Domenica 21 Luglio 2019 | 02:05

NEWS DALLA SEZIONE

Kazakhstan, i membri salutano dalla Soyuz prima del lancio

Kazakhstan, i membri salutano dalla Soyuz prima del lancio

 
ROMA
Friday for Future,attivisti con maschere 'La casa di carta'

Friday for Future,attivisti con maschere 'La casa di carta'

 
ROMA
L'attrice colombiana Natalia Reyes

L'attrice colombiana Natalia Reyes

 
Sacchi immondizia con foto di De Luca per protesta a Napoli

Sacchi immondizia con foto di De Luca per protesta a Napoli

 
Sea-Watch 3, Carola Rackete in Procura a Agrigento

Sea-Watch 3, Carola Rackete in Procura a Agrigento

 
Woody Allen a San Sebastian per girare un nuovo film

Woody Allen a San Sebastian per girare un nuovo film

 
Porto Rico, proteste contro il governatore Ricardo Rossello

Porto Rico, proteste contro il governatore Ricardo Rossello

 
L'attrice Anna Foglietta al Festival Sottosopra di Bari

L'attrice Anna Foglietta al Festival Sottosopra di Bari

 
Strada allagata da piogge monsoniche a Lahore, Pakistan

Strada allagata da piogge monsoniche a Lahore, Pakistan

 
Manifestanti davanti quartier generale Polizia a Manila

Manifestanti davanti quartier generale Polizia a Manila

 
Liam Neeson a presentazione 'Venganza Bajo Cero', Spagna

Liam Neeson a presentazione 'Venganza Bajo Cero', Spagna

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeLa scoperta
Brindisi, tre migranti trovati semi asfissiati in cella frigo su tir

Brindisi, tre migranti trovati semi asfissiati in cella frigo su tir

 
MateraIl convegno
Confindustria, Boccia a Matera: «Siamo la seconda manifattura d’Europa»

Confindustria, Boccia a Matera: «Siamo la seconda manifattura d’Europa»

 
BariLa denuncia di un lettore
Bari, lavori in corso al Policlinico: pazienti visitati nel corridoio

Bari, lavori in corso al Policlinico: pazienti visitati nel corridoio

 
PotenzaL'operazione
Basilicata, lotta allo spaccio, controlli dei cc: 5 denunciati

Basilicata, lotta allo spaccio, controlli dei cc: 5 denunciati

 
HomeLa tragedia
Foggia, scontro tra auto della Finanza e scooter: muore 15enne

Foggia, scontro tra auto della Finanza e scooter: muore 15enne, non aveva il casco

 
HomeL'allarme
La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

 
Calcio LecceGiallorossi
Muore a 82 anni ex patron del Lecce Giovanni Semeraro

Muore a 82 anni ex patron del Lecce Giovanni Semeraro

 

i più letti

Tra Orta Nova, Ordona e Cerignola

«Io sono come la Piovra»
11 arresti per furti e rapine

Undici persone sono state arrestato oggi dai Carabinieri nell'ambito di un'operazione, denominata «Octopsu» che ha smentellato una banda - con base a Orta Nova - dedica a una serie di furti, rapine ed estorsioni da parte di soggetti residenti a Orta Nova, Ordona e Cerignola. Oltre agli undici arresti (4 in carcere, 7 ai domiciliari), il gip ha emesso anche 2 provvedimenti di obbligo di dimore nel comune di Cerignola e 2 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria.

L’indagine, protratta dal febbraio al maggio del 2015, è partita dopo un furto di armi in un'abitazione per il quale era stato arrestato uno degli indagati. Da quell'episodio è partita una investigazione più ampia che, anche attraverso intercettazioni telefoniche, ha fatto emergere la figura di Leonardo Russo il quale, durante le conversazioni captate, in più occasioni, ha fatto riferimento alla propria organizzazione definendola come "squadra", come addirittura una "piovra": “... Sono come una piovra abbraccio tutti i reati...” diceva.

Gli indagati pianificavano i furti nelle abitazioni con sopralluoghi, ricerche informative sulle persone da derubare, distinzione dei ruoli tra autore materiale e “palo”, e, infine, successiva ricettazione della refurtiva. Il furto, che solitamente si consumava nel giro di pochi minuti, aveva come fine quello di raccogliere denaro liquido, gioielli, orologi, libretti postali, bancomat con relativi PIN, e quant'altro potesse essere facilmente e velocemente monetizzato.

Vittime preferite della banda erano le persone anziane e il furto veniva letteralmente guidato, in diretta, da chi rimasto all'esterno controllava che non vi fossero pattuglie in zona, o non stessero rientrando i proprietari, o non vi fossero pericolose curiosità da parte di altri.

Le indagini in un caso hanno anche permesso di individuare e recuperare la refurtiva sottratta in un appartamento presso un negozio compro-oro, i cui titolari, senza farsi troppi scrupoli, avevano ricettato i gioielli provento del furto, motivo per il quale sono stati anch'essi denunciati.

Il gruppo era dedito anche ai cosiddetti “cavalli di ritorno” sulle auto rubate, concordando il prezzo dell'estorsione con le vittime che, "fatalmente" rassegnate e compiacenti, e quindi doppiamente vittime, rinunciavano poi a sporgere denuncia pur di riavere il mezzo.

La disponibilità di armi da parte del gruppo è stata provata grazie al rinvenimento e al conseguente sequestro, nel corso di una ben mirata perquisizione in un podere nelle campagne di Ordona, di 4 fucili da caccia, di cui uno a canne mozze, 1 pistola a tamburo, 5 repliche di pistole, munizionamento vario, che ha portato all’arresto di tale Angelo Cordisco.

Proprio per la pericolosità della "squadra",tre degli arrestati (Russo, Buonavita e Barbaro) erano stati destinatari di un altro ordine di arresto, in quanto responsabili di rapina e lesioni personali ai danni di un 84enne di Orta Nova per sottrargli la pensione, del tentato furto presso un’attività commerciale (non riuscito per l’intervento di un testimone che, accortosi del furto in atto, aveva allertato i Carabinieri), nonché di tentata estorsione nei confronti di quest’ultimo. Infatti, il terzetto aveva preteso dal testimone scoodo che fosse lui a "rimborsare" quanto non ricavato organizzando una vera e propria spedizione punitiva in un bar di Orta Nova.

Infine, un ruolo di primo piano emerso nel panorama della delinquenza di Orta Nova è quello di Francesco Gaeta e di suo fratello, Andrea: al primo le vittime dei furti di auto si rivolgevano per ottenere la restituzione dei mezzi, da lui stesso "ordinati" ad altri complici del gruppo; al secondo, invece, si rivolgevano gli autori dei furti per ricettare la refurtiva.

I nomi dei destinatari delle misure cautelari:

Custodia cautelare in carcere:
RUSSO Leonardo, classe1976 di Orta Nova;
BUONAVITA Vincenzo, classe1981 di Orta Nova;
BARBARO Ruggiero, classe 1996 di Orta Nova;
GAETA Francesco, classe 1958 di Orta Nova;

Arresti domiciliari:
PALLOTTA Angelo, classe 1981 di Orta Nova;
TORCHIARELLA Giovanni, classe 1984 di Orta Nova;
DI PALMA Gerardo, classe 1989 di Orta Nova;
MENNUTI Riccardo, classe 1982 di Orta Nova;
CETRULO Michele, classe 1996 di Orta Nova;
DEL VENTO Nunzio, classe 1968 di Orta Nova;
CIAFFA Gianpaolo, classe 1984 di Ordona;

Obbligo di presentazione alla P.G.:
CARLUCCI Daniele Pio, classe 1986 di Orta Nova;
GAETA Andrea, classe 1971 di Orta Nova;

Obbligo di dimora nel comune di Cerignola:
RUSSO Daniele, classe 1983 di Cerignola;
SCALZO Vincenzo, classe 1979 di Cerignola;

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie