Giovedì 24 Gennaio 2019 | 01:02

Lettere alla Gazzetta

Le nuove frontiere del populismo

Cinesi o giapponesi? Il termine populismo mai ha riempito le pagine dei giornali come in questi tempi. Se ne danno le definizioni più diverse a seconda dei pulpiti dai quali arrivano le prediche. Oggi abbiamo sotto gli occhi un esempio illuminante di populismo: l’atteggiamento irrazionale e da frustrazione di chi si ostina a non ammettere la superiorità della Juventus, invocando fantomatici favori arbitrali ed ignorando la palmare evidenza dei fatti. Questi populisti venduti ai cinesi, come quei giapponesi che ignoravano la sconfitta nella seconda guerra mondiale, si ostinano a vivere nella foresta intricata ed alienante delle loro pseudo convinzioni. Auguriamo loro che questa sopravvivenza in un mondo fantastico ed autoreferenziale li renda almeno felici o, quanto meno, consolati.

Francesco Berardino, Foggia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400