Martedì 25 Settembre 2018 | 08:43

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

sanità in Puglia

Montanaro esce di scena
si complica il puzzle nomine

Lagravinese favorito su Bari, ma resta in bilico la casella Policlinico

La giunta regionale ci stava lavorando da tempo, almeno da marzo scorso, alle procedure utili alle nomine dei nuovi direttori generali delle As: Policlinico e Asl di Bari, Brindisi e Taranto. Ma la corsa contro il tempo ha subito prima una frenata con l’impugnazione da parte del governo dei commissariamenti decisi dalla Regione. E ora, a mettersi di traverso, la tegola giudiziaria che è piombata sulla testa di Vito Montanaro, il dg di Bari da tutti considerato in «pole position» per la conferma.

I dg, come noto, hanno agito in proroga (la scednza naturale è avvenuta lo scorso aprile) tramite l«’artificio» dei commissariamenti decisi dal governatore (col Policlinico di Bari affidato a Ruscitti, già impegnato nel ruolo di assessore alla Sanità «in pectore» visto che è a capo del Dipartimento Salute). Nel frattempo sono stati pubblicati i bandi per le candidature e palla è passata in mano alla commissione di valutazione. Ora, con la vicenda giudiziaria che coinvolge la Basilicata e la sanità pugliese, la conferma di Montanaro all’Asl di Bari si allontana e si avvicina la nomina di Domenico Lagravinese alla guida della Asl di Bari: Lagravinese, oggi capo dipartimento, è già stato direttore generale presso la Asl di Brindisi oltre che di direttore sanitario.Per il Policlinico, invece, la vicenda si complica: Emiliano vorrebbe il manager veneto Claudio Dario, oggi in Trentino, il quale potrebbe non accettare il trasferimento in Puglia per via dello stipendio sensibilmente più basso rispetto a quello attuale. Ecco perché l’altra ipotesi circolata nelle scorse settimane era quella di un trasferimento di Montanaro al Policlinico. Ipotesi, ora, che sembra venuta a cadere.

La commissione, chiamata a valutare le 62 candidature, ha effettuato lo screening dei curriculum per poi procedere al colloquio con i candidati ritenuti idonei. Spetta alla commissione (composta dal dirigente regionale Giovanni Campobasso, da Francesco Gabbrielli dell’Iss e da Giampaolo Grippa dell’Agenas), in base al decreto (ed alla sua trasposizione nella legge 15 impugnata) l’elaborazione della lista da cui il presidente della Regione dovrà scegliere i nuovi direttori generali. L’elenco delle proposte dovrebbe essere consegnato al presidente della Regione a breve, visto che la decisione era attesa proprio in questi giorni. Ora che si rimescolano le carte, con l’uscita di scena di Montanaro, il puzzle però rischia di complicarsi.

Resta in piedi, inoltre, l’impiugnativa del governo dinanzi alla Consulta dei commissariamenti decisi con la legge 15. Secondo l’impostazione dei tecnici del ministero Affari regionali, il commissariamento disposto da Emiliano l’11 aprile sarebbe illegittimo proprio perché non più previsto dal quadro normativo dopo la riforma che ha introdotto l’albo unico nazionale degli idonei e la nuova procedura di selezione e designazione. Tuttavia - è la considerazione che arriva dall’entourage di Emiliano - per dare il via al procedimento la Puglia è stata costretta ad attendere la pubblicazione dell’albo che sarebbe dovuto arrivare a dicembre ed è slittato ad aprile, e questo ha provocato la scadenza degli incarichi di Vito Montanaro (Bari), Stefano Rossi (Taranto) e Giuseppe Pasqualone (Brindisi) poi nominati commissari. Secondo il ministero della Salute, però, la Regione avrebbe dovuto osservare il decreto Lorenzin, che prevede l’interim al direttore amministrativo per un massimo di sei mesi. Se avesse voluto un commissario (pratica comune negli scorsi anni), Emiliano avrebbe dovuto chiederlo a Palazzo Chigi. Minuzie legislative, si dirà, dinanzi alla bufera che è arrivata con la sanitopoli appulo-lucana e che ha, probabilmente, alterato il quadro che il governatore stava cominciando a disegnare per la guida delle Asl pugliesi. [red. reg.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Palo, a fuoco autorimessasotto sequestro

Palo, a fuoco autorimessa
sotto sequestro

 
Bari, aggressione a corteo anti Salvini, la Cgil: «Domani tutti in piazza»

Bari, aggressione a corteo anti Salvini «Tutti in piazza». Legali Casapound: nessun assalto

 
Bari, sparatoria a Carbonara: un morto e un ferito

Bari, inseguimento con sparatoria per strada: un morto e un ferito grave. Sono i figli del boss ucciso nel 1994 VD

 
Ruvo, scoperto supermarket della droga: arrestata coppia di pusher

Ruvo, scoperto supermarket della droga: arrestata coppia di pusher

 
Disabili a Bari

Bari, scivoli e percorsi per disabili: per Natale i primi cantieri

 
Bari Omicidio di una trans

Omicidio trans a Bari, le sue ultime ore nella stradina senza uscita

 
Baby Manzari: «I mie piedi a Reggio Emilia, il cuore a Bari»

Calcio, baby Manzari: «I piedi
a Reggio Emilia, il cuore a Bari»

 
Bari, viale Traiano: è cominciata la demolizione del ponte

Viale Traiano a Bari: al via la demolizione del ponte

 

GDM.TV

Bari, il coro dei 10mila che cantano: «Bari grande amore»

Stadio San Nicola, il coro dei 10mila canta: «Bari grande amore»

 
Bari, viale Traiano: è cominciata la demolizione del ponte

Viale Traiano a Bari: al via la demolizione del ponte

 
La Sancataldese in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

La Sancataldese (illusa) in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

 
Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

Corteo antisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 
Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 

PHOTONEWS