Martedì 09 Marzo 2021 | 09:02

NEWS DALLA SEZIONE

La manifestazione
Ilva, salta integrazione salario per i1700: il 12 sciopero e sit in dei lavoratori

Ilva, salta integrazione salario per 1700: il 12 sciopero e sit in dei lavoratori

 
Asl
Taranto, sindacati all'attacco su trasporto disabili: gravi inadempienze

Taranto, sindacati all'attacco su trasporto disabili: gravi inadempienze

 
La festa
8 marzo a Taranto, così il MArTA racconta sui social la forza arguta di Atena

8 marzo a Taranto, così il MArTA racconta sui social la forza arguta di Atena

 
Festa della donna
8 marzo a Taranto, piantata mimosa come simbolo rinascita e rispetto

8 marzo a Taranto, piantata mimosa come simbolo rinascita e rispetto

 
Il caso
Taranto, polizia e Guardia Costiera scoprono bomba, armi e droga: un arresto

Taranto, polizia e Guardia Costiera scoprono bomba, armi e droga: un arresto

 
il siderurgico
Mittal, la Regione si costituisce al Consiglio di Stato

Mittal, la Regione si costituisce al Consiglio di Stato

 
Quote rosa
Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

 
La storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
Operazione Taros
Taranto, operazione «Taros» dei carabinieri contro la Scu: 16 arresti

Mafia, droga e voto di scambio: blitz dei Cc a Taranto, 16 arresti.
Leporano, soldi per le elezioni 2019 /Vd

 
A MOTTOLA
Lavoro, Albini chiude tessitura nel Tarantino e delocalizza

Lavoro, Albini chiude tessitura nel Tarantino e delocalizza

 
Il caso
Taranto, funzionario scolastico contro prof negazionista: scoppia la polemica

Taranto, funzionario scolastico contro prof negazionista: scoppia la polemica

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Lizzanello, 12 consiglieri firmano dimissioni: cade amministrazione comunale sindaco Pedone

Lizzanello, 12 consiglieri firmano dimissioni: cade amministrazione comunale sindaco Pedone

 
BrindisiL'operazione
Droga e furti d'auto nel Salento: 8 arresti tra Brindisi e Lecce

Droga e furti d'auto nel Salento: 8 arresti tra Brindisi e Lecce

 
TarantoLa manifestazione
Ilva, salta integrazione salario per i1700: il 12 sciopero e sit in dei lavoratori

Ilva, salta integrazione salario per 1700: il 12 sciopero e sit in dei lavoratori

 
PotenzaLa novità
Marsico Nuovo ottiene il titolo onorifico di «città»

Marsico Nuovo ottiene il titolo onorifico di «città»

 
FoggiaL'iniziativa
8 marzo a Lucera, al Lastaria mimose, cioccolatini e sorrisi per le pazienti dell'Oncologico

8 marzo a Lucera, al Lastaria mimose, cioccolatini e sorrisi per le pazienti dell'Oncologico

 
BariL'inaugurazione
8 marzo a Bari, ecco la panchina rossa dedicata a Noemi Durini

8 marzo a Bari, ecco la panchina rossa dedicata a Noemi Durini

 
MateraIl caso
Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

 
BatIl caso
Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

 

i più letti

in azione il noe

Emissioni dalla discarica Vergine
sequestri per 6,3 milioni a Taranto

rifiuti

TARANTO - Un sequestro preventivo per equivalente di conti, beni mobili e immobili per un ammontare complessivo di 6,3 milioni di euro è stato eseguito dai carabinieri del Noe di Lecce nei confronti della società 'Alfa srl', con sede a Calenzano (Firenze), denominata 'Vergine srl', e affidataria della gestione dell’omonima discarica per rifiuti speciali non pericolosi che si trova in località 'Palombarà, nell’isola amministrativa di Taranto. Il provvedimento, richiesto dal pm della Dda di Lecce Alessio Coccioli, è stato emesso nell’ambito delle indagini che avevano già portato al sequestro del sito il 10 febbraio del 2014 a causa di emissioni considerate nocive.

Il decreto è stato emesso a carico dell’ultimo legale rappresentante della 'Vergine srl' che gestiva l’impianto, del direttore tecnico e dell’amministratore della società 'Alfa srl. Sono ritenuti responsabili di aver provocato l’emissione di sostanze odorigene, quali il solfuro di idrogeno e biogas, derivanti dai processi di gestione e post-gestione delle vasche di raccolta e di trattamento dei rifiuti, «atte a cagionare - spiegano i carabinieri in una nota - molestia olfattiva e disturbi di vario genere alle persone ed in particolare alla popolazione residente nel vicino centro abitato di Lizzano, situato a 3,5 chilometri dal citato impianto».

Ai due custodi giudiziali della discarica, inoltre, è stato contestato anche di aver realizzato e gestito sul sito sequestrato una discarica non autorizzata di percolato, accumulato in misura prudenziale, in non meno di 5000 tonnellate, all’interno del bacino di abbancamento, omettendo di effettuarne il periodico smaltimento e di aver violato i sigilli di sequestro, utilizzando il sito per realizzarvi una discarica non autorizzata di percolato. Alle società che si sono succedute nella gestione dell’impianto è stato infine contestato l’illecito amministrativo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie