Sabato 16 Gennaio 2021 | 04:48

NEWS DALLA SEZIONE

la scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
l'ordinanza
Bitritto, oltre al Covid anche rischio crollo: scuola elementare chiusa fino al 31 gennaio

Bitritto, scuola elementare a rischio crollo: chiusa fino al 31 gennaio

 
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
Lotta al virus
Bari, l'ospedale Covid in Fiera è pronto: domani la consegna delle chiavi

Bari, l'ospedale Covid in Fiera è pronto: domani la consegna delle chiavi

 
Flash mob anche in Puglia
#IoApro, domani scatta la rivolta dei ristoratori in tutta Italia: «Basta divieti, riapriamo i nostri locali»

#IoApro, domani scatta la rivolta dei ristoratori in tutta Italia: «Basta divieti, riapriamo i nostri locali»

 
Il caso
Psichiatra uccisa a Bari, rischio prescrizione per ex dg dell'Asl

Psichiatra uccisa a Bari, rischio prescrizione per ex dg dell'Asl

 
La denuncia
Bari, genitori cambiano idea sulla Did ma la scuola dice no: «Bimba non può tornare in classe»

Bari, genitori cambiano idea sulla Did ma la scuola dice no: «Bimba non può tornare in classe»

 
Lo studio del Politecnico
Eruzione cosmica da stella magnetica fuori dalla Via Lattea: tra gli autori un ricercatore del Poliba

Eruzione cosmica da stella magnetica fuori dalla Via Lattea: tra gli autori un ricercatore del Poliba

 
mobilità sostenibile
Bari, a scuola in monopattino: convenzioni con gli istituti superiori a tariffe agevolate

Bari, a scuola in monopattino: convenzioni con gli istituti superiori a tariffe agevolate

 
Il processo
Popolare Bari, 10mila euro per danni morali ad ogni azionista: la richiesta di Codacons

Popolare Bari, 10mila euro per danni morali ad ogni azionista: la richiesta di Codacons

 
l'appuntamento
Capitale cultura 2022, il video di Piva a sostegno di Bari

Capitale cultura 2022, il video di Piva a sostegno di Bari

 

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Il disastro del 12 luglio 2016

Scontro treni, il ministro Toninelli fa sopralluogo sul binario della morte e 

L'abbraccio con alcuni familiari delle 23 vittime. In giornata, a Bari, una manifestazione anche in piazza Moro con la scopertura di una targa

Strage treni, targa in ricordo delle vittime davanti alla stazione Bari

Il ministro abbraccia un familiare

BARI - Il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli, ha fatto un sopralluogo a Corato, sul luogo dello scontro fra treni del 12 luglio 2016, in occasione del secondo anniversario della tragedia che costò la vita 23 persone. Nella circostanza, il responsabile del dicastero delle Infrastrutture - sulla tratta gestita da Ferrotramviaria dove si verificò il disastro - ha incontrato i familiari di alcune delle vittime. Rispondendo alle loro domande ha detto che «andrà ad analizzare tutte queste tratte regionali e, laddove non ci siano le condizioni neanche temporali per adempiere alle norme minime di sicurezza, di chiedere il trasferimento».

Toninelli ha aggiunto che «I livelli di sicurezza su Rete ferroviaria italiana hanno standard molto elevati che sono addirittura invidiabili a livello europeo, ma questo non accade per le linee e i binari di proprietà regionali, o meglio non accade sempre. I presidenti di Regione che si trovano in queste condizioni dovrebbero assumersi la responsabilità di disinteressarsi di alcuni luoghi di potere che sono ad esempio i cda e alcune concessionarie e trasferire i binari a Rete ferroviaria italiana, e togliendo e non rinnovando, come mi sembra sia accaduto in questa occasione, la concessione a chi non ha adempiuto come da contratto alla qualità e alla sicurezza del servizio». 

«Bisogna essere intransigenti quando si concede una concessione che riguarda un servizio pubblico essenziale quale i trasporti - continua il ministro - significa che si è fallito e chi fallisce deve subire sanzioni e non deve avere rinnovi».  «Da settembre - ha annunciato Toninelli - farò un tour dei treni regionali in tutte le regioni e andrò a chiedere per quelli con meno efficienza ai presidenti di Regione di trasferirli allo Stato e a Rete ferroviaria italiana perché lì il livello di sicurezza è più alto».

In occasione dell'anniversario della tragedia, si sono sovlte altre due iniziativa: una a Bari, nel piazzale antistante la stazione e l'altra nella cattedrale di Andria.  Alla cerimonia in piazza Moro hanno partecipato molti familiari delle vittime, il presidente della Regione Puglia e i sindaci di Bari, Andria, Corato, Ruvo di Puglia, Trani, Gravina, Modugno e messaggi sono arrivati da Milano, Torino, Pioltello e dall’ambasciata inglese.

L’udienza preliminare inizierà lunedì prossimo, 16 luglio. La Regione Puglia, il Condacons, i familiari delle vittime e diversi Comuni hanno già annunciato che si costituiranno parte civile. La Procura di Trani ha chiesto il rinvio a giudizio di 18 persone fisiche e della società Ferrotramviaria per i reati, a vario titolo contestati, di disastro ferroviario, omicidio colposo, lesioni gravi colpose, omissione dolosa di cautele, violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro e falso. Stando alle indagini coordinate dalla magistratura tranese, il disastro fu causato da un errore umano che, tuttavia, si sarebbe potuto evitare eliminando il sistema del blocco telefonico su quella tratta a binario unico. I lavori per il raddoppio della linea sono appena iniziati, ma questo per i familiari delle vittime non basta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie