Venerdì 20 Settembre 2019 | 07:30

NEWS DALLA SEZIONE

Nella notte
Bari, furto in stazione di servizio con inseguimento: 2 arresti e 2 ricercati

Bari, furto in stazione di servizio con inseguimento: 2 arresti e 2 ricercati

 
Arte
Molfetta si trasforma in capitale della scultura

Molfetta si trasforma in capitale della scultura

 
L'inchiesta
Carbonara, medici in trincea. Lo sfogo del direttore: «Nessuna regola, tante aggressioni»

Carbonara, medici in trincea. Lo sfogo del direttore: «Nessuna regola, tante aggressioni»

 
La decisione
Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

 
nel Barese
Polignano, non rispettano divieto di balneazione: multati due acquascooter

Polignano, non rispettano divieto di balneazione: multati due acquascooter

 
Il caso dress code
Bari, il Riesame anulla sequestro telefoni e pc all'ex giudice Bellomo

Bari, il Riesame anulla sequestro telefoni e pc all'ex giudice Bellomo

 
Arrestato dalla Polizia
Terlizzi, maltrattava la moglie: in cella 53enne per stalking

Terlizzi, maltrattava la moglie: in cella 53enne per stalking

 
La sentenza
Bari, licenziato e reintegrato: torna in carica il direttore Feltrinelli

Bari, licenziato e reintegrato: torna in carica il direttore Feltrinelli

 
Dopo la nostra denuncia
Bari, negato fitto a studentessa disabile. L'Adisu le «trova» casa

Bari, negato fitto a studentessa disabile. L'Adisu le «trova» casa

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
TarantoNel tarantino
Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

 
PotenzaSul raccordo Potenza-Sicignano
Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

 
MateraTentato omicidio
Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

 
BatLa proposta
Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

 
Foggianel foggiano
Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

 
BrindisiNel Brindisino
Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

 

i più letti

Città che cambia

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

A Bari i commercianti hanno raccolto le firme per rendere la zona pedonale

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Alcuni commercianti di via Manzoni hanno raccolto e presentato all'amministrazione comunale circa 90 firme per richiedere l'avvio del percorso di pedonalizzazione della strada commerciale storica del quartiere Libertà.
Si tratta di un tentativo per cercare di far rinascere una strada che fino a qualche anno fa rappresentava «l'altra via Sparano» per il commercio e che invece è andata progressivamente spegnendosi. In maniera letterale. Passeggiare per via Manzoni in alcune sere d'inverno fa quasi paura: saracinesce chiuse, locali abbandonati, chi ci passa lo fa solo per attraversarla il più velocemente possibile.
Via Manzoni in questi ultimi anni è diventata il simbolo stesso della crisi, una crisi da cui ora tenta di rialzarsi puntando alla sua pedonalizzazione.


Un tentativo che si concretizza in 90 firme frutto di una serie di confronti che l'amministrazione comunale ha avuto con gli operatori che lavorano da tempo lungo la strada e con le associazioni dei negozianti che propongono di sperimentate la chiusura alla circolazione delle auto per proporre inziative ed eventi attrattori di nuove attività e nuovi potenziali clienti.
Nella lunga storia di via Manzoni la pedonalizzazione è stata una scelta molto dibattuta e osteggiata con fortune alterne. Oltre una ventina di anni fa, la strada fu resa pedonale per un breve periodo e riaperta sull'onda delle proteste dei commercianti che, subendo i primi morsi della crisi, ne riversavano la responsabilità sulla chiusura. Una scelta poco lungimirante perchè invece le isole pedonali permettono maggiore possibilità al passeggio e facilitano lo shopping.
Ma la decadenza di via Manzoni non si può imputare solo alla crisi economica. «L'altra via Sparano» ha anche subito da sempre le estorsioni dei clan del Libertà che a lungo l'hanno usata come bancomat, per non parlare delle tante attività «mordi e fuggi» con locali che aprivano e chiudevano in pochi mesi, segno evidente di economie poco sane.
Oggi l'amministrazione comunale prova a far ripartire il tutto, a far ripartire una arteria commerciale importante per l’intera città. Un tentativo più organico e strutturato rispetto all'esperimento fatto nel novembre del 2014 con le iniziative dei weekend glamour che caddero nel nulla condannando via Manzoni al buio e silenzio.


Una prova generale si è già fatta questo Natale con addobbi similari a quello delle più importanti vie del centro città, ulteriore sforzo è il progetto di nuova illuminazione della piazzetta Risorgimento, dove si affaccia la scuola Garibaldi e appunto l'occasione di pedonalizzare la strada per riqualificare l'arteria, incentivare l'apertura di nuove attività commerciali e riattivare con nuove energie il cuore stesso del Libertà.
Su questo fronte l'assessorato allo sviluppo economico, guidato da Carla Palone, sta lavorando da tempo attraverso la promozione di bandi e misure che incentivano l'apertura di punti commerciali prevedendo premialità per chi propone di aprire nuove attività in tutto il Libertà (vedi Bando Map e la misura D Bari di prossima pubblicazione), contemporaneamente il sindaco ha già chiesto agli uffici di avviare internamente la progettazione per proporre ai commercianti, già in questa fase di discussione e partecipazione, alcune soluzioni progettuali e raccogliere proposte di miglioramento o modifiche.
Perchè proprio memori delle polemiche dei precedenti tentativi di pedonalizzazione, il nuovo intervento di riqualificazione e chiusura al traffico sarà supportato da un piano della mobilità e della sosta concordato con commercianti e residenti.
Già lo scorso dicembre, in occasione dell'accensione della stella in piazza Risorgimento il sindaco ha condiviso un primo schema di chiusura al traffico della strada con i commercianti che avevano aperto la loro attività. Nelle prossime settimane si passerà alla fase operativa della partecipazione con incontri dedicati in cui l'amministrazione recepirà proposte e suggerimenti da parte dei cittadini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie