorante. Dopo l’ok da parte della Regione di marzo 2019, le denunce degli ambientalisti hanno fatto scattare una indagine della Procura di Bari (l’area è finita sotto sequestro) e il Comune ha fatto dietrofront: la stessa Regione ha più volte scritto per chiedere riscontro all’esistenza di difformità tra quanto risulta dai documenti e la situazione reale dell’area sul mare.

Serim smentisce però la tesi dell’avvenuto tombamento di una lama (una formazione carsica del terreno), cioè quanto è stato denunciato dagli ambientalisti attraverso foto satellitari: l’esame dei rilievi aerofotogrammetrici - dice Serim - dimostrerebbe invece che tra il 1998 e il 2006 (quando la lama sarebbe scomparsa) non ci sono differenze nelle quote di livello del suolo. Respinta al mittente anche l’accusa di aver effettuato lavori non autorizzati tra il 2003 e il 2005, quando il Comune emise tre ordinanze di sospensione: i procedimenti, dice la Serim, si sono conclusi o «con il definitivo superamento delle originarie contestazioni» o con la loro decadenza. «Ne consegue - scrive la società - che allo stato attuale (e da oltre 15 anni!) non vi è alcun provvedimento sanzionatorio che acclari l’esistenza di interventi eseguiti in difformità rispetto ai titoli edilizi sull’area in esame. In mancanza di alcun provvedimento sanzionatorio valido ed efficace, il Comune non può dunque assumere che sussistano opere realizzate in difformità rispetto ai titoli a suo tempo rilasciati». E in ogni caso, le difformità «non avrebbero attinenza» con il progetto del resort, «che non prevede alcun intervento nell’area della “lama”» ed è «oggettivamente compatibile con la destinazione urbanistica dell’area».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie