Giovedì 12 Dicembre 2019 | 16:53

NEWS DALLA SEZIONE

la sentenza
Bari, violenza di gruppo su una 25enne al Cara: condannati 6 nigeriani

Bari, violenza di gruppo su una 25enne al Cara: condannati 6 nigeriani

 
Il ricordo
Giornalisti: Fnsi, sabato omaggio a Megalizzi a Bari

Giornalisti: Fnsi, sabato omaggio a Megalizzi a Bari

 
il caso
Bari, «riparazioni fantasma»: inchiesta bis sull'Amtab

Bari, «riparazioni fantasma»: inchiesta bis sull'Amtab

 
Operazione della Gdf
Armi e droga dall’Albania: arresti e sequestri di beni a Bari

Armi e droga dall’Albania: 15 arresti e sequestri di beni per oltre 1mln di euro a Bari VD

 
Infortunio sul lavoro
Noicattaro, manovra rullo: operaio si frattura braccio e femore

Noicattaro, manovra rullo: operaio si frattura braccio e femore

 
Zona industriale
Bari, cancello gli cade addosso: ferito titolare azienda

Bari, cancello gli cade addosso: ferito titolare azienda

 
nel Barese
Schianto sulla SS172: muore coppia di Putignano insieme al cagnolino

Schianto sulla SS172: muore coppia di Putignano insieme al cagnolino

 
truffa
Bari, cancellata condanna a ex primario Neurochirurgia, ma pagherà i danni

Bari, cancellata condanna a ex primario Neurochirurgia, ma pagherà i danni

 
nel Barese
Acquaviva delle Fonti, ospedale Miulli premiato per attenzione alle malattie delle donne

Puglia, a 13 ospedali il Bollino Rosa per attenzione a malattie delle donne

 
l'incontro
Alan Friedman a Bari: «Questa non è l'Italia»

Alan Friedman a Bari: «Questa non è l'Italia»

 
nel Barese
Bitetto, si autoaccusò di omicidio commesso dalla figlia: rischia 20 anni

Bitetto, si autoaccusò di omicidio commesso dalla figlia: rischia 20 anni

 

Il Biancorosso

serie c
Il Bari senza Di Cesare è una prova di maturità

Il Bari senza Di Cesare è una prova di maturità

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaTecnologia
Potenza, VV.FF., sperimentato sistema di trasmissione dati in tempo reale

Potenza, VV.FF., sperimentato sistema di trasmissione dati in tempo reale

 
TarantoSS Annunziata
Taranto, il 20 dicembre reparto intitolato a Nadia Toffa

Taranto, il 20 dicembre reparto intitolato a Nadia Toffa

 
Barila sentenza
Bari, violenza di gruppo su una 25enne al Cara: condannati 6 nigeriani

Bari, violenza di gruppo su una 25enne al Cara: condannati 6 nigeriani

 
FoggiaNel Foggiano
San Severo, sorpresi a rubare ne cimitero: ladri messi in fuga

San Severo, sorpresi a rubare nel cimitero: ladri messi in fuga

 
Leccel'episodio la notte scorsa
Lecce, vandali nel presepe di Piazza Duomo: pupi mutilati e imbrattati

Lecce, vandali nel presepe di Piazza Duomo: pupi mutilati e imbrattati

 
Brindisidai carabinieri
Ceglie Messapica, in cantina ha 18 kg di sigarette di contrabbando: arrestato

Ceglie Messapica, in cantina ha 18 kg di sigarette di contrabbando: arrestato

 
Bat«chiavi della città»
Trani, soldi alla squadra in cambio di appalti: chiusa inchiesta, Giancaspro tra i 10 indagati

Trani, soldi alla squadra in cambio di appalti: chiusa inchiesta, Giancaspro tra i 10 indagati

 
Materanel Materano
Stop mezzi pesanti sulla Cavonica, autotrasportatore si sfoga: «Costretto a fare 300km in più»

Stop mezzi pesanti sulla Cavonica, autotrasportatore si sfoga: «Costretto a fare 300km in più»

 

i più letti

La protesta dei bagnanti

Bari, fogna a Pane e Pomodoro: «Presto i lavori»

A dicembre la gara d’appalto dell’Acquedotto pugliese per risolvere il problema degli sversamenti della fogna nel tratto di mare cittadino con la previsione che i lavori termineranno entro la fine del 2023

Bari, fogna a Pane e Pomodoro: «Presto i lavori»

BARI - Ma si può mai vietare di fare il bagno per colpa della fogna a chi viene in vacanza a Bari dopo che «Lonely Planet», la rinomata guida viaggi, l'ha qualificata 5ª migliore meta europea per l'estate? E ai baresi, si può negare l'accesso alla costa sud della loro città?
La polemica è tornata d’attualità dopo la manifestazione di protesta organizzata sulla spiaggia libera comunale «Pane e Pomodoro» dal Comitato dei frequentatori del lido, i quali lamentano il sostanziale blocco del programma di lavori che elimini gli sversamenti dei liquami in quel tratto di mare dopo gli acquazzoni.

«Ho chiesto all’Acquedotto pochi giorni fa lo stato dell'arte del progetto che risolverà definitivamente i problemi della rete a monte della condotta Matteotti, quelli che ora ci costringono a vietare la balneazione a “Pane e Pomodoro” e a “Torre Quetta”. Mi hanno confermato che a dicembre parte la gara, i lavori dureranno circa tre anni dall'avvio dei cantieri».
Ad assicurarlo, dopo il sit-in, è il sindaco Antonio Decaro. «Non è con le polemiche che si raggiungono gli obiettivi, ma cercando le soluzioni ed i finanziamenti. E ora ci sono entrambi. La Conferenza di servizi si è conclusa, le nostre autorizzazioni ci sono tutte; il progetto ora è in validazione da parte di una società esterna milanese, ma i tempi sono confermati. D'altronde le polemiche vengono alimentate da chi lavorava nell'amministrazione comunale dell'epoca in cui “nacque” la spiaggia di “Pane e Pomodoro” (guidata all’epoca dall’attuale presidente dell’Acquedotto Pugliese, Simeone Di Cagno Abbrescia - n.d.r.)».
Va anche precisato che il sindaco «fissa» il termine lavori al 2023 mentre i contestatori parlano del 2026.

Le spiagge «Pane e Pomodoro» e «Torre Quetta» sono legate, alla lontana, da un simile destino: sono sorte entrambe laddove sversano a mare liquami. A «Pane e Pomodoro», in caso di acquazzoni si aprono le paratie e si scaricano a mare i liquami fognari che arrivano dalla condotta Matteotti. A Torre Quetta, gli sversamenti sono arrivati dopo la rottura dell'impianto di sollevamento fognario di Torre del Diavolo; nel mese di luglio, si è rotto per due volte a distanza di pochi giorni.
Che cosa accade in questi casi? Lo sversamento della fogna in mare fa scattare il divieto di balneazione con un'ordinanza emessa dal sindaco. È poi l'Arpa, l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente, ad eseguire i campionamenti dell'acqua e a consentire nuovamente la balneazione quando i valori inquinanti non saranno più al livello di allarme.
Proprio a luglio, in occasione dello sversamento da Torre Quetta in poi, il sindaco Decaro ha fatto la voce grossa con l’Acquedotto pugliese: «Oggi stesso – scrisse Decaro in un post su Fb del 17 luglio - ho chiesto all’Acquedotto Pugliese di fare tutto quanto è possibile per impedire ulteriori sversamenti dall'impianto di Torre del Diavolo e contemporaneamente di accelerare il progetto finanziato con 29 milioni di euro per i lavori per risolvere definitivamente i problemi della rete a monte della condotta Matteotti, che mettono in crisi l'altra spiaggia cittadina, Pane e Pomodoro».

Il progetto che il sindaco chiede di accelerare rientra in una serie di lavori che Acquedotto e Comune hanno presentato assieme a maggio con un investimento totale di 125 milioni di euro. Oltre al potenziamento dei depuratori, 20 milioni di euro sono stati stanziati proprio per i progetti di prolungamento delle condotte sottomarine per allontanare le acque depurate dalla costa. Ma soprattutto, gli interventi di Aqp puntano a risolvere il problema «condotta Matteotti». Un primo intervento di 2,3 milioni di euro è stato già realizzato, sotto la spinta dell'amministrazione comunale e con Regione e Autorità Idrica Pugliese. È servito ad eliminare le interferenze dirette di fognatura nera con il canale «Picone» in varie vie della città. «Insistemmo noi per una video ispezione in quella zona. Ma il problema comunque fu risolto in parte, con una riduzione della carica batteriologica dei liquami» spiega Decaro.

Il secondo progetto, invece, è quello dei 29 milioni di euro al quale fa riferimento il sindaco nel suo «post». Riguarda una rivisitazione più strutturata delle reti fognanti di Carrassi, Picone e Madonnella.
«Un grande lavoro necessario e definitivo». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie