Venerdì 26 Febbraio 2021 | 05:47

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

 
fuori il 26 marzo
«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

 
Nuove uscite
Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

 
Musica
«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

 
In uscita
«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

 
Ha radici molfettesi
«Niente da dire», viaggio nel mondo visionario di Lemuri sull'incomunicabilità della vita

«Niente da dire», viaggio nel mondo di Lemuri Il Visionario sull'incomunicabilità della vita

 
Musica
«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

 
Musica
«Mogi», da Lucera il nuovo album di Giuseppe Silvestri

«Mogi», da Lucera il nuovo album di Giuseppe Silvestri

 
Musica
Citando Godard i «2eleMenti» suonano il loro originale fantasy pop

Citando Godard i «2eleMenti» suonano il loro originale fantasy pop

 
Musica
«Mille cose», brano d'esordio del tarantino Edodacapo, «per infelice consapevoli»

«Mille cose», brano d'esordio del tarantino Edodacapo, «per infelici consapevoli»

 
Il brano
«Come i delfini», l'estro di Iravox anticipa la raccolta di tutti i suoi singoli

«Come i delfini», l'estro di Iravox anticipa la raccolta di tutti i suoi singoli

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
FoggiaIl sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BariIl progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 

i più letti

musica

«Vieni via con me», il nuovo singolo del pugliese 21 Graffi, scritto durante il lockdown

Un testo ricco di emozioni che si fonde sulla melodia orecchiabile di una hit estiva

«Ho iniziato a scrivere le mie prime canzoni all’età di 21 anni partendo dai graffi che il passato aveva lasciato su di me». Così Filippo Granatiero, giovanissimo cantautore e chitarrista pugliese, spiga come nasce il suo originale nome d’arte, 21 Graffi, con cui ha pubblicato il suo secondo singolo, “Vieni via con me”, uscito lo scorso 5 agosto e disponibile su tutte le piattaforme digitali. Un testo scritto durante il lockdown, periodo che di certo qualche graffio lo avrà lasciato su Filippo, come su tutti. Metafora di momenti bui a cui lui è stato per molto tempo abituato e dai quali è riuscito ad uscire solo grazie alla forza della musica.

«La mia storia prima dei 21 anni non era legata alla musica - racconta il cantautore, - vivevo contro le mie emozioni, in un modo scorretto verso me stesso poiché non sentivo di essere la persona che avrei voluto. C’erano determinati fattori familiari che mi hanno portato a fare scelte che non volevo. Ho studiato all’Università di Foggia, nella facoltà di Giurisprudenza ma non ero felice». Poi è arrivata la svolta e il numero ventuno ha segnato un grande cambiamento nella vita di Granatiero, noto ormai come 21 Graffi nel panorama musicale pugliese.

Ed è stato proprio il suo approccio al mondo della musica che gli ha permesso di sentirsi realizzato con la pubblicazione del primo singolo “Ci riuscirai” e, nei prossimi giorni, della sua seconda canzone. «Il brano precedente racconta la mia storia, da quando sono nato, ripercorrendo tutte le tappe della mia vita. Ogni riga, ogni parola, è pesata. “Ci riuscirai” è un singolo che ricorda la sofferenza vera e propria che ho vissuto prima dei 21 anni e poi racconta come, grazie alla musica, sono cambiato riuscendo a raggiungere i miei obiettivi». Con queste parole 21 Graffi descrive il percorso che oggi lo porta a pubblicare la nuova canzone, “Vieni via con me”.

È riuscito, infatti, come si era augurato nel primo singolo, ad abbandonare quel mondo oscuro fatto di paure che non gli permettevano di vivere al meglio la sua età. Ora il giovane Filippo ha voglia di tornare a sorridere e di condividere questa gioia con una persona, una ragazza che vorrebbe portare via con sé. Questo, quello che canta nel singolo, un brano in cui il testo emozionale si fonde alle note di una hit estiva. L’estate e il mare sono, dunque, sullo sfondo di una melodia che segna il passaggio artistico di 21 Graffi da brani acustici suonati alla chitarra ad un genere musicale più pop. La malinconia lascia finalmente il posto alla grinta, alla voglia di riscatto e all’entusiasmo di una nuova vita in “Vieni via con me”.

Il testo e la melodia di questo singolo sono stati composti da Filippo durante la quarantena, momento molto produttivo per un cantautore perché come lui stesso ha rivelato «sono stati mesi difficili e quando perdi il controllo delle tue emozioni hai bisogno di esternare tutto quello che hai dentro su un foglio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie