Venerdì 20 Luglio 2018 | 10:39

rotondella

«L'inquinamento è stato causato
al 99 per cento da Magnox»

È l'impianto, dimenticato, che produceva barre per centrali nucleari

«L'inquinamento è stato causato al 99 per cento da Magnox»

FILIPPO MELE

ROTONDELLAFocus sui “misteri” dell’impianto atomico dismesso Magnox, ubicato nell’area Enea della Trisaia. Una struttura venuta alla ribalta dopo che è stato scoperto l’inquinamento da cromo esavalente (sostanza tossica, mutagena e cancerogena) e trielina della falda idrica sottostante nell’ambito dei controlli per la messa in sicurezza dell’Itrec, l’altro impianto atomico dismesso dell’area Sogin, distante 200 metri dal primo, il 4 giugno 2015.

Secondo Marco Citterio, della Direzione centrale infrastrutture di Enea, «la responsabilità dell’inquinamento è per il 99 per cento di Magnox, attivo fino al 1988. Produceva barre di combustibile nucleare su scala industriale per le centrali italiane. Cromo esavalente e trielina facevano parte del suo ciclo produttivo».

Già. Tanti gli interrogativi, a questo punto, su Magnox, avviato nel 1960 e chiuso nel 1988. Perché è stato realizzato su suolo oggi Enea e non su quello Itrec, dedito al nucleare? Quante tonnellate di barre ha prodotto? Dove sono finiti i suoi macchinari visto che oggi il capannone che li conteneva è destinato ad uffici? Che fine ha fatto la società Combustibili nucleari che ne deteneva la proprietà dopo passaggi con società anche inglesi? E perché non sono stati rimossi anche il serbatoio e la tubatura? Cosa contengono queste due strutture considerate rifiuti nucleari ma in bella evidenza tanto che abbiamo potuto avvicinarci e fotografarli?

Domande scaturite nell’opinione pubblica preoccupata dalla possibile migrazione degli inquinanti nella falda esterna alla Trisaia e dalle possibili ripercussioni su ambiente e salute umana. Domande “girate” allo stesso Citterio. Ecco le sue risposte: «Magnox è stato realizzato su suolo Enea, allora Cnen, perché il nucleare era l’attività di tutta la Trisaia. Attività diversa da quella odierna. E l’area Itrec era già intasata di suo dal settore. Sulla quantità di barre prodotta non posso essere al momento preciso. Ma tutto il combustibile nucleare della centrale di Latina è stato prodotto qui. I macchinari dell’impianto furono smontati e trattati come rifiuti radioattivi e sono custoditi in Itrec. Enea, intanto, si è attivata per risalire alla storia della Combustibili nucleari, andata in liquidazione.

Se risulterà al 100 per cento che la responsabilità dell’inquinamento è di Magnox, noi, parte lesa, ci rifaremo delle spese del disinquinamento. Non sappiamo perchè non furono rimossi anche serbatoio e tubature. Ma abbiamo esaminato il liquido che contengono e se presentavano radioattività. Il contenuto non è contaminato da cromo esavalente e trielina e non c’è radioattività. Per noi l’inquinamento è storico, nel senso che si è verificato nel periodo di funzionamento dell’impianto anche se è stato accertato solo nel corso delle analisi dell’acqua di falda, nel giugno 2015».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Un’altra chiesa di Sant’Andrea nella zona di Casalnuovo

Un’altra chiesa di Sant’Andrea
nella zona di Casalnuovo

 
Barbara Lezzi, dal caso rimborsi a ministro del Sud

Il ministro Lezzi conferma
tornerà in città a fine mese

 
Undici rinvii a giudizio per il crac del Soglia Hotel

Undici rinvii a giudizio
per il crac del Soglia Hotel

 
Quanto degrado e abbandono in quello scalo ferroviario

Quanto degrado e abbandono
in quello scalo ferroviario

 
Sanità, dg Asm Matera dal carcere ai domiciliari

Sanità, dg Asm Matera
dal carcere ai domiciliari

 
Tre anni al falso ginecologochiedeva foto e video alle vittime

Tre anni al falso ginecologo
chiedeva foto e video alle vittime

 
Consorzio di bonifica, anche i morti al voto

Consorzio di bonifica, anche i morti al voto

 
Il vicepremier Luigi Di Maio a Matera

Di Maio a Matera, tutti i post sulla pagina Facebook

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS