Lunedì 20 Maggio 2019 | 20:24

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'evento
Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

 
BrindisiL'appello di Adelina
Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
BatSanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 
TarantoIl caso
Furti di rame da Ferrovie Sud Est: 5 denunce nel Tarantino

Furti di rame da Ferrovie Sud Est: 5 denunce nel Tarantino

 
LecceIl sopralluogo
Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato»

Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato» FT
Ulivi infetti anche nel Tarantino

 
MateraAi domiciliari
Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

 

i più letti

Lettere alla Gazzetta

Le nuove frontiere del populismo

Cinesi o giapponesi? Il termine populismo mai ha riempito le pagine dei giornali come in questi tempi. Se ne danno le definizioni più diverse a seconda dei pulpiti dai quali arrivano le prediche. Oggi abbiamo sotto gli occhi un esempio illuminante di populismo: l’atteggiamento irrazionale e da frustrazione di chi si ostina a non ammettere la superiorità della Juventus, invocando fantomatici favori arbitrali ed ignorando la palmare evidenza dei fatti. Questi populisti venduti ai cinesi, come quei giapponesi che ignoravano la sconfitta nella seconda guerra mondiale, si ostinano a vivere nella foresta intricata ed alienante delle loro pseudo convinzioni. Auguriamo loro che questa sopravvivenza in un mondo fantastico ed autoreferenziale li renda almeno felici o, quanto meno, consolati.

Francesco Berardino, Foggia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400