Sabato 02 Luglio 2022 | 17:12

In Puglia e Basilicata

CONTENUTO SPONSORIZZATO

Xella vince in sostenibilità e continua ad investire in Italia

L'impianto produttivo di Atella

L'impianto produttivo di Atella

Il gruppo Xella, attivo nel tessuto economico della Basilicata con lo stabilimento produttivo di Atella (PZ), ottiene nel 2020 il migliore rating di sostenibilità tra tutte le 115 aziende del settore delle costruzioni valutate da Sustainalytics, confermando la sua mission orientata al raggiungimento dei più elevati obiettivi di sostenibilità

18 Dicembre 2020

INFORMAZIONE A CURA di Xella

L’importante agenzia europea di rating ESG Sustainalytics ha recentemente assegnato al Gruppo Xella – protagonista di assoluto rilievo nel mercato globale dei materiali da costruzione in calcestruzzo aerato autoclavato - un rating di sostenibilità di 18,3 punti. Tale risultato posiziona il Gruppo Xella al primo posto tra tutte le 115 aziende del settore delle costruzioni valutate da Sustainalytics, che ha preso in analisi molteplici aspetti relativi alla sostenibilità ambientale, responsabilità sociale e governance.

Il rating ha messo in luce in particolare l’utilizzo efficiente delle materie prime all'interno dei processi produttivi: Xella, infatti, è una delle poche aziende produttrici di materiali da costruzione con un consolidato processo per la riduzione al minimo degli scarti di produzione, che vengono puntualmente recuperati e rimessi in circolo.

In Italia, Xella è presente con la sede a Grassobbio (BG) e due poli produttivi: uno a Pontenure (PC) e uno ad Atella (PZ), attivo da luglio 2019 dopo la fusione per incorporazione di Doc Airconcrete di Atella in Xella Italia.

In particolare sull’impianto di Atella, l’azienda sta portando avanti costanti investimenti, con l’obiettivo di ottimizzare sistemi e tecnologie di produzione per adeguarsi agli elevati standard qualitativi del Gruppo Xella e, allo stesso tempo, diventare sempre più sostenibili.

Gli investimenti fatti nel 2020 hanno permesso di potenziare gli impianti e un migliorare il sistema di recupero dell’energia, portando all’abbattimento del 35% delle emissioni di CO 2 e al recupero della quasi totalità delle acque di scarico. Per il 2021, nonostante l’impatto dell’emergenza sanitaria sull’attività, l’azienda prevede ulteriori investimenti per la realizzazione di un impianto fotovoltaico, che arriverà a coprire il 60-65% del fabbisogno energetico dell’impianto produttivo di Atella e per il potenziamento dei software di gestione dei macchinari.

L'impianto produttivo di Atella

Inoltre, nel prossimo anno è previsto l’inserimento di nuove figure professionali con specifiche competenze, oltre a percorsi di crescita e di formazione professionale dedicati al personale esistente, nell’ottica dello sviluppo e della valorizzazione delle risorse umane. Quest’ultimo è un tema fondamentale a livello sia locale che di Gruppo, tanto che Xella ha ottenuto il rating migliore nel settore delle costruzioni anche nell'ambito "Capitale umano". Xella Italia, che impiega attualmente 128 persone di cui 40 nello stabilimento di Atella, attribuisce la massima priorità alla sicurezza sul lavoro.

“Siamo molto soddisfatti della valutazione di ESG Sustainalytics” dichiara Marco Paolini, CEO di Xella Italia S.r.l. “In ogni ambito, dai processi di produzione e gestione, all’interazione con i nostri fornitori e gli stakeholder, l’ambiente e le risorse umane sono al centro di ogni attività. La buona valutazione ottenuta è una conferma del lavoro fin qui svolto e allo stesso tempo una motivazione per noi a migliorare ulteriormente.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725