Domenica 13 Giugno 2021 | 16:51

NEWS DALLA SEZIONE

Polizia locale
Bari, travolge due motociclisti e scappa: pirata della strada rintracciato a Valenzano

Bari, travolge due motociclisti e scappa: pirata della strada rintracciato a Valenzano

 
Nel Barese
Carbonara, accende in strada una batteria di fuochi d'artificio: denunciato

Carbonara, accende in strada una batteria di fuochi d'artificio: denunciato

 
La nota dell'Asl
Bari, seconda dose di AstraZeneca in anticipo a over60: il calendario

Bari, seconda dose di AstraZeneca in anticipo a over60: il calendario

 
L'intervento
Bari, 11enne operato d'urgenza all’Istituto Tumori: asportata una cisti di 15 cm che comprimeva il polmone

Bari, 11enne operato d'urgenza all’Istituto Tumori: asportata una cisti di 15 cm che comprimeva il polmone

 
Il salvataggio
Monopoli, 25enne cade da un terrazzo: soccorso in stile «alpino»

Monopoli, 25enne cade da un terrazzo: soccorso in stile «alpino»

 
L'analisi
Bari, «Idee radicalizzate e violente si combattono con la cultura»

Bari, «Idee radicalizzate e violente si combattono con la cultura»

 
La curiosità
Adelfia, le rondinelle appena nate reclamano il cibo dalla mamma

Adelfia, le rondinelle appena nate reclamano il cibo dalla mamma

 
I controlli
Covid, ben 389 sanzioni nel Barese negli ultimi 10 giorni in zona gialla

Covid, ben 389 sanzioni nel Barese negli ultimi 10 giorni in zona gialla

 
giustizia svenduta
Bari, «Il milione nascosto negli zainetti? Erano gli onorari del mio lavoro»

Bari, avvocato Chiariello: «Il milione nascosto negli zainetti? Erano gli onorari del mio lavoro»

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, De Laurentiis: «Polito è qui per vincere»

Bari, De Laurentiis: «Polito è qui per vincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNel Foggiano
Carlantino, il parroco viene trasferito: sindaco protesta e diserta messa S.Antonio

Carlantino, il parroco viene trasferito: sindaco protesta e diserta messa S.Antonio

 
BariPolizia locale
Bari, travolge due motociclisti e scappa: pirata della strada rintracciato a Valenzano

Bari, travolge due motociclisti e scappa: pirata della strada rintracciato a Valenzano

 
PotenzaNel Potentino
Melfi, scritte e atti vandalici contro sede del Pd. Letta su Twitter: «Non ci fermiamo»

Melfi, scritte e atti vandalici contro sede del Pd. Letta su Twitter: «Non ci fermiamo»

 
TarantoLadro seriale
Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

 
LecceIl gip: manca la prova
Covid, «Non contagiò paziente in studio»: archiviazione per un medico salentino

Covid, «Non contagiò paziente in studio»: archiviazione per un medico salentino

 
BrindisiIl virus
Covid 19, a Brindisi due casi accertati di variante indiana

Covid 19, a Brindisi due casi accertati di variante indiana

 
Materafelicità
Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

 

i più letti

Sanità

Bari, la protesta dei neomedici: «Troppo pochi i posti per le specializzazioni»

«Spazi nelle scuole solo per uno su due». Il sostegno anche del presidente dell'Ordine dei Medici, Filippo Anelli

Sanità, la protesta dei neomedici: «Troppo pochi i posti per le specializzazioni»

BARI - «Siamo stati sempre convinti che fare il medico fosse una professione stabile e ben retribuita e per alcuni addirittura un riscatto sociale. Questa ormai è solo una leggenda. Medici laureati, abilitati alla professione, si trovano nell’imbuto formativo e vivono nell’assoluta precarietà». Il motto «niente è più come prima» era valido anche prima della pandemia quando molte cose erano cambiate (in peggio) stando a quanto raccontano i giovani medici freschi di laurea.

Ieri mattina i neo-camici bianchi hanno manifestato in modo silenzioso, distanziati tra loro in piazza Giulio Cesare all’ingresso principale del policlinico. In 21 piazze italiane, in contemporanea, si protestava perché i medici laureati non possono di fatto frequentare i corsi di specializzazione, essendo obbligati a dover sostenere un concorso per l’ammissione. Molti vedono preclusa la possibilità di formarsi professionalmente. «L’imbuto formativo», così lo definiscono. Un collo di bottiglia attraverso cui passano in pochi. Eppure c’è penuria di medici, come dimostrato dall’emergenza Covid-19. Dal 2018 al 2025, in Puglia andranno in pensione oltre 3mila medici specialisti, sostituiti da 2400 neo specialisti. Non basteranno.
«È un loro diritto e non è un sogno, come dichiara il ministro della Salute, Roberto Speranza, si parla tanto dei medici come degli eroi ma gli eroi vanno formati», dice Carlo De Matteis medico chirurgo laureato a luglio 2019, in attesa del concorso di ammissione a una scuola di specializzazione e loro portavoce. Il concorso delle scuole di specializzazione ha in palio un numero di borse di studio nettamente inferiore al numero dei medici e professionisti che vi partecipano. «Oltre 10mila colleghi ogni anno rimangono privi di una borsa di studio e non possono frequentare una scuola di specializzazione. Pertanto, ancora per un altro anno non potranno formarsi».

Si ritrovano tra guardie mediche, sostituzioni dei medici di medicina generale, eventi sportivi che al momento sono fermi o il lavoro nelle Rsa. Stefano Pellicani si è laureato il 27 marzo 2019. Si racconta così: «Siamo medici abilitati non specializzandi e i compiti che possiamo svolgere sono esclusivamente la guardia medica e la sostituzione dei medici di base. Non chiediamo nulla se non potere studiare per formarci professionalmente». Spiega: «Ho finora sostituito i medici di base prima dell’emergenza covid. È il collega stesso che ci retribuisce come prescrive la norma».
Per lavorare in un pronto soccorso serve la specializzazione in medicina o chirurgia d’urgenza ma se non possono far parte del corso il futuro è precluso. In questo periodo di emergenza molti sono stati impegnati in attività domiciliari o in guardie mediche, in strutture con pazienti covid non gravi o in alcune Rssa.

Maurizio Gramegna di Bitetto, specializzando in anestesiologia e rianimazione ce l’ha fatta ma è qui che solidarizza: «La carenza di medici nell’emergenza covid ha indotto a richiamare in servizio colleghi ultra70enni o sbattuti in prima linea medici neo abilitati senza alcuna formazione. Nel prossimo concorso avremo 24mila partecipanti per 12mila borse di studio. Le restanti 12mila persone resteranno escluse». Racconta: «Ci sono società che offrono servizi sanitari con piccole postazioni di emergenza nei porti e aeroporti. Sono contratti a partita iva di 9 euro l’ora per turni di 12 ore e 40 o 48 ore a settimana ma il nostro è un lavoro in cui hai nelle mani la vita di una persona». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie