Venerdì 26 Aprile 2019 | 02:03

NEWS DALLA SEZIONE

INESISTENTI AL SUD
«Banche di tessuti»: riserva di vita per ossa, muscoli, cornee, cuore, vasi e altro

«Banche di tessuti»: riserva di vita per ossa, muscoli, cornee, cuore, vasi e altro

 
VERDURE E LEGUMI DIMOSTRATI ANTICANCRO
Alimentazione e tumore della vescica

Alimentazione e tumore della vescica

 
MIGLIORA L’ADERENZA DEI MALATI ALLA TERAPIA
Telemedicina, sì al progetto pilota Asl Bat

Telemedicina, sì al progetto pilota Asl Bat

 
MENO RICOVERI - DIMEZZATA LA MORTALITÀ
Cuore matto, la telemedicina può curarlo

Cuore matto, la telemedicina può curarlo

 
GIORNATA MONDIALE DELLO SPORT
Società italiana ortopedia: importante l'attività fisica

Società italiana ortopedia: importante l'attività fisica

 
La donna è molto spesso sola
Tumore ovarico, cosa vorrebbero le pazienti dall'ospedale

Tumore ovarico, cosa vorrebbero le pazienti dall'ospedale

 
DAGLI ESPERTI SETTE SUGGERIMENTI
Rivoluzione in diagnosi e terapia dei tumori

Rivoluzione in diagnosi e terapia dei tumori

 
ITALIA FANALINO DI CODA IN UE PER SPESA PRO-CAPITE
Sanità digitale, chiave d'efficacia - efficienza

Sanità digitale, chiave d'efficacia - efficienza

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceSalento
Melpignano, Francesco Guccini inaugura Palazzo Marchesale

Melpignano, Francesco Guccini nel giardino del palazzo Marchesale tra musica e parole

 
BariIl protocollo
Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa

Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa
Bagarre tra Sisto e Decaro

 
BrindisiIl concerto
Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

 
FoggiaOperazione dei Cc
Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

 
PotenzaLa situazione
Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

 
BatL'appuntamento
Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 

Malattia degenerativa

«Il ballo di San Vito», ne parla la sen. Cattaneo

Lo stato dei lavori, le interpretazioni genetiche, la possibile terapia all’incontro «Roche per la ricerca»

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

La senatrice, prof. Elena Cattaneo

La senatrice, prof. Elena Cattaneo

In tempo di pentolaccia il “ballo di San Vito” è chiamato in causa, erroneamente, perché si tratta di una pietosa malattia degenerativa (“Corea di Huntington”) che colpisce un persona su 7.000 e che è studiata in particolare dalla prof. Cattaneo, senatrice a vita che ne ha riassunto lo stato dei lavori, le interpretazioni genetiche, la possibile terapia all’incontro “Roche per la ricerca”.

“Ma se invece di essere vittime un errore genetico, questi “malati” – ha detto la prof. Cattaneo - fossero solo un esperimento dell’evoluzione, un passaggio intermedio nello sviluppo della specie umana?” Il quesito, conturbante e affascinante, non ha ancora risposta ma la pervicacia dell’equipe Cattaeno è in pista per formularla e giungere a terapia. “L’attività di ricerca in Italia – ha detto Cattaneo - è viva e di ottima qualità. A confermarlo è il numero, in costante crescita, dei progetti presentati da giovani ricercatori italiani under 40 nell’ambito del Bando Roche per la Ricerca. Un bilancio importante quello dei primi 3 anni: quasi 3 milioni di euro stanziati, più di 1200 i progetti presentati e 28 quelli finora finanziati.

Prossima la quarta edizione del bando che si avvarrà della partnership di Springer nature chiamata a valutare e selezionare i progetti in concorso che ha come limitazione l’età superiore ai 40 anni e ogni citazione o collegamento con Roche e prodotti Roche. I lavori premiati restano di proprietà esclusiva”. Dodici gli scienziati italiani vincitori dell’edizione 2018 (7 ricercatrici e 5 ricercatori provenienti da oltre 10 istituti differenti, tutti rigorosamente under 40) con progetti di ricerca a carattere scientifico orientati ad un approccio sempre più personalizzato della terapia medica nelle seguenti aree: oncologia; ematologia oncologica, malattie respiratorie, reumatologia neuroscienze, coagulopatie ereditarie, relazione medico-paziente. Ciascun ricercatore si è aggiudicato un finanziamento di 50.000 euro per la realizzazione del proprio progetto.

Anche quest’anno i progetti sono stati valutati e selezionati dalla Fondazione GIMBE (Gruppo Italiano Medicina Basata sulle Evidenze), organizzazione esterna e indipendente a garanzia dell’imparzialità, secondo un rigoroso processo di analisi e valutazione che ha preso in considerazione la coerenza con le aree e le tematiche del bando, la metodologia, l’innovatività, i potenziali benefici per i pazienti e l’impatto per la sostenibilità del SSN. “Siamo ancora più convinti - dice MariaPia Garavaglia, ex ministro della sanità e presidente Fondazione Roche - che la promozione di una sempre più stretta collaborazione tra pubblico e privato sia in grado di fare la differenza”.

Come in passato, i progetti potranno essere promossi esclusivamente da Enti pubblici o privati italiani, senza scopo di lucro, e da IRCCS. Sarà possibile sottomettere le richieste caricandole direttamente sul sito www.rocheperlaricerca.it a partire dal 29 aprile e fino al 1 luglio 2019. informazioni sul nuovo bando, modalità di candidatura e dettaglio delle aree di interesse saranno disponibili sullo stesso sito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400