Sabato 23 Gennaio 2021 | 06:49

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
Erica Mou canta «Soldi» di Mahmood con «inserti» in barese: il risultato fa impazzire il web

Erica Mou canta «Soldi» di Mahmood con «inserti» in barese: il risultato fa impazzire il web

 
Il video
«La vita è un sogno»: visioni dantesche con i Tamburellisti di Torrepaduli

«La vita è un sogno»: visioni dantesche con i Tamburellisti di Torrepaduli

 
Musica
«Era bella»: il video del salentino Manu Funk è una storia d'amore vista da un acquario

«Era bella»: il video del salentino Manu Funk è una storia d'amore vista da un acquario

 
Il disco
Quell'antica Puglia musicale che fece la «napoletana»

Quell'antica Puglia musicale che fece la «napoletana»

 
La notizia
È di Roberto Ottaviano il miglior cd del 2020

È di Roberto Ottaviano il miglior cd del 2020

 
Musica
Il nuovo Anteros, un talento pronto al primo album

Il nuovo Anteros, un talento pronto al primo album

 
L'intervista
Camerata Musicale Barese, le 80 stagioni: parla il direttore De Venuto

Camerata Musicale Barese, le 80 stagioni: parla il direttore De Venuto

 
Bari, con Caffellatte la psicologia si racconta anche in musica

Bari, con Caffellatte la psicologia si racconta anche in musica

 
La rassegna
Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

 
Inediti e rarità
Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Musica

Fabio Biondi a Bari con le note magiche del violino di Vivaldi

Da domenica con l’Orchestra d’archi al Petruzzelli

Fabio Biondi a Bari con le note magiche del violino di Vivaldi

L’architettura e la suggestione, il dramma e l’acceso lirismo. C’è sempre, in queste caratteristiche di fondo che segnano la musica di Antonio Vivaldi (1678-1741), l’acuta valorizzazione del timbro strumentale, in una poetica che parte dal barocco per costruire un’«arcadia» musicale senza pari. Sarà dedicato al «Prete rosso» più famoso della storia della musica il prossimo concerto organizzato dalla Fondazione Petruzzelli: dopo Sergej Krylov toccherà a un altro grande violinista - il palermitano Fabio Biondi - guidare l’Orchestra d’archi del Petruzzelli, in un impaginato incentrato interamente su Vivaldi.

Si parte domenica 19 luglio alle 19,30 (e in replica il 20, 21 e 22 luglio allo stesso orario) in un concerto in cui Biondi sarà solista e direttore: in programma la Sinfonia dall’opera Griselda, il Concerto per violino RV357, il Concerto per archi in sol minore RV152, il Concerto per violino in Fa Maggiore RV284, e le Sinfonie da Bajazet e Ercole sul Termodonte. I biglietti hanno il prezzo simbolico di 5 euro (1 euro per gli abbonati alla lirica o concertistica 2020) e sono in vendita esclusivamente on line su vivaticket.it. I congiunti potranno sedersi vicini e l’ordine di posto sarà assegnato dal personale di sala.

Quanto a Biondi, Accademico di Santa Cecilia, nel 2015 gli è stato conferito il titolo di Officier des Arts et des Lettres dal Ministero di Cultura francese; nel 2018, la laurea honoris causa in musicologia dall’Università di Palermo. Violinista e direttore di grande pregio, in Puglia si è esibito più volte tra Lecce e Martina Franca (al Festival della Valle d’Itria), ma questa sarà la sua prima volta a Bari e al Petruzzelli.

«È curioso - spiega il violinista -, ma è così. Non vedo l’ora di suonare e dirigere in un bellissimo teatro come questo».

Lei è uno specialista del barocco. Come è nato questo programma vivaldiano?
«Dovendo dirigere un’orchestra d’archi, la musica di Vivaldi è perfetta, oltre ad essere un richiamo sempre forte e stimolante. I brani sono popolari e allo stesso tempo molto attrattivi».

Le tre Sinfonie tratte dalle rispettive opere non si sentono spesso nelle sale da concerto.
«È vero, il revival operistico vivaldiano è iniziato solo vent’anni fa. Sono brani che hanno la struttura classica di una Sinfonia per archi: tre tempi, con il secondo - l’adagio - sempre molto ispirato e affascinante. Appartengono a periodi diversi della vita di Vivaldi: Griselda è un’opera della grande maturità, mentre Ercole sul Termodonte designa il suo grande successo a Roma negli anni ‘20 del ‘700».

E poi i Concerti per violino: quelli di Vivaldi sono un punto di partenza o di arrivo per un violinista?
«Vivaldi rappresenta una tappa del violinismo imprescindibile: è stato colui che per primo nel ‘700 si è avvicinato a questo strumento in maniera narcisistica ed esemplare. Con uno straordinario sfoggio di italianità virtuosa. Trovo che sia un punto di partenza ed arrivo allo stesso tempo: nel luogo comune passa per essere un autore “facile”, ma non lo è per niente, se pensiamo al fraseggio e al virtuosismo richiesto».

Quale violino suonerà a Bari?
«Un “Gennaro Gagliano” del 1768, appartenuto al mio maestro, il grande violinista siciliano Salvatore Cicero: bellezza di suono straordinaria, brillante e sopranile».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie