Martedì 26 Marzo 2019 | 10:58

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

Governo, alleati ma sempre più concorrenti a caccia di voti

 
L'analisi
Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

Amaro lucano per Di Maio nell’urna dolce per Salvini

 
L'analisi
Il circolo vizioso che frena la Basilicata

Il circolo vizioso che frena la Basilicata

 
La riflessione
La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

La «favola» del bus a fuoco e la sua morale per Salvini

 
L'analisi
Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

Il Movimento in affanno e politiche all’orizzonte

 
La riflessione
L’autonomia non fa cultura

L’autonomia non fa cultura

 
L'analisi
Via della seta, ma per il Sud via della beffa

Via della seta, ma per il Sud via della beffa

 
La riflessione
La metamorfosi del belpaese dalla Vlora alla Diciotti

La metamorfosi del Belpaese dalla Vlora alla Diciotti

 
L'analisi
Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

Gli aiuti di Stato il credito e il paradosso tra i due diritti

 
la polemica
La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

La Madonna della Pace salentina «plagiata» da una casa di moda tedesca

 
La riflessione
Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

Matera, silenzio sui suoi ambasciatori di cultura locale

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'evento
Alessio Bonomo e Teresa De Sio in concerto a Mola di Bari

Alessio Bonomo e Teresa De Sio in concerto a Mola di Bari

 
LecceIl convegno
«Breast Unit», cresce del 18% sopravvivenza dal cancro al seno

«Breast Unit», cresce del 18% sopravvivenza dal cancro al seno

 
FoggiaIl riconoscimento
Istituto di Foggia vince premio OdG per giornale scolastico

Istituto di Foggia vince premio OdG per giornale scolastico

 
TarantoNel Tarantino
Frode da 2,6mln di euro a Regione Puglia, sequestrati beni a società di Massafra

Frode da 2,6mln di euro a Regione Puglia, sequestrati beni a società di Massafra

 
PotenzaQuote rosa
Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena con «Maratona di New York»

 
BrindisiI funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 

31 dicembre resta a terra la regione che vuole volare

di Tonio Tondo
31 dicembre resta a terra la regione che vuole volare

di TONIO TONDO
È stata sufficiente una spruzzata di neve per mandare in tilt l’aeroporto di Brindisi. Neanche il «Karol Wojtyla» di Bari è riuscito a salvarsi. Per il sistema pugliese è stata una sconfitta. Voli cancellati, aerei annunciati in arrivo per ore e poi risultati dirottati su altri scali, decolli rinviati per ore. Famiglie in agitazione, informazioni lacunose, voci stridule agli altoparlanti e nessuna spiegazione.

Per centinaia di lavoratori e turisti il 31 dicembre è stata una giornata da incubi. Sveglia prima dell’alba per salire sulla scaletta, partenze frettolose e scoordinate a causa dell’assenza di scambio di informazioni meteo, volteggio per ore degli aerei, nuove destinazioni lontane centinaia di chilometri. E infine il secondo incubo per chi è tornato con i pullman, anche questi bloccati per ore su strade e autostrade. È successo per i malcapitati sui pullman predisposti da Alitalia a Roma: a Lacedonia, tutti a terra.

La retorica della Puglia degli aeroporti che crescono è solo un manifesto di promozione turistica. Una valutazione seria dei servizi, quelli minimi solo come inizio, dà risultati sconfortanti.
 

Neanche un litro di liquido antigelo è stato utilizzato in modo preventivo ed efficiente, né un chilo di sale speciale. A spalare, poi, solo i volontari potrebbero farlo, il servizio non è neanche previsto, o gli immigrati che ci danno lezione di civismo. Eppure da giorni le nuove star dei media-meteo annunciavano l’arrivo della neve. Che questa volta è arrivata puntualmente. Niente di straordinario, almeno nel Salento. Tanto per intenderci, solo qualche centimetro per una foto di gruppo.

I voli dal Nord erano partiti puntuali. Anche il Basilea-Brindisi. Il Milano-Linate era decollato preciso alle 7. Preciso ma senza informazioni da Brindisi? In Italia ognuno agisce per conto proprio. Di coordinamento neanche a parlarne. Una nevicata diciamo più intensa sull’aeroporto di Casale era prevista attorno alle 8-8.30. Quell’aereo a Milano poteva pur tardare un po’. Neanche per idea, forse a Linate erano convinti che a Brindisi la neve non sarebbe arrivata mai; oppure che noi pugliesi siamo bravissimi ad affrontare le nuove situazioni. La sconfitta, invece, era già scritta, qualche maligno addirittura già alla vigilia aveva messo in giro la voce della Waterloo annunciata a causa della diserzione e dell’incuria. Scarsa visibilità ha sussurrato qualche autorità. Sì, ma per pochi minuti perché alle 9.15-9.30 splendeva il sole. Tanta tensione nell’aeroporto tra le famiglie in attesa, discussioni sull’Italia che crolla e non funziona. Ma soprattutto il ridicolo di quanti preferiscono l’inerzia e l’accidia ormai inestirpabile soprattutto nei servizi pubblici.

Nel sito della società «Aeroporti di Puglia» (Adp) non si fa cenno ai voli cancellati e dirottati, ai disagi e alle lunghe permanenze in aeroporti e corriere. Neanche di scuse c’è traccia. La neve è considerata solo una disgrazia oppure l’occasione propizia per un estraneamento dalla realtà, un volo nella fantasia infantile e un rifugio mentale per il nostro desiderio di dissonanza. Troppo faticoso prepararsi in tempo per prevenire i problemi, troppo arduo organizzare le informazioni, valutarle e mettersi in azione per raggiungere un obiettivo. Meglio abbondonarsi al destino e sperare nella buona sorte.

I passeggeri delle diverse compagnie hanno riferito di essere stati trattati come pacchi. «Abbiamo vissuto 13-15 ore sull’orlo di una crisi di nervi collettiva». Lamezia Terme e Roma Fiumicino gli aeroporti sponda. I giovani hanno cercato di sdrammatizzare. I pullman sono arrivati a Brindisi alle 21. Sedici ore in giro nei cieli e per strade. La Puglia che vuole decollare per ora rimane a terra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400