Lunedì 01 Giugno 2020 | 11:59

NEWS DALLA SEZIONE

Il Biancorosso

Serie C
Bari, servirà un’estate di fuoco. I playoff con tante mine vaganti

Bari, servirà un’estate di fuoco. I play-off con tante mine vaganti

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzail bollettino
Basilicata ancora Covid-free: quinto giorno consecutivo senza contagi su 76 test

Basilicata ancora Covid-free: quinto giorno consecutivo senza contagi su 76 test

 
Batla scoperta della GdF
Gel «non igienizzante» venduto in tutta Italia: sequestri e denunce a Trani

Gel «non igienizzante» venduto in tutta Italia: sequestri e denunce a Trani

 
Materanel Materano
Grassano, ladri strappano la cassaforte dell'ufficio postale

Grassano, ladri «strappano» la cassaforte dell'ufficio postale

 
TarantoLa Provincia
Taranto, riprendono i lavori per la tangenziale Sud

Taranto, riprendono i lavori per la tangenziale Sud

 
BrindisiInquinamento
Brindisi, il sindaco: sblocco se Versalisi investe su salute e lavoro

Brindisi, il sindaco Rossi: «Sblocco se Versalis investe su salute e lavoro»

 
BariCassa integrazione
Bari, l’Inps accelera boccata d’ossigeno per i lavoratori

Bari, l’Inps accelera: boccata d’ossigeno per i lavoratori

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 

i più letti

La tragedia

Taranto, la gru Mittal abbattuta dal maltempo si inabissa in mare

TARANTO - Un operaio 31enne della provincia di Taranto, Mimmo Massaro, di Fragagnano, risulta disperso dopo che una gru operante sul quarto sporgente dello stabilimento ArcelorMittal Italia di Taranto è finita in mare dopo lo scontro con un altro braccio meccanico provocato da una forte raffica di vento. Il braccio d'acciaio si è inabissato nel tratto di acqua antistante: sono stati attivati immediatamente i soccorsi, sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e forze dell'ordine.

Secondo una prima ricostruzione,  a causa della ondata di maltempo che ha colpito tutta la regione, una raffica di vento avrebbe provocato lo scontro tra due gru in movimento, la «DM 5» e la «DM 8»: dopo l'urto, la prima è finita in mare portandosi dietro la cabina in cui c'era un gruista 30enne, mentre l'altra è precipitata sulla banchina. Sommozzatori, polizia e mezzi e personale della capitaneria di Porto sono al lavoro per trovare l'operaio.

Non è la prima volta, purtroppo, che si verificano simili incidenti proprio al quarto sporgente: nel 2012, in seguito a un tornado che si abbattè su Taranto, morì Francesco Zaccaria, un operaio di 29 anni, che si trovava nella cabina della stessa gru «DM 5» (nel frattempo ricostruita) e ripescato in mare a trenta metri di profondità. 

Cinque anni fa, un analogo incidente, sempre al quarto sporgente provocò il ferimento di due operai dopo la rottura di una gru chiamata «DM 7» che si spezzò in due tronconi.

Un anno fa, invece, la morte del 28enne Angelo Fuggiano, dipendente della Ferplast, una delle tante imprese appaltatrici del siderurgico. Sposato, due figli piccoli, Angelo era residente nel quartiere Tamburi: insieme a dei colleghi, Fuggiano stava sostituendo la fune a una gru - ferma per manutenzione da due giorni - del quarto sporgente portuale del siderurgico. Quando la carrucolo che trasportava il grosso cavo d'acciaio si staccò e colpì il giovane uccidendolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie