Sabato 04 Luglio 2020 | 20:36

NEWS DALLA SEZIONE

Salute
Farmaci multispecifici,pass par tout contro malattie varie

Farmaci multispecifici,pass par tout contro malattie varie

 
vista
Occhi a rischio: maculopatie edema diabetico, non abbandonare controlli e terapie

Occhi a rischio: maculopatie edema diabetico, non abbandonare controlli e terapie

 
Salute
L’alimentazione influisce su benessere nutrizionale e psicofisico

L’alimentazione influisce su benessere nutrizionale e psicofisico

 
Il premio
A neurologi italiani il «Wolff Award»: è il “nobel” in tema di cefalee

A neurologi italiani il «Wolff Award»: è il “nobel” in tema di cefalee

 
Sanità
Rotavirus, una preoccupazione in meno: il neonato al rientro a casa, dopo il parto

Rotavirus, una preoccupazione in meno: il neonato al rientro a casa, dopo il parto

 
Lo studio
La tecnologia digitale che aiuta i diabetici: connessi anche da remoto

La tecnologia digitale che aiuta i diabetici: connessi anche da remoto

 
Lo studio
Obecity Village 2020: neopiattaforma Digital per la prevenzione dell'obesità

Obecity Village 2020: neopiattaforma Digital per la prevenzione dell'obesità

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoPolveri sottili
Arcelor Mittal, Bonelli: «L'inquinamento a Taranto è legalizzato. Indaghi la Procura»

Arcelor Mittal, Bonelli: «L'inquinamento a Taranto è legalizzato. Indaghi la Procura»

 
LecceMaltempo
Pioggia e grandine a Casarano: le strade si trasformano in torrenti

Pioggia e grandine a Casarano: le strade si trasformano in torrenti. FOTO

 
BatOccupazione e salute
Fase 3, Asl Bat proroga tutti i contratti degli Oss fino a gennaio

Fase 3, Asl Bat proroga tutti i contratti degli Oss fino a gennaio

 
PotenzaTemporali
Maltempo, 9 allagamenti nel Potentino: 9 squadre dei vigili del fuoco

Maltempo, allagamenti nel Potentino: 9 squadre dei vigili del fuoco a lavoro

 
BariPost Covid 19
Fase 3, i ristoratori di Bari chiedono prescrizioni meno rigide

Fase 3, i ristoratori di Bari chiedono prescrizioni meno rigide

 
FoggiaFine campagna
Foggia, il grano duro di alta qualità, ma allarmano le rese basse

Foggia, il grano duro di alta qualità, ma allarmano le rese basse

 
BrindisiI controlli dei cc
Brindisi, scovati 11 «furbetti»del reddito di cittadinanza : avevano percepito 44mila euro da febbraio

Brindisi, scovati 11 «furbetti»del reddito di cittadinanza : avevano percepito 44mila euro da febbraio

 

i più letti

Malattia degenerativa

«Il ballo di San Vito», ne parla la sen. Cattaneo

Lo stato dei lavori, le interpretazioni genetiche, la possibile terapia all’incontro «Roche per la ricerca»

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

La senatrice, prof. Elena Cattaneo

La senatrice, prof. Elena Cattaneo

In tempo di pentolaccia il “ballo di San Vito” è chiamato in causa, erroneamente, perché si tratta di una pietosa malattia degenerativa (“Corea di Huntington”) che colpisce un persona su 7.000 e che è studiata in particolare dalla prof. Cattaneo, senatrice a vita che ne ha riassunto lo stato dei lavori, le interpretazioni genetiche, la possibile terapia all’incontro “Roche per la ricerca”.

“Ma se invece di essere vittime un errore genetico, questi “malati” – ha detto la prof. Cattaneo - fossero solo un esperimento dell’evoluzione, un passaggio intermedio nello sviluppo della specie umana?” Il quesito, conturbante e affascinante, non ha ancora risposta ma la pervicacia dell’equipe Cattaeno è in pista per formularla e giungere a terapia. “L’attività di ricerca in Italia – ha detto Cattaneo - è viva e di ottima qualità. A confermarlo è il numero, in costante crescita, dei progetti presentati da giovani ricercatori italiani under 40 nell’ambito del Bando Roche per la Ricerca. Un bilancio importante quello dei primi 3 anni: quasi 3 milioni di euro stanziati, più di 1200 i progetti presentati e 28 quelli finora finanziati.

Prossima la quarta edizione del bando che si avvarrà della partnership di Springer nature chiamata a valutare e selezionare i progetti in concorso che ha come limitazione l’età superiore ai 40 anni e ogni citazione o collegamento con Roche e prodotti Roche. I lavori premiati restano di proprietà esclusiva”. Dodici gli scienziati italiani vincitori dell’edizione 2018 (7 ricercatrici e 5 ricercatori provenienti da oltre 10 istituti differenti, tutti rigorosamente under 40) con progetti di ricerca a carattere scientifico orientati ad un approccio sempre più personalizzato della terapia medica nelle seguenti aree: oncologia; ematologia oncologica, malattie respiratorie, reumatologia neuroscienze, coagulopatie ereditarie, relazione medico-paziente. Ciascun ricercatore si è aggiudicato un finanziamento di 50.000 euro per la realizzazione del proprio progetto.

Anche quest’anno i progetti sono stati valutati e selezionati dalla Fondazione GIMBE (Gruppo Italiano Medicina Basata sulle Evidenze), organizzazione esterna e indipendente a garanzia dell’imparzialità, secondo un rigoroso processo di analisi e valutazione che ha preso in considerazione la coerenza con le aree e le tematiche del bando, la metodologia, l’innovatività, i potenziali benefici per i pazienti e l’impatto per la sostenibilità del SSN. “Siamo ancora più convinti - dice MariaPia Garavaglia, ex ministro della sanità e presidente Fondazione Roche - che la promozione di una sempre più stretta collaborazione tra pubblico e privato sia in grado di fare la differenza”.

Come in passato, i progetti potranno essere promossi esclusivamente da Enti pubblici o privati italiani, senza scopo di lucro, e da IRCCS. Sarà possibile sottomettere le richieste caricandole direttamente sul sito www.rocheperlaricerca.it a partire dal 29 aprile e fino al 1 luglio 2019. informazioni sul nuovo bando, modalità di candidatura e dettaglio delle aree di interesse saranno disponibili sullo stesso sito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie