Sabato 19 Giugno 2021 | 01:48

NEWS DALLA SEZIONE

L'emergenza
Basilicata zona bianca: Speranza telefona a Bardi

Basilicata zona bianca: Speranza telefona a Bardi

 
Il caso
Matera, donna di 90 anni truffata dal finto nipote del cuore

Matera, donna di 90 anni truffata dal finto nipote del cuore

 
Il caso
Matera, aggredisce e rapina la compagna: arrestato e allontanato

Matera, aggredisce e rapina la compagna: arrestato e allontanato

 
Anziani in pericolo
Matera, raggirò una 90enne: arrestato

Matera, raggirò una 90enne: arrestato

 
Televisione
Matera, Imma Tataranni è tornata

Matera, Imma Tataranni è tornata

 
la vicenda
Truffa dell'arrotino, una denuncia a Matera

Truffa dell'arrotino, una denuncia a Matera

 
Covid
Basilicata, zona bianca dal 21 giugno

Basilicata, zona bianca dal 21 giugno

 
Nel Materano
Bernalda, in un deposito custodisce materiale esplosivo per fabbricare bombe: arrestato

Bernalda, in un deposito custodisce materiale esplosivo per fabbricare bombe: arrestato

 
felicità
Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

 
Vaccini
Matera, immediata sospensione Astrazeneca sugli under 60

Matera, immediata sospensione Astrazeneca sugli under 60 Il bollettino odierno

 

Il Biancorosso

verso il futuro
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeCovid
Puglia, riunione d'urgenza per fronteggiare la variante indiana

Puglia, riunione d'urgenza per fronteggiare la variante indiana

 
LecceIl blitz
Carmiano, Faider fiuta la droga e scattano due arresti

Carmiano, Faider fiuta la droga e scattano due arresti

 
PotenzaMobilità
Potenza, verifiche sul Ponte Musmeci, traffico deviato

Potenza, verifiche sul Ponte Musmeci, traffico deviato

 
BariL'iniziativa
Bari, al via i lavori per il parchetto dei cani

Bari, al via i lavori per il parchetto dei cani

 
PotenzaL'emergenza
Basilicata zona bianca: Speranza telefona a Bardi

Basilicata zona bianca: Speranza telefona a Bardi

 
Foggiail processo
Ucciso durante una rapina: Regione Puglia e associazione Panunzio parti civili

Ucciso durante una rapina: Regione Puglia e associazione Panunzio parti civili - Il 17enne confessa: «Non volevo ucciderlo»

 
BatGiustizia svenduta
Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione.

Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione

 
TarantoMonitoraggio
Taranto, in carcere 34 positivi ma uno solo è ricoverato

Taranto, in carcere 34 positivi ma uno solo è ricoverato

 

i più letti

La sorpresa

Matera, nei Sassi scoperto edificio sacro

La novità nell’area di Porta Pistola

Matera - Nuove «straordinarie scoperte stanno emergendo nei Sassi di Matera. Nell’area di Porta Pistola - è annunciato in un comunicato diffuso dall’ufficio stampa del Comune - nel corso dei lavori di riqualificazione «sono venuti alla luce ritrovamenti di grande valore storico e artistico: al centro dell’area, un edificio sacro sotterrato per tutta la sua altezza e che presenta un affresco, risalente presumibilmente al sedicesimo secolo». «Un’altra sorpresa» riguarda «un importante muro di recinzione, più arretrato rispetto al muraglione a strapiombo sulla Gravina": le scoperte sono state mostrate il 7 maggio al sindaco, Domenico Bennardi e al soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio della Basilicata, Francesco Canestrini, che hanno effettuato un sopralluogo.

Nella nota del Comune è sottolineato che «le tracce emerse sin dalle prime fasi di pavimentazione dell’area di Porta Pistola hanno portato a svolgere indagini di archeologia preventiva che hanno permesso di rinvenire antiche fosse circolari destinate alla conservazione di derrate alimentari e acqua; lo svuotamento dal terreno di colmatura ha permesso la raccolta di interessanti frammenti ceramici. Sul fronte opposto, l'indagine ha permesso di comprendere che il poderoso muro di contenimento a strapiombo sul torrente Gravina risulta avanzato rispetto ad un muro precedente, anch’esso di potenza ragguardevole».

Dallo scavo fino ad ora eseguito, profondo circa un metro, l’edificio sacro appare sotterrato per tutta la sua altezza. «In queste prime fasi di scavo - ha sottolineato Canestrini - è difficile descriverne con certezza le caratteristiche, ma il dipinto murario emerso palesa la presenza di un edificio sacro di non sicura attribuzione. Il dipinto rappresenta una crocifissione molto ben conservata, dai colori brillanti e una mano molto raffinata, databile, per quanto attualmente visibile, alla seconda metà del 1500».

Quello che è venuto in luce fino ad ora è solo parte di quanto conservato - ha aggiunto Bennardi - e permette una nuova discussione sui dati relativi alla storia stratificata della nostra città. Un episodio felice di archeologia preventiva che racconta quanto la ricerca storica sia materia dinamica, mai ferma, da esplorare con cura. La sfida che, nuovamente abbiamo davanti, è quella di coniugare la tutela e la conservazione con la possibilità di valorizzazione e fruizione».

Comune di Matera e Soprintendenza archeologica «hanno garantito di voler collaborare con la massima dedizione per fare in modo che gli interventi siano eseguiti nel rispetto del passato e del presente, che non appaiono mai scissi, ma addirittura contemporanei. Un modello che deve divenire metodo per il futuro di una città che, tracimante di storia, continua a sorprendere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie