Lunedì 19 Novembre 2018 | 06:00

NEWS DALLA SEZIONE

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

La campagna

«Chiamami architetta»: a Lecce manifesti contro disparità uomo-donna

"Facciamo che non sia un'eccezione": ecco il titolo della trovata della Casa delle Donne per sensibilizzare la città contro le discriminazioni

Stereotipi uomo-donna, sessismo nei luoghi di lavoro, disparità salariale, conciliazione vita-lavoro: sono questi i temi che vengono affrontati nei manifesti di un'ironica campagna di comunicazione che sono comparsi in queste ore in tutta la città di Lecce. Un modo simpatico e divertente per parlare di problemi e differenze che ancora oggi ci sono tra uomini e donne. La campagna della Casa delle Donne di Lecce si chiama "Facciamo che non sia un'eccezione", e rientra nell’ambito di un progetto internazionale finanziato dalle Regione Puglia e realizzato in collaborazione con le associazioni partner di Women At Work: Alveare Lecce, Meticcia, Awmr Italia - donne della regione mediterranea, Wilpf Albania, Associazione Blablabla,  CNA confederazione nazionale artigianato e piccola e media impresa Lecce e Assessorato alle Pari Opportunità, Comune di Lecce.  

Il progetto, di cooperazione tra Italia e Albania, è dedicato alle donne inoccupate e disoccupate italiane, albanesi e delle comunità migranti presenti a Lecce, che individua nel lavoro uno strumento di crescita personale, culturale, di emancipazione e contrasto alla violenza e alle discriminazioni. Oltre alla campagna di affissioni urbane e comunicazione sui social a Lecce, il progetto prevede un’attività parallela in alcune città dell’Albania. Le altre attività previste nel capoluogo salentino sono un corso di formazione su lavoro e impresa, un laboratorio per bambine e bambini, uno sportello di orientamento e sostegno individuale per donne e una mostra fotografica sulle relazioni tra donne di Italia e Albania.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400