Martedì 27 Settembre 2022 | 16:47

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

Gli speciali

Storie a Mezzogiorno: a Taranto i Santuari dell'Umanità e dei Marinai

Il signor Mimmo e il signor Ciro hanno riversato la loro passione nella costruzione di due tempietti molto particolari

09 Aprile 2022

Graziana Capurso (Video Di Santo-Bellomo ArtsMedia)

TARANTO - A Taranto spuntano due santuari sui generis: il primo è stato realizzato dal signor Mimmo che nel quartiere Paolo VI, in Viale Cannata, una delle strade principali di fronte la pensillina, da quasi dieci anni ogni giorno si dedica al suo Santuario per l’Umanità. Qui si trova di tutto una effige, un fiore, sedie, statuine o un semplice piatto rotto, ogni oggetto va bene e trova la sua collocazione nel luogo che Mimmo ha elevato a terra sacra. Sembrano cianfrusaglie ma hanno un valore affettivo ed emotivo inestimabile.

Basta spostarsi per pochi chilometri sempre a Taranto, e su una banchina di scogli, fra le barche dei cozzaroli screpolate dai raggi del sole, ecco che spunta un secondo nuovo tempio. L'opera è di Ciro Quaranta che, come Mimmo, ha dedicato altrettanto tempo alla costruzione del suo Santuario dei Marinai. «Quello che l’ha costruito ora è morto», ci dice Mimmo parlando del suo Santuario sul Mar Piccolo. Un posto dove riconciliarsi con la terra e con il mare, dove è l'anima a parlare. Attorno c’è silenzio.

“L'insediamento architettonico avviene con il contributo delle esperienza artigianali più prossime, della famiglia, del borgo, del quartiere; cosicchè la tipologia delle collocazioni porta, nelle forme architettoniche e plastiche, nella poetica epigrafica, i segni di una cultura omogenea.”
Marisa Cecchetti

*Speciali a cura di Graziana Di Santo e Fabrizio Bellomo (ArtsMedia) per la Gazzetta del Mezzogiorno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725