Mercoledì 14 Novembre 2018 | 14:09

NEWS DALLA SEZIONE

Tragedia sfiorata
Lecce, minaccia di lanciarsi nel vuoto dal tribunale: salvato

Lecce, minaccia di lanciarsi nel vuoto dal tribunale: salvato

 
Lotta al crimine
Furti di pesce e olive, detenzione e ricettazione: 3 arresti e 3 denunce nel Foggiano

Furti di pesce e olive, droga e ricettazione: 3 arresti e 3 denunce nel Foggiano

 
I controlli
Lecce, blitz in pescheria: sequestrati 35 chili di pesce e multa da oltre mille euro

Lecce, blitz in pescheria: sequestrati 35 chili di pesce e multa da oltre mille euro

 
Violazioni tributarie
Potenza, emettevano fatture inesistenti: sequestrati beni per 205mila euro

Potenza, emettevano fatture inesistenti: sequestrati beni per 205mila euro

 
L'operazione
Foggia, sgomberate 40 famiglie di nomadi dall'ex Satel

Foggia, sgomberate 40 famiglie di nomadi dall'ex Satel. Salvini: «Dalle parole ai fatti»

 
Dopo l'emergenza morbillo
Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII, Via Giovanni Amendola, 207, 70126 Bari, Italia

Vaccini, in Puglia l’obbligo funziona ma le sanzioni non ci sono

 
Lavoro e occupazione
Bari, pochi e disorganizzati: centri per l’impiego in tilt

Bari, pochi e disorganizzati: centri per l’impiego in tilt

 
Operazione Dda
Bari, blitz antimafia: arrestati anche imprenditori per riciclaggio

Clan e scommesse on line a gestione familiare: in manette Vitino l'Enel, i suoi figli e Tommy Parisi VD

 
Cade l'accusa di mafia
Traffico e spaccio di droga nel Barese: condannati in 9 affiliati al clan Palermiti

Traffico e spaccio di droga nel Barese: condannati 9 affiliati al clan Palermiti

 
La strage
Scontro treni in Puglia, per i dirigenti del MIT: «Rispettate norme sicurezza»

Scontro treni in Puglia, per i dirigenti del MIT: «Rispettate norme sicurezza»

 
L'esame autoptico
Lecce, morte on. Baldassarre, l'autopsia conferma: scompenso cardiaco acuto

Lecce, morte on. Baldassarre, l'autopsia conferma: scompenso cardiaco acuto

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

A Foggia

Dal carcere davano indicazioni ai familiari per spacciare la droga, 3 arrestati

Nicola Portante, 52 anni, e i figli Salvatore e Ciriaco erano già stati arrestati per il tentato omicidio del giovane Marco De Vito, lo scorso dicembre. Fondamentali le intercettazioni durante le indagini

Un'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata eseguita da agenti della squadra mobile di Foggia, nei confronti di tre pregiudicati esponenti della famiglia Portante, accusati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta del 52enne Nicola Portante e dei suoi figli Salvatore, 26 anni, e Ciriaco, 19, elementi di spicco della criminalità foggiana, già in carcere per il tentato omicidio del giovane Marco De Vito, il 6 dicembre 2017. Proprio dal carcere i componenti della famiglia davano le indicazioni ai loro familiari su come spacciare e dove andare a prendere la droga nascosta. Nell’ambito delle indagini sul movente del tentato omicidio, i tre uomini sono stati intercettati. In uno dei colloqui gli uomini spiegavano alla loro sorella Francesca, di 23 anni, che è stata arrestata il 3 luglio scorso, di andare ''dove stanno i tufi, nella stalla, dove sta la baracca di ferro, dove sta il boccaccio grande...».
Nel corso di una perquisizione a casa di Francesca Portante, è stata poi trovata la droga nascosta, oltre a soldi e bilancini di precisione e sostanze da taglio, per un valore di circa 80mila euro. Il dirigente della squadra mobile, Giuseppe Pititto, durante una conferenza stampa, ha spiegato che «sono stati fondamentali i colloqui con intercettazioni tra gli arrestati e i familiari, in particolare con la sorella Francesca». Da queste conversazioni gli investigatori hanno appreso la disponibilità di vari tipi di droga, tra cui cocaina, eroina, marijuana, hashish e metadone, e i luoghi dove era stata nascosta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400