Venerdì 30 Luglio 2021 | 13:18

NEWS DALLA SEZIONE

Allarme
Taranto, pensionato esce a piedi da villaggio di Ginosa Marina e scompare

Taranto, pensionato esce a piedi da villaggio di Ginosa Marina e scompare - RITROVATO

 
In Procura
Taranto, rifiuti: esposto contro nuovo impianto a Pulsano

Taranto, rifiuti: esposto contro nuovo impianto a Pulsano

 
Derattizzazione
Taranto, installate ecotrappole per i topi

Taranto, installate ecotrappole per i topi

 
Sicurezza
Migranti, «agenti in servizio in hotspot sono eroi»

Migranti, «agenti in servizio in hotspot sono eroi»

 
Il caso
Taranto, disabile abusata su bus: gli autisti dell'Amat non rispondono al gip

Taranto, disabile abusata su bus: gli autisti dell'Amat non rispondono al gip

 
L'allarme
Criminalità a Taranto, per il sindaco solo «fenomeni isolati»

Criminalità a Taranto, per il sindaco solo «fenomeni isolati»

 
L'evento
Sui tetti dell'ospedale di Taranto arrivano i supereroi per bimbi malati

Sui tetti dell'ospedale di Taranto arrivano i supereroi per bimbi malati

 
Il blitz
Taranto, sotto chiave quintali di cozze e pesce fuorilegge

Taranto, sotto chiave quintali di cozze e pesce fuorilegge

 
Il monito
Taranto, mons. Santoro: «non basta l'indignazione contro la violenza sulle donne»

Taranto, mons. Santoro: «Non basta l'indignazione contro la violenza sulle donne»

 
Il caso
Ex Ilva: Legambiente, fondi transizione per decarbonizzare

Ex Ilva: Legambiente, fondi transizione per decarbonizzare

 
L'inchiesta
Disabile abusata sul bus a Taranto, il sindaco: «Nessuno sconto ai colpevoli, fino al licenziamento»

Disabile abusata sul bus a Taranto, il sindaco: «Nessuno sconto ai colpevoli, fino al licenziamento»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceOperazione dei carabinieri
Lecce, la droga conservata nei barattoli di vetro

Lecce, la droga conservata nei barattoli di vetro

 
HomeDomiciliari
Potenza, vuole pascoli solo per sé e perseguita gli altri pastori: arrestato

Potenza, vuole pascoli solo per sé e perseguita gli altri pastori: arrestato

 
PotenzaSei guarigioni
Basilicata, effettuate 4.861 vaccinazioni

Basilicata, effettuate 4.861 vaccinazioni

 
TarantoAllarme
Taranto, pensionato esce a piedi da villaggio di Ginosa Marina e scompare

Taranto, pensionato esce a piedi da villaggio di Ginosa Marina e scompare - RITROVATO

 
Batcontrolli sul litorale
Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

 
BrindisiTokyo 2020
Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

 

i più letti

Acciaierie di Italia

Taranto, Ex Ilva, Tar: ora il Ministero concluda riesame ex Batteria 12

Illustrato alle organizzazioni sindacali il nuovo progetto di videosorveglianza

Incidente all'ex Ilva: rischio esplosione in convertitore acciaieria

Taranto - Il Tar del Lazio ha disposto l'obbligo per il Ministero della Transizione Ecologica di concludere il riesame della richiesta di Acciaierie d’Italia di prorogare dei termini per gli interventi di adeguamento dell’ex Ilva riguardanti 'Batteria n. 12 e Nuova doccia 6'; nelle more, però il gestore è obbligato a proseguire la messa fuori produzione della stessa Batteria n. 12. Con questa decisione i giudici amministrativi sono stati nuovamente chiamati a decidere sulle prescrizioni ambientali alle Acciaierie d’Italia (ex Ilva) disposte dal ministro Roberto Cingolani.

Il Tar nella lunga e complessa ordinanza, dopo aver dato atto di tutti i passaggi della vicenda, ha ritenuto che «rimane impregiudicata ogni valutazione di quanto eccepito dall’Avvocatura in ordine alla responsabilità del Gestore circa il mancato avvio delle procedure di spegnimento in termini anticipati e preordinati al rispetto della scadenza del 30 giugno 2021"; in più, ha ritenuto «comunque necessario - a tutela delle preminenti ragioni di protezione dell’ambiente, della salute umana e della sicurezza dell’impianto - che l'Autorità resistente (il Ministero) provveda sollecitamente alla conclusione del procedimento di riesame pendente, alla luce di quanto risulta agli atti di causa (circa i rischi di impatti negativi sull'impianto di trattamento delle acque reflue, per effetto della chiusura accelerata nei termini di dieci giorni originariamente fissato) e riscontrato dall’ISPRA».

Nelle more del riesame - scrivono i giudici - «(e fatto salvo ogni provvedimento dell’Autorità), le parti continueranno ad operare per la messa fuori produzione della Batteria 12 secondo la tempistica e la metodologia riscontrata con ISPRA entro il termine del 31.08.2021».

Progetto videosorveglianza - Acciaierie d’Italia ha illustrato alle organizzazioni sindacali di Taranto il nuovo progetto di videosorveglianza che vuole attuare in tutti i siti del Gruppo per elevare il livello di sicurezza e salvaguardare i beni aziendali.

Il progetto presentato dal responsabile della Vigilanza aziendale di Taranto prevede l’installazione di 32 dispositivi tra telecamere e termocamere, dislocate in 6 aree ritenute strategiche: la Portineria A; Magazzino del Difficile Impiego; Sottopasso del 3° sporgente; Magazzino Generale; Parco Rottame Acc/1 e Parco Rottame Acc/2. Alessandro Dipino della segreteria provinciale Ugl Metalmeccanici di Taranto spiega che «tale necessità nasce dall’esigenza di evitare, come accaduto già in passato, ingressi fraudolenti da parte di balordi nonché su esplicita richiesta avanzata dalle Autorità di Pubblica Sicurezza per il controllo di extracomunitari illecitamente fuoriusciti dai Centri di accoglienza». Le videoregistrazioni saranno conservate «per un periodo massimo di 72 ore e saranno gestite esclusivamente dal personale della sala operativa della Vigilanza e Tutela del Patrimonio Aziendale».

Pur manifestando «la disponibilità - aggiunge Dipino - all’accoglimento del progetto, è stato chiesto all’azienda di proseguire la discussione non prima di aver verificato i luoghi interessati alle installazioni al fine di appurare il rispetto della legittimità delle riprese, in ottemperanza all’art. 4 dello Statuto dei Lavoratori che pone il divieto generale del controllo a distanza delle attività dei lavoratori». L'Ugl Metalmeccanici ha «portato all’attenzione - conclude il sindacalista - la necessità di dover estendere tale videosorveglianza anche ai parcheggi auto esterni all’azienda», dove si sono verificati furti e incendi di auto e l’aggressione a un operaio. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie