Martedì 16 Ottobre 2018 | 14:20

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Lenticchie a Capodanno, soldi tutto l'anno
Anche peso, forma e buona salute

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

Credere nella tradizione non nuoce anche perché quelle lenticchie, se ripetute durante gli altri 364 giorni, conferiranno, in aggiunta, persino soldi di salute.

il consumo di lenticchie e di legumi in genere, migliora la qualità della dieta, ottimizza il controllo del peso e – recente prova provata – riduce il rischio di diabete di tipo 2, grazie all'elevato contenuto di fibra e al basso indice glicemico. Questo giustifica la definizione di  ‘scudo’ anti-diabete 2. Non solo azione preventiva ma anche di ausilio alla terapia dei soggetti già con diabete.

Legumi prelibati per la salute sono anche i ceci. La rivista scientifica Nutrients riporta un articolo di ricercatori Usa che dimostra che, tra chi mangia abitualmente ceci, si registrano meno obesi e livelli di glucosio nel sangue più bassi.

“Nella dieta degli italiani – dice Paolo Simonetti, professore di nutrizione delle collettività, università, Milano -  solo il 37% delle proteine è di origine vegetale e la quota che deriva dai legumi è inferiore al 3 per cento. Pochissimo. I nuovi suggerimenti alimentari (“Piramide”) consigliano, infatti, un consumo di legumi quotidiano. Indicati, soprattutto, nei periodi festivi, per controbilanciare qualche inevitabile trasgressione. I legumi dovrebbero essere presenti tutti i giorni come ingredienti di piatti unici (pasta e fagioli, o ceci, lenticchie, fave ma anche spezzatino con piselli) o come sostituto del secondo piatto (per esempio polpette di legumi), variando il più possibile le scelte. Le porzioni, dovrebbero essere 150 grammi per i prodotti freschi, surgelati e in scatola (che hanno però più sale) e 50 grammi per quelli secchi”.

I legumi sono, tra l’altro, ricchi di vitamine del gruppo B, contengono diversi minerali benefici, tra cui calcio, potassio e magnesio e hanno una quantità importante di fibre, oltre ad essere considerati alimenti a basso indice glicemico, il che significa che i livelli di glucosio nel sangue aumentano lentamente dopo il consumo".

Bastano 130 grammi al giorno di legumi (aumentano il senso di sazietà del 31%), per ottenere, in sei settimane, un calo del peso corporeo di 340 grammi senza ridurre altri cibi (ricerca del Li Ka Shing Knowledge Institute del Saint Michael’s Hospital).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400