Mercoledì 20 Marzo 2019 | 02:40

NEWS DALLA SEZIONE

Alla Casa del Popolo di Bari
Mister Ulivieri ricorda Maestrelli e si schiera: «Voterò la sinistra del noi»

Mister Ulivieri ricorda Maestrelli e si schiera: «Voterò la sinistra del noi»

 
L'operazione dei cc
Acquaviva, tenta di rapinare due farmacie con pistola giocattolo: arrestato

Acquaviva, tenta di rapinare due farmacie con pistola giocattolo: arrestato

 
Il caso
Tangenti ex Provincia Bari, licenziato furbetto del cartellino che truffò la Regione

Tangenti ex Provincia Bari, licenziato furbetto del cartellino che truffò la Regione

 
L'iniziativa
Rifiuti, sindaco Modugno acquista app: mapperà la puzza

Rifiuti, sindaco Modugno acquista app: mapperà la puzza

 
Operazione dei Cc
Molfetta, «O mi paghi la droga o ti ammazzo»: in cella spacciatore-estorsore

Molfetta, «O mi paghi la droga o ti ammazzo»: in cella spacciatore-estorsore

 
Presi dai Cc
Putignano, fermati per controllo avevano coca e marijuana: in manette due incensurati

Putignano, fermati per controllo avevano coca e marijuana: in manette due incensurati

 
Violenze in famiglia
Terlizzi, maltratta genitori e convivente: in cella 31enne

Terlizzi, maltratta genitori e convivente: in cella 31enne

 
Dopo gli arresti
Bari, inchiesta scommesse: i Martiradonna verso il patteggiamento

Bari, inchiesta scommesse: i Martiradonna verso il patteggiamento

 
Udienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
La proposta di Decaro
Nozze in Puglia tra le più gettonate al mondo: il Comune cerca location da sogno

Nozze in Puglia tra le più gettonate al mondo: il Comune cerca location da sogno

 
Cantiere fino al 2020
Nuova ferrovia Bari-Torre a Mare: da domani iniziano i lavori in Tangenziale

Nuova ferrovia Bari-Torre a Mare: da domani iniziano i lavori in Tangenziale

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Brienza, festa a sorpresa dei tifosi per i suoi 40 anni

Brienza, festa a sorpresa dei tifosi per i suoi 40 anni: il video

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeVerso le elezioni
Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

 
BariAlla Casa del Popolo di Bari
Mister Ulivieri ricorda Maestrelli e si schiera: «Voterò la sinistra del noi»

Mister Ulivieri ricorda Maestrelli e si schiera: «Voterò la sinistra del noi»

 
TarantoL'operazione
Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

 
FoggiaDalla Toscana alla Puglia
Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

 
BatIl Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
BrindisiL'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
MateraDalla Finanza
Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

A Bari il cavalcavia pericolante

Ponte pedonale abbandonato tra Japigia e Madonnella
Assessore Galasso: «Lavori dovrebbero partire a settembre»

Ogni giorno sul sovrappasso di Viale Traiano passano centinaia di pedoni: il cantiere è chiuso da anni ed è ricettacolo di rifiuti e scarsa igiene

Ponte pedonale abbandonato tra Japigia e MadonnellaAssessore Galasso: «Lavori dovrebbero partire a settembre»

il ponte di viale Traiano

Torna ad animarsi la polemica per il ponte pedonale di via Traiano che unisce i due quartieri, Japigia e Madonnella divisi dal passaggio dei binari della ferrovia.
Un piccolo ponte in realtà che secondo alcuni progetti doveva essere completamente rifatto e consegnato già nel 2017, poi le date sono leggermente slittate tanto che nel giugno del 2017 l'assessore ai Lavoro Pubblici, Giuseppe Galasso, prometteva che: «I lavori sarebbero iniziati tra luglio e settembre (del 2017, ndr.) per non più di 12 mesi. Che i tempi di realizzazione della nuova passerella sarebbero stati compressi al massimo per ridurre i disagi ai cittadini.
Ma i mesi sono passati e nulla è ancora accaduto.
Esattamente un anno dopo, i primi dello scorso luglio, sempre Galasso prometteva e rassicurava: «Il ponte in cemento sarà demolito: al suo posto sarà montato il nuovo sovrappasso che sarà tutto in acciaio. Sarà realizzato in officina e piazzato, già completo in ogni sua parte, con grandi gru, per limitare al massimo i disagi al transito dei treni. Il cantiere riprenderà a settembre». «I ritardi sono stati dovuti per problemi organizzativi, ma l'itinerario pedonale esistente è sicuro. La passerella che collega due quartieri è brutta, ma non è certamente a rischio crollo».
Siamo nella seconda metà di agosto e di lavori non se ne vede ombra, tanto che l'associazione «Sos città» torna a sollecitare i pericoli di chi transita lungo il sovrappasso, definito «pericolante» e «un pericolo per la viabilità pedonale cittadina».
«Non è possibile – continua l'associazione - che al seguito di proclami e promesse il sovrappasso sia ancora in tali condizioni di precarietà, nonostante continui a interessare la viabilità quotidiana di centinaia di persone. Se l'area già nel 2015 necessitava di ristrutturazione, oggi la situazione è peggiorata come mostrano la corrosione del cemento con i calcinacci caduti sulla strada. Pertanto è opportuno che si faccia chiarezza sullo stato delle cose: per rassicurare i cittadini e garantire che il sovrapasso Traiano sia al 100% stabile e sicuro».
«Confermo che i lavori dovrebbero partire a settembre - sottolinea oggi Galasso -. È un’opera ferroviaria e sono le Ferrovie a dettare i tempi. L’ultima verifica della ditta appaltatrice è stata per accertare se il ponte esistente sia “appoggiato” o costruito ad “incastro”, perchè il tutto fa cambiare i sistemi per demolirlo. Si lavorerà di notte per ulteriore sicurezza e si cercherà di essere il più veloci possibili: si smonterà il ponte in cemento e si monterà il nuovo sul quale si sta già lavorando».

(foto Luca Turi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400