Giovedì 17 Gennaio 2019 | 02:15

LETTERE ALLA GAZZETTA

La gente di Puglia non dimenticherà Tina Anselmi

Tina Anselmi, un gigante della democrazia italiana.
La sua generosa passione per il bene comune ha trovato una prima espressione nella sua esperienza di giovanissima patriota al seguito della Resistenza al nazifascismo.
Donna di profonda religiosità e di esigente laicità,Tina Anselmi si è distinta per la modernità di sguardo che ha prodotto Riforme fondamentali e profetiche per il progresso del Paese,nel campo del lavoro ed in quello della sanità.
Il suo impegno si è esteso alla lotta ai poteri occulti che hanno compromesso la trasparenza della vita democratica in Italia.
Il lavoro della Commissione di inchiesta sulla Loggia P2,che Ella presiedette con autorevolezza e coraggio senza pari,ha confermato l’intransigente coerenza della sua fedeltà alla Costituzione repubblicana e la passione per la ricerca della verità.
La sua adesione convinta alle posizioni di Aldo Moro ha prodotto un grande beneficio all’elaborazione della linea politica della Democrazia cristiana.
La gente di Puglia non dimenticherà le numerose visite che da Ministra del Lavoro e della Sanità,da Presidente della Commissione di inchiesta sulla Loggia P2 Tina Anselmi ha generosamente riservato alla nostra terra,rivelando una stupefacente sensibilità meridionalista.
La politica italiana perde con la sua scomparsa un riferimento roccioso, che in tempi così sismici fa venir meno un baluardo insostituibile.
Impegniamoci a raccontare ai giovani questa donna, di fronte alla quale ogni indifferenza cede il passo al rispetto, al ricordo grato, alla nostalgia struggente.

Rosina Basso Lobello, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400