Venerdì 14 Dicembre 2018 | 09:32

NEWS DALLA SEZIONE

Gravidanze fantasma e figli miracolo dopo il cancro

 

Nuovi anziani, nuova medicina, nuovo medico: rivoluzione epocale

 

Rischio ospedale: due volte su cento per farmaco improprio

 

Over 55, hikikomori (in disparte)? No!

 

Matera si illumina per «spegnere» l'artrite psoriasica

 

Il Parkinson, malattia che provoca disabilità motoria

 

i più visti della sezione

«Tiroide, meriti il meglio»

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

Tiroide e donne in menopausa è la campagna di sensibilizzazione della Fondazione Cesare Serono. Cinquemila questionari compilati sono giunti e, di questi, gran parte è redatta da donne in menopausa, a conferma dell’interesse per il problema che, però, non trova rispondenza nel numero di controlli effettuati.

Una maggiore frequenza di controlli sarebbe invece opportuna perché l’età che avanza rappresenta un importante fattore di rischio.

Tra i 50 e i 60 anni, infatti, aumentano le probabilità di sviluppare specie l’ipotiroidismo. Nell’evoluzione di queste condizioni, accade spesso che la ridotta funzione dell’organo si presenti o si aggravi tanto che, nel 5% delle donne dai 60 anni in poi, si rileva incidenza di ipotiroidismo.

Necessario porre attenzione ai sintomi che compaiono durante la menopausa poiché essi, nelle due situazioni (menopausa ed ipotiroidismo), possono sovrapporsi e confondere la diagnosi e la relativa terapia.

Solo definendone la causa con specifiche verifiche di laboratorio, si potrà impostare una cura efficace.

L’intolleranza al caldo, per esempio, può essere confusa con le vampate, così come l’ insonnia, le palpitazioni e l'eccessiva irritabilità. Se questi sono molto frequenti e se si presentano in momenti diversi da quelli nei quali si verificano le vampate, è opportuno che la donna li segnali al medico il quale valuterà se orientare una apposita ricerca per verificare la funzione tiroidea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400