Venerdì 30 Luglio 2021 | 03:52

NEWS DALLA SEZIONE

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraL'allarme
Incendi: fiamme in pineta nel Materano, evacuato campeggio

Incendi: fiamme in pineta nel Materano, evacuato campeggio

 
FoggiaL'Irccs di San Giovanni Rotondo
Firmato a Roma il nuovo Protocollo Regione Puglia - Casa Sollievo

Firmato a Roma il nuovo Protocollo Regione Puglia - Casa Sollievo

 
BrindisiTokyo 2020
Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

 
Batviolenza domestica
Picchia moglie e figlio minorenne disabile, 52enne in carcere

Picchia moglie e figlio minorenne disabile, 52enne in carcere

 
TarantoSicurezza
Migranti, «agenti in servizio in hotspot sono eroi»

Migranti, «agenti in servizio in hotspot sono eroi»

 
Potenzal'emergenza
Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

 
BariFiamme altissime
Gravina, incendio in campi Murgia barese: da 16 ore canadair in azione

Gravina, incendio in campi Murgia barese: da 16 ore canadair in azione - LE FOTO

 
LecceSerie B
Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

 

i più letti

Ambiente

Il mare minaccia il nido di tartaruga, salvataggio in extremis a Torre dell'Orso

Le 104 uova deposte sono state trasferite in una spiaggia attigua, a 18 metri dalla battigia, adesso si spera che gli embrioni sopravvivano

Torre dell'Orso (Melendugno) - Salvataggio in extremis delle uova di tartaruga deposte all'Orsetta l'11 luglio scorso. Non sono bastati i sacchi di sabbia messi a difesa del nido; il mare lambiva la recinzione e così, rotti gli indugi, gli esperti del Crtm di Calimera hanno deciso di intervenire.

L'operazione è stata rischiosa: le uova non posso essere toccate nei giorni immediatamente successivi alla deposizione perchè gli embrioni sono in formazione, ma lasciarle lì e aspettare i canonici 25 giorni significava andare incontro a morte certa.

Piero Carlino, responsabile del centro, ha curato personalmente l'operazione. Il nido è stato scoperto e sono state contate 104 uova, tutte sistemate nella spiaggia libera adiacente, in una buca scavata a 18 metri dal mare. Tutte nella stessa, identica posizione in cui sono state trovate.  Poi il sito è stato recintato e questa mattina una ulteriore griglia sarà posizionata sulla parte superiore per evitare qualche pallonata. La Capitaneria di porto di San Foca si è già detta disponibile a fare pattugliamenti e a spiegare ai frequentatori della spiaggia l'importanza di non danneggiare il nido con comportamenti scorretti. 

«Non ci resta che sperare - dice Piero Carlino - l'operazione è stata rischiosa ma se solo una parte delle uova riuscissero ad arrivare alla schiusa sarebbe già un successo». Adesso bisogna aspettare settembre, per quella data era prevista la nascita dei piccoli di tartaruga.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie