Martedì 16 Ottobre 2018 | 03:32

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

intervento della Sezione Polizia Marittima

Sequestro cozze prelevate
da zona vietata a Taranto

La «cura» di Emilianoper le cozze di Taranto

TARANTO - Sarebbero ben presto finiti sulle tavole dei tarantini gli oltre 600 chilogrammi di molluschi bivalvi (cozze nere) che, nell’ambito di verifiche dirette alla tutela della salute pubblica inerenti la filiera della pesca, sono stati sottoposti a sequestro giudiziario da parte di personale della Sezione Polizia Marittima appartenente alla Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Taranto.

I mitili erano totalmente privi di ogni documentazione/certificazione sanitaria che ne attestasse la salubrità, trattandosi di prodotto proveniente dal Primo Seno del Mar Piccolo di Taranto e quindi prelevato in violazione dell’Ordinanza n. 1989 dell’Asl di Taranto del 2011 e dell’Ordinanza n. 188 del 2016 della Regione Puglia (per la presenza oltre la soglie consentita di diossina e Pcb).

In particolare, l’attività di controllo del territorio da parte del personale della Guardia Costiera di Taranto ha consentito ai militari di individuare e fermare un furgone che aveva appena caricato il prodotto - proveniente dal Primo Seno del Mar Piccolo, pertanto altamente tossico - già insacchettato e pronto per la vendita diretta al consumatore. Tutto il prodotto è stato sequestrato penalmente, in quanto nocivo per la salute pubblica, e successivamente distrutto, mentre il responsabile dell’attività illecita veniva deferito all’Autorità Giudiziaria.

L’attività di controllo sulla filiera ittica viene messa in atto «sia per tutelare la salute e l’incolumità pubblica sia per tutelare - spiega la Guardia Costiera - questo fondamentale comparto dell’imprenditoria tarantina e relativo ceto dei mitilicoltori, affinchè la cozza tarantina continui ad essere conosciuta quale prodotto di pregio, apprezzata per questo in tutto il mondo».(

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Trasportava 4 chili di eroina: arrestato albanese a Taranto

Trasportava 4 chili di eroina: arrestato albanese a Taranto

 
Taranto, in arrivo otto milioni per acquistare 40 bus

Taranto, in arrivo otto milioni per acquistare 40 bus

 
Taranto, per la corsa alla Provinciasarà sfida tra Melucci e Giugliotti

Taranto, per la corsa alla Provincia sarà sfida tra Melucci e Gugliotti

 
Scarsa igiene, chiuso market etnico a Taranto

Scarsa igiene, chiuso market etnico a Taranto

 
Ginosa M., fa irruzione in casae pesta coniugi: in cella 41enne

Ginosa M., fa irruzione in casa e pesta coniugi: in cella 41enne

 
Elezioni provinciali a TarantoMelucci: Emiliano fuori dalla sfida

Elezioni provinciali a Taranto
Melucci: Emiliano fuori dalla sfida

 
Ilva, forse mille giovani lasciano:attratti dai 100mila € di incentivo

Ilva, forse mille giovani lasciano: attratti dai 100mila € di incentivo

 
Taranto, incendio davanti l'abitazione del direttore dell'Atam

Taranto, incendio davanti l'abitazione del direttore dell'Atam

 

GDM.TV

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

 
Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano

Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano in strada

 
Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

 
Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

 
Bari, troppi tagli a scuola: ecco il raduno degli studenti in sciopero

Bari, troppi tagli a scuola?
E gli studenti scioperano

 
Le acque rosse vicino le salineSequestro choc a Margherita di Savoia

Le acque rosse vicino le saline
Sequestro choc a Margherita di Savoia

 
Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni contrastanti

Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni diverse. «Agenti circondati»

 
Intitolazione caserma a Marzulli, Decaro: «Lui era davvero un galantuomo»

Squillo di tromba e commozione
per la caserma dedicata a Marzulli

 

PHOTONEWS