Domenica 31 Maggio 2020 | 06:47

NEWS DALLA SEZIONE

Il siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 
Il caso
Si torna a sparare per strada a Taranto: nessun ferito

Si torna a sparare per strada a Taranto: tanta paura, ma nessun ferito

 
Ripensato lo showroom
Fase 2 Taranto, anche il mercato dell’auto riparte: possibilità di test drive a domicilio

Fase 2, anche il mercato dell’auto riparte: possibilità di test drive a domicilio

 
controlli dei cc
Taranto, a spasso con la droga a Paolo VI: nei guai 30enne inospettabile

Taranto, a spasso con la droga a Paolo VI: nei guai 30enne inospettabile

 
lentocrazia
Taranto, ospedale S. Cataldo

Taranto ospedale San Cataldo, il sindaco: « È una vergogna nazionale. Il Governo sblocchi il progetto»

 
l'appello
Mittal Taranto, «L'azienda rispetti le prescrizioni»

Mittal Taranto, «L'azienda rispetti le prescrizioni»

 
Sanità e stellette
Taranto, dal governo pioggia di milioni per migliorare l'ospedale militare

Taranto, dal Governo pioggia di milioni per migliorare l'ospedale militare

 
Il caso
Ginosa, picchia ed estorce soldi ai genitori anziani per l'alcool: arrestato

Ginosa, picchia ed estorce soldi ai genitori anziani per l'alcool: arrestato

 
OMICIDIO STANO
Manduria, anziano pestato a morte: 3 della baby gang rischiano fino a 20 anni di carcere

Manduria, anziano pestato a morte: 3 della baby gang condannati fino a 10 anni di carcere

 
Il siderurgico
Taranto, a Mittal, nessun accordo sulla Cassa: ma l'azienda va avanti

Taranto, a Mittal, nessun accordo sulla Cassa: ma l'azienda va avanti

 
il siderurgico
ArcelorMittal, non c'è accordo tra azienda e sindacati su proroga cig Covid

ArcelorMittal, non c'è accordo tra azienda e sindacati su proroga cig Covid

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari in campo a luglio per lo sprint e la B è un sogno di mezza estate

Bari in campo a luglio per lo sprint e la B è un sogno di mezza estate

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
Bariemergenza coronavirus
Fase 2 a Bari, Decaro incontra e ringrazia i volontari: «Siete la nostra forza»

Fase 2 a Bari, Decaro incontra e ringrazia i volontari: «Siete la nostra forza»

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 
LecceIndustria
L’automotive riparte dopo tre mesi si punta su tecnologie ibride ed elettriche

L’automotive riparte dopo tre mesi si punta su tecnologie ibride ed elettriche

 
FoggiaLa lite
San Severo, poliziotto aggredito e preso a calci nei genitali da 3 ragazzi

San Severo, poliziotto aggredito e preso a calci nei genitali da 3 ragazzi

 
BariTemporali
Maltempo Puglia

Puglia e Basilicata, maltempo da brividi: prima la shelf cloud e poi la maxi grandinata

 
Batl'ordinanza
Foggia, partecipò a rapina in Emilia, arrestato capoclan di Trinitapoli

Foggia, partecipò a rapina in Emilia, arrestato capoclan di Trinitapoli

 
BrindisiLa decisione
Fase 2, sindaco di Brindisi frena sulla movida: locali chiusi a mezzanotte

Fase 2, sindaco di Brindisi frena sulla movida: locali chiusi a mezzanotte

 

i più letti

l'intervista

«Malattia terribile, ma insieme possiamo farcela», parla lo pneumologo del Moscati di Taranto

Il dottor Massimo Soloperto ha raccontato sui social un pensiero commovente alla fine di un'altra giornata di lavoro

«Malattia terribile, ma insieme possiamo farcela», parla lo pneumologo del Moscati di Taranto

l'ospedale Moscati illuminato col tricolore

«Tutti i rumori nella notte si amplificano nel buio della mia stanza». Comincia così il post che Massimo Soloperto, pneumologo dell’ospedale Moscati, in prima linea nella lotta contro il Coronavirus, ha affidato l’altro ieri notte a Facebook.

Dottor Soloperto, un messaggio commovente…
Solo riflessioni di un medico che lavora da 25 anni e che non pensava di ritrovarsi in questa situazione a combattere contro una malattia terribile sia per le caratteristiche cliniche, sia per il peso emotivo che crea. E’ straziante pensare a questa gente che rimane sola quando avrebbe bisogno di conforto.

Per fortuna, c’è il vostro sguardo.
E’ l’unica maniera per poter comunicare e darsi forza perché bisogna avere molta forza, coraggio, dedizione e molta passione. Altrimenti, dopo un po’, uno non ce la fa più. Per il medico o un infermiere, il contatto umano è fondamentale. Invece, ora hai davanti a te il paziente che devi curare e che, al tempo stesso, potrebbe essere un’insidia per la tua salute.

Cambiato anche l’approccio alla cura?
Non siamo abituati più alle malattie infettive. Noi non abbiamo più una cultura del contagio così stretto. Sì, ci fa paura questo nemico invisibile che non vedi da nessuna parte, però è lì vicino a te.

Quale il momento peggiore?
Quando ci si concentra sul proprio lavoro e sei sotto uno scafandro in cui ti senti morire dentro, ti manca l’aria, spesso sei senza occhiali che potrebbero contaminarsi e magari devi leggere i valori di uno strumento… è una situazione di angoscia, drammatica. E’ un carico stressante per un medico e per un paziente.

Ha visto morire qualcuno?
No, grazie a Dio, no. Ma trasferire pazienti in Rianimazione sì, dove poi sono stati intubati.

Quali i momenti in cui vede una luce?
Quando i pazienti pian piano cominciano a migliorare e cominciano ad avere fiducia in loro stessi. La condizione di questa malattia è estremamente debilitante, toglie l’energia, svuota completamente, dà una debolezza estrema, un’astenia profonda che arriva sino all’anima. Poi pian piano senti tornare le forze, torna il respiro e, non appena ci si può mettere in contatto con i propri cari, il telefonino diventa uno strumento straordinario. No, grazie a Dio, sono più i momenti belli.

Quindi, state vedendo tante guarigioni?
Sì, anche in Rianimazione. Certo, chi è affetto da altre patologie o chi è particolarmente anziano, ha meno possibilità di farcela.

Crede che quanto sta accadendo vi cambierà molto?
Sì. Non vediamo l’ora di tornare alla normalità, poter toccare il paziente, poterlo visitare, sorridergli, dirgli una parola di incoraggiamento, accarezzarlo. Sì, credo che questa esperienza ci renderà un po’ più umani. Sarà per tutti così. Credo che il prossimo Natale, stare in famiglia sarà diverso.

E, a proposito di famiglie, quanto vi mancano? Molti di voi si sono autoisolati per proteggere i propri cari…
Personalmente, ho una condizione particolare. Mentre quasi tutti i miei colleghi hanno trovato una sistemazione lontano dai familiari, vicino all’ospedale, io ho una madre ultranovantenne, assistita dalle badanti, che ha bisogno di un riferimento. Pur sapendo che per lei potrei essere un pericolo, la notte torno a casa e ascoltare quel respiro tranquillo per me è un conforto. Sì, certo, ai medici ed infermieri è stato chiesto un sacrificio enorme. E’ un continuo patema d’animo per chi ha figli. Stringe il cuore a tutti. Ma lo facciamo perché è il nostro lavoro. Non siamo eroi, ma fondamentalmente l’umanità dei medici è profondissima.

Dottore, quanto durerà ancora?
Durerà. Pur se non tempestivi, questi provvedimenti del governo hanno permesso almeno a noi al sud di poter organizzare una difesa e l’infezione è stata dilazionata nel tempo. Se fosse stata lasciata a se stessa , soprattutto qui da noi avremmo avuto milioni di morti.

Siete attrezzati in modo giusto?
Al momento, sì. Ed è commovente che ci si siano così tante donazioni. Non finiamo di dire grazie a tutti, dalle associazioni ai semplici cittadini. A dimostrazione che siamo un grande popolo.

Un messaggio ai parenti dei vostri pazienti?
Avere forza, fiducia e speranza. Molti loro cari sono già fuori da questa situazione e sarà bellissimo poterli presto riabbracciare.


Ed a tutti gli altri?
Condivido in pieno quello che ha detto il Papa: nessuno si salva da solo ed abbiamo tutti bisogno di tutti. L’umanità è fatta di solidarietà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie