Mercoledì 26 Settembre 2018 | 06:44

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Maestro Allegri fa il pieno al Napoli onore delle armi

Massimiliano Allegri

Massimiliano Allegri

L’ansia di mare di Max Allegri, forse il più stanco dell’orchestra bianconera insieme all’altro livornese, Chiellini, crollato sul campo, pari all’ansia di notizie dei tifosi juventini che ormai, come molti osservatori, incassato il settimo scudetto con un pareggio con la Roma pensano all’anno prossimo, alla Champions che verrà e dunque ai giocatori che Marotta scoverà. Di scudetti non ne possono più.

L’«Ammazzasette» ne ha fatto il pieno. Gli esclamativi archiviati con l’Intensità di Conte e il cinismo di Allegri. E per fortuna che c'è il Napoli a farla da nemico non solo a chiacchiere: con gli azzurri è cominciata una vera e propria battaglia a puntate, da Mazzarri in poi; fra tifosi oltranzisti addirittura una lotta senza quartiere a volte parossistica e incivile soprattutto sul web il cui cuore - direbbe Buffon - è un bidone dell’immondizia. E invece va salvato, il duello fra Juve e Napoli, come annate di buon vino, perchè credo che sarà il tema anche del prossimo campionato. Non ci credete? Guardate a quanti punti dalle prime s'accontentano di restare la Roma e la Lazio: una ventina. E le milanesi? Giocano un altro campionato e non vedo i cinesi metter mano al portafoglio per attrezzarsi fino a contendere lo scudetto alla Juve. O al Napoli, come dicevo. Perchè De Laurentiis, alla faccia dei detrattori che si meriterebbero Corbelli tutta la vita, ha messo piede in paradiso e vuole restarci anche se certe vicende gli bruciano come se fosse all’inferno.

Aurelio le ha passate tutte, da Reja a Mazzarri a Benitez a Sarri, apprendendo davvero il calcio che prima fingeva di maneggiare a piacere. Cosa farà con Sarri non so, ogni giorno ci sono almeno dieci indovini che slinguettano altrettante novità; penso soltanto che sia l’ora di uno che fra il bel giocare e il vincere trovi la quadra, come direbbe Bossi; l’ora del sogno è passata, la stagione del divertimento archiviata, resta una passione che ha tuttavia bisogno di uno sfogo razionale. Detto che avrei visto sulla panchina del Napoli Allegri (anche per fare un po’ di cinema) fra le tante voci per la panchina azzurra ho colto con interesse quella che parla di Ancelotti: non la prendo in considerazione per la persona (chissà cos'ha in testa Carletto dopo il no alla Nazionale) ma per il prototipo. Il Napoli ha bisogno di un Ancelotti, per il gioco, per l’organizzazione complessiva, per l’esperienza e l’autorevolezza. Per vincere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

La prospettiva poco rassicurante di dover perdere lo scudo di Draghi

La prospettiva poco rassicurante di dover perdere lo scudo di Draghi

 
Se Wikipedia Francia farnetica sui lucani

Se Wikipedia Francia farnetica sui lucani

 
Il sequestro di un giornale e il bisogno di giustizia rapida

Il sequestro di un giornale e il bisogno di giustizia rapida

 
Shopping online

Da Postal Market a Instagram: come cambia lo shopping

 
Il corto circuito tra politica ed economia

Il corto circuito tra politica ed economia

 
Le partite incrociate aspettando le europee

Le partite incrociate aspettando le europee

 
Buon governo tra allegoria, realtà e finzione

Buon governo tra allegoria, realtà e finzione

 
Ultimo valzer in libreria per Inge Feltrinelli

Ultimo valzer in libreria per Inge Feltrinelli

 

GDM.TV

Buon compleanno Gazzetta del Mezzogiorno: gli auguri dalla Basilicata

130 anni Gazzetta Del Mezzogiorno: l'evento a Potenza

 
Arresti a Foggia e Bari per furti mezzi agricoli: l'operazione

Arresti a Foggia e Bari per furti mezzi agricoli: l'operazione

 
Bari, il coro dei 10mila che cantano: «Bari grande amore»

Stadio San Nicola, il coro dei 10mila canta: «Bari grande amore»

 
Bari, viale Traiano: è cominciata la demolizione del ponte

Viale Traiano a Bari: al via la demolizione del ponte

 
La Sancataldese in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

La Sancataldese (illusa) in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

 
Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

Corteo antisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 

PHOTONEWS