Martedì 18 Giugno 2019 | 15:01

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
Sud, la nuova frontiera indicata dalle città

Sud, la nuova frontiera indicata dalle città

 
Il punto
Euro-trattativa e urgenza di ridurre le tasse

Euro-trattativa e urgenza di ridurre le tasse

 
L'analisi
Ripristiniamo l’autorità anche simbolica dell’insegnante

Ripristiniamo l’autorità anche simbolica dell’insegnante

 
Il punto
Cantieri da sbloccare? Tutti al Nord, nessuno al Sud

Cantieri da sbloccare? Tutti al Nord, nessuno al Sud

 
L'editoriale
Posseduta dal premier la «Golden Share» dell'esecutivo

Posseduta dal premier la «Golden Share» dell'esecutivo

 
L'analisi
L’italiano vuole cambiare ma preferisce lo status quo

L’italiano vuole cambiare ma preferisce lo status quo

 
La riflessione
Conquista lucana tentazione nazionale?

Conquista lucana tentazione nazionale?

 
L'analisi
È vero esiste un’altra Taranto

È vero esiste un’altra Taranto

 
La riflessione
I debiti vengono da lontano ma guai a farne altri

I debiti vengono da lontano ma guai a farne altri

 
L'analisi
Molti nodi da sciogliere al vertice della ripartenza

Molti nodi da sciogliere al vertice della ripartenza

 
La riflessione
Fatemi sapere quando si arriva all’ultima spiaggia

Fatemi sapere quando si arriva all’ultima spiaggia

 

Il Biancorosso

LA CURIOSITA'
De Laurentiis e Simeri a MykonosTutto sulle vacanze del Bari

De Laurentiis e Simeri a Mykonos. Tutto sulle vacanze del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'elezione
Confindustria Bari-Bat: Sergio Fontana è il nuovo presidente

Confindustria Bari-Bat: Sergio Fontana è il nuovo presidente

 
PotenzaIl caso
Da 20 anni con un tubo nello stomaco, rimosso all'ospedale di Potenza

Da 20 anni con un tubo nello stomaco, rimosso all'ospedale di Potenza

 
Tarantoal rione tamburi
Taranto, spaccia eroina in casa: arrestato pluripregiudicato

Taranto, spaccia eroina in casa: arrestato pluripregiudicato

 
BrindisiMinacce e lesioni
Brindisi, litiga con la fidanzata e le rompe il naso: denunciato

Brindisi, litiga con la fidanzata e le rompe il naso: denunciato

 
LecceHa 2 anni
Lecce, bimba con esofago ricostruito mangia normalmente

Lecce, bimba con esofago ricostruito mangia normalmente

 
Foggianel Foggiano
Poggio Imperiale, morta Nonna Peppa, la donna più anziana d'Europa

Poggio Imperiale, morta Nonna Peppa, la donna più anziana d'Europa

 
MateraNel Materano
Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

 
BatDal geologo Dellisanti
Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

 

i più letti

L'analisi

Un nuovo patto tra cittadini

«I cittadini che credono nel dovere di tutela della Costituzione, i politici, i sindacati dei lavoratori, i professionisti, gli intellettuali, tutti coloro che si riconoscono nell’Etica Costituzionale, sono chiamati ad assumere l’impegno di sostenerne i valori»

costituzione italiana

Settant’anni fa le culture politiche dei partiti antifascisti, ispirate ai principi della liberaldemocrazia, del personalismo e solidarismo cattolico e dell’umanesimo socialcomunista, diedero vita alla Costituzione, che rappresentò sia nella parte dei principi che in quella dello Stato-organizzazione, un compromesso alto, nobile e moderno e, insieme, un patto con i cittadini.

A distanza di 14 lustri il declino dei partiti politici e l’affievolimento delle culture da cui traevano ispirazione, hanno concorso, soprattutto nell’arco delle ultime legislature, a disegnare da un lato una scena pubblica post ideologica, mentre dall’altro hanno enfatizzato il valore centrale della Costituzione, intesa come unico momento di rispecchiamento per tutti gli attori politici. Si può dire, infatti, che un’etica costituzionale abbia retto il patto tra soggetti politici post-ideologici, sostituendone le ispirazioni culturali originarie ormai estinte. Tuttavia quel patto, che faceva discendere gli atti normativi da valori etici ispirati dai principi della solidarietà, dell’anteriorità della persona umana, dal valore della rappresentanza democratica, dalla sfera dei diritti di libertà, affidando alla mediazione della politica il ruolo di costruttrice, oggi appare messo in discussione. E con esso viene messa in discussione l’etica costituzionale che lo ispirava.

Infatti è causa di fondate preoccupazioni l’affermarsi in politica di modelli populistici, negatori del valore riconosciuto dalla Costituzione ai corpi intermedi, alla democrazia rappresentativa, alla tutela della dignità umana, negatori del patto fiduciario tra Stato e cittadinanza, modelli volti ad affermare una sorta di democrazia plebiscitaria, che colloca il potere decisionale fuori dagli ambiti costituzionali, modelli che promuovono leadership selezionate senza rispettare le procedure di democrazia, che non esitano ad imboccare la via pericolosa del conflitto istituzionale e che si pongono a sostegno di una bandiera anti europeista.

Occorre, allora, che i cittadini che credono nel dovere di tutela della Costituzione, i soggetti politici, i corpi intermedi come le associazioni, i sindacati dei lavoratori, le donne e gli uomini del volontariato, i professionisti, gli intellettuali, tutti coloro che si riconoscono nell’Etica Costituzionale, siano chiamati ad assumere l’impegno di sostenerne i valori. A cominciare dal ripristino di una civiltà del lessico politico, violento e impoverito dallo schema del semplicismo che si addice alla narrazione in Rete, affinché con la scelta accurata delle parole e con l’uso del ragionamento si diffonda il valore dell’identità collettiva dei cittadini italiani, fondata sulla Costituzione.

Un nuovo patto tra cittadini, dunque, per affermare valori e programmi coerenti con la regola condivisa che è alla base della democrazia repubblicana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE