Martedì 28 Settembre 2021 | 16:50

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

La presentazione

Matera, Di Maio per Expo 2020: occasione preziosa per nostre aziende

Il ministro degli Esteri si è congratulato con il suo collega emiratino per la partecipazione di 192 aziende

MATERA - «Sono sicuro che l’expo di Dubai 2020 sarà un’occasione preziosa di sviluppo per le nostre aziende». Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, intervenendo a Matera all’evento 'One Year to gò per la presentazione del Padiglione Italia, alla presenza del collega emiratino Sheikh Abdullah bin Zayed al Nahyan, con il quale si è "congratulato per il numero record di 192 partecipanti».

«Il nostro padiglione, e anche il modo e i materiali con cui sarà costruito, rappresenterà il principio di sostenibilità e l'eccellenza e il 'know how' delle nostre aziende che poche volte ho incontrato nel resto del mondo», ha aggiunto il ministro annunciando che non solo il padiglione ma anche altre strutture dell’Expo di Dubai saranno opera di imprese italiane.

«Il tema del Padiglione Italia, 'La bellezza unisce le personè, non è solo in senso puramente estetico ma della bellezza dell’innovazione e della conoscenza: vogliamo fare del padiglione un 'innovation hub' che permetterà ai visitatori un vero e proprio viaggio nell’Italia della bellezza, del Made in Italy, della sua storia e delle sue arti», ha proseguito Di Maio.

«La credibilità italiana è unica e Dubai sarà una nuova opportunità per esprimerla», ha concluso augurando «il miglior successo al popolo e al governo emiratini» per la prossima Expo.

BAGNO DI FOLLA - Selfie e strette di mano per il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, atteso da decine di persone a Matera dopo il bilaterale con il suo omologo emiratino Abdullah bin Zayed al Nahyan. Diversi i curiosi che hanno atteso il leader M5S nella Cava del Sole della città lucana, dove è stato presentato il Padiglione Italia per l’Expo di Dubai. E, tra bambini e più anziani, a «reclamare» un selfie con Di Maio è spuntato anche un gruppo di suore proveniente da diversi Paesi del mondo: richiesta che è stata prontamente esaudita davanti al portone di uno degli edifici del centro storico materano. 

BARDI: PARTECIPEREMO ALLE OPPORTUNITÀ DI EXPO2020 - «Occorre lavorare perchè durante lo svolgimento di Expo Dubai 2020 ci sia la pace, con un periodo di tregua dalle guerre». Lo ha auspicato il direttore della Fondazione «Matera-Basilicata 2019» Paolo Verri nel corso dell’evento «Year.To go! L’Italia a Expo Dubai 2020. «L'Italia è portatrice di bellezza - ha detto Verri- ed è importante portare valori, esperienze e innovazioni, occasioni di confronto con altri popoli. Ma è importante che ci sia la pacè.

Il presidente della giunta regionale di Basilicata ha evidenziato la riuscita esperienza di Matera capitale europea della cultura 2019: «Parteciperemo - ha detto Vito Bardi- alle opportunità di padiglione Italia. La Basilicata è anche terra per investitori italIani e stranieri che possono contribuire a frenare l’emigrazione dei giovani».

Il sindaco di Matera Raffaele De Ruggieri ha evidenziato I legami tra una città millenaria come Matera, luogo di incontro di varie culture e di tecniche comuni nell’area mediterranea per la captazione e raccolta delle acque che l’hanno portata, nel 1993, a entrare a far parte del patrimonio Unesco con I rioni Sassi e l’habitat rupestre.

Ci saranno anche le scuole italiane delle medie inferiori e superiori che hanno partecipato al progetto promosso dal Ministero per l’Università e la Ricerca scientifica 'Hack for global goals', incentrato sull'agenda 20-30 nel Padiglione Italiano per Expo Dubai 2020. Lo ha reso noto a Matera, in occasione dell’evento «One Yerar to go! L'Italia a Expo 2020 Dubai» il direttore dell’ufficio digitale del Miur, Andrea Bollini.

«A Matera -ha detto il dirigente, a seguito del ministro alla Istruzione, Università e Ricerca Lorenzo Fioramonti - abbiamo premiato i due progetti vincitori delle rispettive categorie, una della scuola media inferiore che hanno lavorato in tre giorni per costruire le loro soluzioni, e un’altra del 4° anno delle scuole superiori che saranno a Dubai come testimoni della scuola italiana, insieme ad altri studenti e per altre iniziative durante l’apertura della Esposizione».

«I ragazzi - ha aggiunto - si sono preoccupati di sviluppare attraverso un Hackaton, una maratona laboratorio, per ideare soluzioni innovative e sostenibili nelle scuole sull'Agenda 20-30, su come le scuole possono trovare soluzioni affinchè l'Agenda venga applicata . Abbiamo ricevuto tantissime idee, tantissimi spunti, che riprenderemo tutti, senz'altro. Ci sono quattro progetti dei 20 team totali che hanno lavorato agli obiettivi, che hanno prodotto indicazioni interessanti . Sono progetti relativi all’orientamento, più che a favorire l'entrata nel mercato dei lavori dei ragazzi . Hanno riguardato - ha aggiunto- come all’interno delle scuole si possa sviluppare una cultura della prevenzione dei rischi della salute, attraverso una serie di strumenti didattici. Un altro progetto propone, invece, un gioco per educare i ragazzi sulle diseguaglianze di genere e quindi migliorare la parità sia rispetto agli svantaggi totali e sia appunto a quella di genere. E un altro che si occupa di sviluppare anche risorse energetiche pulite, attraverso l’attività fisica e motoria che fanno i ragazzi delle scuole». Nel corso dell’evento di presentazione del padiglione Italia sono state presentate anche sei storie, sei esperienze di giovani delle medie superiori che hanno sviluppato in Italia e all’estero progetti, promossi dal Miur, su sostenibilità, mobilità, opportunità di genere, architettura, design e futuro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie