Venerdì 18 Gennaio 2019 | 15:45

LETTERE ALLA GAZZETTA

Panariello ha avuto ragione su Briatore

Ha avuto proprio ragione Giorgio Panariello nella sua imitazione di Briatore. Le banconote seminate come semi di ricchezza e forma di potere segnano l'ironia dell'attore su un personaggio che fa dell'ostentazione della ricchezza una continua messa in scena. Ora Briatore scende dalla sua montagna di banconote per farci sapere che lui, nella nostra Puglia, vuole solo alberghi a sessantaquattro stelle per ricconi come lui e che gli altri si arrangino, sono solo straccioni. Il movimento fiammingo che si oppose alla oppressione spagnola dell'imperatore Carlo V, furono da questi definiti "pezzenti". Presero su di se quel nome con orgoglio ed alla fine gli spagnoli se ne dovettero andare. Caro signor Briatore noi "straccioni" ci terremo i nostri alberghetti e suoneremo le nostre campane!

Gabriele Pirè, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400