Giovedì 23 Maggio 2019 | 19:11

NEWS DALLA SEZIONE

Con Mayo Clinic
Tumori fegato: ospedale Castellana avvia partnership in Usa

Tumori fegato: ospedale Castellana avvia partnership in Usa

 
Di Monopoli
Ingegneria, a Bari laurea honoris causa all'imprenditore Vito Pertosa

Ingegneria, a Bari laurea honoris causa all'imprenditore Vito Pertosa

 
L'intervista
«A giugno arriva un decreto contro le morti bianche»

«A giugno arriva un decreto contro le morti bianche»

 
Il naufragio
Naufragio Norman Atlantic: permanenza del relitto ha danneggiato porto Bari

Norman Atlantic, gup dice no a nuovo sequestro. Autorità: danni al porto

 
Ambiente
Yacht a energia pulita: nella gara a Monaco c'è un team barese

Yacht a energia pulita: nella gara a Monaco c'è un team barese

 
sud-est barese
Xylella, da osservatorio regionale nuova mappa aree a rischio

Xylella, da osservatorio regionale nuova mappa aree a rischio

 
L'operazione
Assalto in banca a Bari: polizia arresta 7 persone tra la Puglia, Roma e Napoli

Assaltarono bancomat e portavalori a Bari: 7 arresti tra Puglia, Roma e Napoli

 
La guardia costiera
Bari, sequestrati oltre 6 quintali di tonno: il pesce dato in beneficenza

Bari, sequestrati oltre 6 quintali di tonno: pesce in beneficenza

 
Il giallo
Santeramo, ritrovata la statua di Sant’Erasmo: abbandonata in un casolare

Santeramo, ritrovata la statua di Sant’Erasmo: abbandonata in un casolare

 
La storia
Bari, anziano a digiuno per giorni, picchiato e isolato in casa: arrestata badante

Bari, anziano a digiuno per giorni, picchiato e isolato in casa: arrestata badante

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 
PotenzaStatale 653
Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

 
BatLa sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
HomeCon Mayo Clinic
Tumori fegato: ospedale Castellana avvia partnership in Usa

Tumori fegato: ospedale Castellana avvia partnership in Usa

 
BrindisiNel brindisino
Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

 
Tarantonel tarantino
Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

 
LecceSenza lavoro
Povertà: a Lecce aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

Povertà: aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

 
FoggiaLo studio
Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

 

i più letti

Fishing for Litter

Molfetta, pescatori in prima linea contro un mare di plastica

Dieci pescherecci, quaranta componenti degli equipaggi, impegnati nel compito di raccogliere i rifiuti di plastica che finiscono nelle reti e di depositarli nelle isole ecologiche nel porto.

Molfetta, pescatori in prima linea contro un mare di plastica

MOLFETTA - La guerra alla plastica in mare comincia da Molfetta. Ieri l’assessore regionale alla Qualità dell’ambiente Gianni Stea ha consegnato al peschereccio molfettese Mizar la prima bandiera del progetto regionale «Fishing for litter», che consentirà di recuperare e poi differenziare i rifiuti raccolti in mare durante la pesca a strascico.
Si tratta del momento conclusivo di una sperimentazione partita 6 mesi fa e che ha permesso di recuperare già 2.700 chili di rifiuti in mare, quasi tutti prodotti plastici.

Visto il successo conseguito a Molfetta, l’iniziativa verrà estesa anche a Barletta, a Manfredonia e in altri porti della Puglia, così come previsto dal protocollo d’intesa sottoscritto a marzo da Regione, Corepla, il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica, l’Ager, l’Agenzia territoriale della Regione per il servizio di gestione dei rifiuti, l’Autorità portuale del mare Adriatico meridionale, l’Arpa Puglia, l’Agenzia regionale per la prevenzione e la protezione ambientale.
Come funziona il progetto «Fishing for litter»? Quando ritirano le reti della pesca a strascico, i pescatori recuperano insieme al pesce chili e chili di materiale estraneo, prevalentemente rifiuti che, classificati come rifiuti speciali, una volta a terra, richiedono procedure di smaltimento specifiche e piuttosto costose.
Accadeva così che buona parte di questo rifiuto pescato e già differenziato veniva rigettato in mare. Grazie a «Fishing for litter», invece, sarà possibile conferire il rifiuto raccolto in mare nei cassonetti dell’isola ecologica allestita nei porti. Di qui, il rifiuto sarà destinato al corretto smaltimento.
La sperimentazione molfettese è partita grazie alla disponibilità e al lavoro di 10 pescherecci e di una quarantina di addetti. Collaborano l’associazione di categoria Assopesca e l’Asm, l’Azienda servizi municipalizzati Molfetta, che provvede alla gestione dell’isola ecologica e al trattamento successivo dei rifiuti.

«Abbiamo voluto rendere protagonisti - dice l’assessore Stea, durante al cerimonia di consegna delle bandiere - i pescatori, che sono i veri custodi del mare. Grazie al loro lavoro e alla collaborazione di diversi soggetti istituzionali, abbiamo dato il via a questo progetto sperimentale che ci permetterà di ripulire il nostro mare dai rifiuti. Rivendichiamo con orgoglio il primato della Regione Puglia nella tutela dell’ambiente, nella speranza di consegnare ancora tante bandiere, in tanti altri porti della nostra regione», ha aggiunto Stea.
«Il nostro mare è un bene importante, non solo dal punto di vista ambientale ma anche dal punto di vista economico - ha ricordato il sindaco Tommaso Minervini -. Ecco perchè i pescatori, per primi, devono imparare a custodirlo. La bonifica dai rifiuti va di pari passo con l’importante opera di bonifica degli ordigni bellici che questa amministrazione sta portando avanti», rimarca il primo cittadino di Molfetta.
Osserva Francesco Tarantini, presidente regionale di Legambiente, che supporta il progetto: «Il settore della pesca, minacciato purtroppo dal proliferare dei rifiuti, costituisce una risorsa fondamentale per la tutela del mare e dell’ambiente. Con questo progetto, nato dalla capacità di fare rete, permettiamo ai pescatori di riportare a terra i rifiuti rimossi dai fondali marini, attività vietata in Italia dalle normative vigenti. Serve approvare una legge che consenta ai pescatori di dare continuità alle attività di raccolta e corretto smaltimento dei rifiuti, evitando il rischio di sanzioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400